Torino-Cantù, le parole di Udanoh e Pashutin

Torino-Cantù, le parole di Udanoh e Pashutin

Le parole di Pashutin e Udanoh,

di La Redazione

Vigilia di Fiat Torino-Acqua S.Bernardo Cantù, match di LBA valido per la quattordicesima giornata del campionato, penultima di andata. Nel giorno dell’Epifania – palla a due domani alle ore 17:30 al “PalaVela” di Torino – la formazione allenata da coach Evgeny Pashutin cercherà la seconda vittoria consecutiva dopo il convincente successo casalingo sulla OriOra Pistoia, nel turno precedente di domenica scorsa.

A presentare la difficile trasferta in terra piemontese, proprio coach Pashutin, il quale analizza così il match con l’Auxilium: «Per la prossima partita con Torino dovremo mostrare una difesa solida, molto aggressiva e – rammenta il capo allenatore della S.Bernardo – con una grande comunicazione. In difesa dovrà vedersi tanta voglia, tanta voglia di volersi sacrificare. Poi, dovremo controllare i rimbalzi e prestare molta attenzione ai loro tiratori: Moore, Carr, Hobson e Wilson. Cerchiamo, inoltre, di diminuire i contropiedi avversari, cercando di rallentare il loro gioco in attacco».

«Noi, invece, dovremo restare uniti – prosegue il tecnico russo – aiutandoci tra di noi, ruotando e cambiando bene sull’avversario da marcare. Mostriamo la nostra personalità e giochiamo come abbiamo fatto nella partita precedente, dove abbiamo dimostrato come si deve davvero giocare se si vuole vincere. Con Pistoia abbiamo giocato molto bene in difesa e in attacco abbiamo condiviso bene il pallone, con ottimi passaggi che ci hanno portato a chiudere con 30 assist, record per Cantù in questa stagione. Questo per noi è sicuramente un grande passo in avanti se vogliamo giocare come una grande squadra. Nella partita precedente diversi giocatori hanno chiuso in doppia cifra e con ottime percentuali al tiro, questa è la dimostrazione che il gioco corale porta ad ottimi risultati. Ripartiamo dalla gara con Pistoia, senza dubbio una delle nostre migliori prestazioni. Domani con Torino – conclude coach Pashutin – dovremo essere pronti a tenere quella stessa mentalità per quaranta minuti».

In sede di presentazione si è espresso anche capitan Ike Udanoh che, nel corso della settimana, ha avuto dei forti dolori alla schiena. «Certamente quella di domani sarà una partita chiave per noi, con Torino sarà importante proseguire con quanto fatto settimana scorsa. Tornare a vincere – spiega il nativo di Detroit – ci ha sicuramente aiutato, soprattutto a livello di testa, oltre che per la classifica. Tornare a farlo anche in trasferta ci darebbe ancor più fiducia, in questo momento due vittorie di fila vorrebbero dire davvero tanto per noi. Con Pistoia tutti hanno giocato per la squadra ed è andata molto bene, domenica a Torino dovremo fare lo stesso».

Il lungo americano, a riposo nelle ultime sedute di allenamento, sarà comunque a disposizione di coach Pashutin per la trasferta di Torino ma il suo impiego in campo o meno verrà deciso soltanto a poche ore dalla palla a due. Per il centro titolare della S.Bernardo, dunque, sarà “game-time decision”.

Uff.Stampa Pall.Cantù

U

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy