#topflop: il migliore (e il peggiore) quintetto della I giornata di Serie A

#topflop: il migliore (e il peggiore) quintetto della I giornata di Serie A

Vademecum prima di iniziare: questa nuova rubrica di Basketinside vuole “premiare” e “punire” i 5 migliori e i peggiori della giornata (3 esterni e 2 lunghi in ogni quintetto), ma con un tono semiserio. Quindi nessuno se la prenda per qualche battutaccia, è un gioco. Se invece vi divertono queste “scemenze” rilanciatelo! Gli hashtag li abbiamo già scritti noi, che volete di più!

FLOP FIVE

KEE-KEE CLARK (Cimberio Varese) – 32 minuti, 5 punti , 1/4 da 2, 1/6 da 3, -5 di valutazione. Un eroe: finire dietro la lavagna vincendo di 20. Dai, ammettiamolo non è da tutti. Eroico nello spadellare da ogni posizione e visione di gioco da grande play. In pensione (1 assist). In Bulgaria sono tutti preoccupati in ottica nazionale. Sveglia! #keekeerrichì   JerrelsCURTIS JERRELS (EA7 Milano) – 20 minuti, 0 punti, 0% da 2, 0% da 3, 0 liberi tentati, 2 perse Almeno il suo omonimo Principe Antonio faceva ridere. Lui pure, i brindisini in questo caso. E se pure Livio Proli (uno che di basket ne capisce quanto Arma…ops, Malgioglio di donne) lo definisce “non pervenuto” allora è notte fonda. #totòtruffa     Donell TaylorDONELL TAYLOR (Umana Reyer Venezia) – 34 minuti, 8 punti,  1/6 da 2, 1/6 da 3, 6 perse, -6 di valutazione. Beninteso, non è l’unico di Venezia ad aver bucato la partita. Ma questo dovrebbe bucare con costanza le difese, mica scheggiare i tabelloni. Il problema è che alla fine è quello che con le percentuali peggiori ha tirato di più. E in difesa non è proprio il MOSE (bestemmia di Frates a scelta). #holeinmysoul WallaceCJ WALLACE (EA7 Milano) – 15 minuti, 4 punti, 1 rimbalzo, 2 perse Il cognome e il colore del pelo sono quelli di un antico eroe che mostrò natiche e ferocia agli odiati nemici, uscendone sconfitto alla fine dei giochi. Il paragone regge solo nel finale, per il resto è lui ad essere rimasto come Dolce e Gabbana in aereo (cit. Danti). #culinaria     JohnsonLINTON JOHNSON (Dinamo Sassari) – 22 minuti, 5 punti, 5 falli, 4 rimbalzi Di solito per giocatori come il buon Lintone si usano termini come “gigante d’ebano” “uomo nero” “pantera”. Ecco l’ultimo forse ci sta, ma per il mezzo di trasporto su cui avrebbero caricato i tifosi sassaresi se lo avessero avuto tra le mani domenica sera. Il migliore amico degli avversari. #ziotom

Walk of shame (ovvero il sesto uomo)

Dean

TAQUAN DEAN (Scandone Avellino) – 24 minuti, 3 punti, 5 falli…e basta In teoria il cannoniere. Partita inspiegabile, viene il dubbio che dopo l’1/1 da due e 1/1 ai liberi non abbia voluto sporcarsi le percentuali. Con 0/4 da 3 non regge eh?! Lavoro sporco ok, ma qua…serata di cioccolato dai…#selopestiportafortuna  

TOP FIVE

RaglandJOE RAGLAND (Pallacanestro Cantù) – 33 minuti, 25 punti, 75 % da 3, 6 rimbalzi, 7 assist, 31 di valutazione Ok che di fronte non aveva l’Oly, ma queste cifre qua sono tanta roba. Imprendibile e chissenefrega se in difesa non è proprio un mastino. A tratti inarrestabile, fly like a butterfly sting like a bee. #alì     Hardy DWIGHT HARDY (Virtus Granarolo Bologna)– 31 minuti, 24 punti, 87% da 2, 100% da 3, 28 di valutazione Le basette fanno molto Jules Winnifield (il killer biblico di Pulp Ficition interpretato da Samuel L Jackson), la fredda letalità idem. Stende Sassari con una gragunola di triple, dopo averla tenuta vicina con devastanti penetrazioni. Già idolo di Bologna. #partyhardy EreEBI ERE (Cimberio Varese)  – 33 minuti, 25 punti, 4 rimbalzi, 1 stoppata, 3 recuperi, 29 di valutazione Cambia la squadra, ma il capitano c’è sempre. Siluri e fisicità, per un giocatore all’apice della carriera. Domina tutti e due i lati del campo con autorevolezza e copre le mancanze degli altri. #mazinga JamesDELROY JAMES (Enel Brindisi)  – 27 minuti, 17 punti, 5 rimbalzi, 2 recuperi Forse altri hanno giocato meglio in senso assoluto, ma premiamo l’esordio con botto (e botte), oltretutto contro la più accreditata del lotto. Sicuro, concreto, roccioso. Ottimo esordio e con quel cognome lì…#leprone       BI-9617TODD MOORE (Pasta Reggia Caserta) – 28 minuti, 17 punti, 7 rimbalzi, 21 di valutazione Altro esordiente, faccia cattiva e zompi da campioncino contro il più scafato Easley. Da rivedere quanto a continuità, ma esordio promettentissimo. #gimmiesomemoore

Walk of fame

SPENCER NELSON (Montepaschi Siena) QUINTON HOSLEY (Acea Roma) Ci sembrava ingiusto sceglierne uno dei due, quindi premio diviso per i due est europei…sì ci siam capiti. Prova totale per entrambi, graditi rientri nel nostro bistrattato campionato. #welcomeback HosleySpencer Nelson

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy