Torino verso Bologna, coach Vitucci: “Ci sono stati progressi, dobbiamo tradurli in fatti”

Torino verso Bologna, coach Vitucci: “Ci sono stati progressi, dobbiamo tradurli in fatti”

Commenta per primo!

Non c’è tempo in questo incalzante Natale, cestisticamente parlando, per riflettere troppo, nè sulle vittorie (contro Sassari), nè sulle sconfitte (contro Brindisi), entrambe maturate negli ultimi secondi delle rispettive partite.
Domani è nuovamente tempo di scendere in campo, sul parquet amico del PalaRuffini di Torino (palla a due dalle 20,45 con diretta Rai) e contro una rivale diretta per la permanenza nella massima serie, l’Obiettivo Lavoro Bologna. A presentare la sfida e la formazione avversaria è il coach dell’Auxilium Cus Torino, Frank Vitucci: “Bologna è una squadra in fiducia, che arriva da due vittorie consecutive e importanti. Si tratta di un gruppo ben assortito nel quale spiccano le caratteristiche del lungo, Dexter Pittman, abile tecnicamente e dalla capacità di risultare dominante in molti frangenti dei confronti. Si è rinforzata con l’arrivo di Courtney Fells, ala proveniente dagli USA, di buon livello”.
Cosa dovrà fare Torino per contrastare i bolognesi?: “Giocare con umiltà e determinazione. Scontato dire che il match riveste per noi grande importanza. L’obiettivo è conquistare i due punti e avvicinare chi ci precede in classifica. Dovremo stare attenti ai possessi di palla e migliorare nella cura dei dettagli, ovvero di quei momenti decisivi che ancora ci vedono spesso in difficoltà”.
Come a Brindisi?: “Certo, abbiamo confermato i progressi ma non siamo stati bravi a tradurli in fatti. Scontiamo la situazione di non avere ancora l’esperienza specifica a questo livello. Brindisi è una formazione costruita per recitare un ruolo importante in Italia e competere in Europa. Nei passaggi determinanti del testa a testa l’ha dimostrato. Noi abbiamo peccato in questo e dovremo bruciare le tappe per evitare che ciò si ripeta. A 1 minuto e 10 dalla conclusione eravamo in linea perfetta e questo era l’obiettivo d’inizio confronto. Certo un po’ di rammarico rimane ma la pallacanestro è così”.
Come si presenterà Torino alla partita di domani?: “Fisicamente stiamo bene e dovremo perseguire il risultato fino al termine – chiude Coach Vitucci -, senza paure o cali di concentrazione”. La parola d’ordine, dunque, sorretti dal pubblico amico, sarà guardare ai due punti senza affanni, forti della consapevolezza di poterli raggiungere.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy