Torino – Sassari, la sala stampa: le parole di Banchi e Pasquini

Torino – Sassari, la sala stampa: le parole di Banchi e Pasquini

Le parole dei due coach nel dopo gara che ha visto la FIAT prevalere sul Banco di Sardegna

Commenta per primo!

Coach Banchi
“Quando giochi contro Sassari la partita non è mai banale. Si tratta di sfide impegnative contro squadre dalle grandi ambizioni avvalorate dalla prestazione che hanno offerto questa sera. Sassari ha ritrovato risorse quando sembrava che avessimo incanalato il confronto verso binari a noi favorevoli. E’ psicologico soprattutto in questa fase qualche passaggio a vuoto. L’intervallo è stato prezioso per rigenerare la fiducia nello svolgimento del piano partita. Abbiamo costretto Sassari a tante palle perse grazie alla grande energia che abbiamo messo sul terreno di gioco nel secondo tempo. In attacco le cose sono migliorate con il maggior equilibrio che abbiamo trovato tra gioco perimetrale ed interno. Fin dall’avvio del secondo tempo abbiamo avuto la percezione di essere tornati nella sfida con un altro spirito. Abbiamo generato più situazioni in penetrazione, coinvolto di più e meglio i lunghi, costruito con un miglior bilanciamento dall’arco. Partite come queste sono vibranti e vincerle dà una gran fiducia. Da domani saremo nuovamente al PalaRuffini per allenarci in vista del match di Zagabria, esordio europeo di stagione e dopo tanti anni per Torino. Partite come quella di questa sera servono anche in tale ottica”.

Coach Pasquini

“Abbiamo giocato bene nonostante la sconfitta. Torino possiede enorme talento e grande profondità. Una prestazione, la nostra, che definirei ottima su di un campo difficilissimo. Complimenti a Torino e alle sue stelle. Troppe le nostre palle perse ma sono state conseguenza dell’atteggiamento degli avversari, con tante uscite che si sono rivelate difficili da contrastare. Ognuno di loro ha dato qualcosa nel momento giusto, confermando la profondità del roster. Per venire a Torino e vincere occorre fare la partita perfetta. Stiamo lavorando bene e dobbiamo continuare a farlo migliorando la nostra fase difensiva”.

Sasha Vujacic
“A Torino non si passa. Abbiamo messo in campo grinta, cuore e voglia di vincere, giocando d’insieme davanti al nostro pubblico. Lo volevamo caldo e l’abbiamo avuto. La squadra sta crescendo ogni giorno e questa sera abbiamo dato una dimostrazione in tal senso. Ora dobbiamo rimanere con i piedi per terra. Andremo a Zagabria con lo stesso spirito, consapevoli del fatto che ogni partita in questo anno agonistico dovrà essere affrontata come se fosse una sfida di playoff. E’ molto importante seguire il coach e lo staff, quindi il piano partita. Abbiamo una guida vincente ed è basilare mettere in pratica le indicazioni, tutti insieme”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy