Torino verso il raduno, il presidente Forni: “Non vedo l’ora di partire”

Torino verso il raduno, il presidente Forni: “Non vedo l’ora di partire”

Sta per iniziare una nuova stagione per la Fiat, la quarta di serie A e la seconda in Europa.

di La Redazione

Presidente Forni, sta per iniziare una nuova stagione, la quarta di serie A e la seconda in Europa. Quali sono le sue sensazioni?

“Non vedo l’ora che inizi la nuova stagione. Negli ultimi tre mesi in Società abbiamo lavorato tutti alacremente, ma ci mancano le emozioni del parquet, ci manca la pallacanestro giocata. Senza contare che la prossima stagione sarà anche ricca di novità, il che accresce l’attesa”.

La Torino del basket è ormai guardata con attenzione da tutto il movimento nazionale e internazionale. Ciò che sei anni fa era solo un sogno è diventato realtà. Come commenta questa acquisita dimensione della Fiat Torino?

“L’attenzione che abbiamo guadagnato nell’arco di pochissimi anni rappresenta il nostro successo più importante, forse anche più del primo trofeo della Pallacanestro Torinese conquistato a Firenze lo scorso 18 febbraio. Dovremmo sempre ricordare, con la massima umiltà, da dove siamo partiti: una Società con un pugno di addetti, un PalaRuffini semideserto, lo spettro della quarta serie ( DNB ), il disinteresse del mondo imprenditoriale. Oggi siamo una Società ben articolata, con un organigramma di 88 persone che lavorano quotidianamente e con una struttura flessibile che la domenica arriva a 200 unità; abbiamo un pubblico così numeroso da “ costringerci “a trasferirci al PalaVela, una prima Squadra saldamente nella massima serie nazionale e per la seconda stagione consecutiva in un campionato europeo prestigioso come l’EuroCup dove l’anno scorso ha ben figurato. Il nostro partner e title sponsor e’ nientemeno che FCA, i nostri sponsor sono aziende di respiro internazionale come DENSO, DUFERCO, BROSE , alle quali si è aggiunta ROBE DI KAPPA; le indagini statistiche di Nielsen Sports hanno collocato la scorsa stagione la Fiat Torino al secondo posto in Italia come “ Squadra del Cuore “.

Come immagina la nuova stagione?

“Abbiamo dato ad ogni stagione della nostra breve ma intensa storia un nome (ed un connotato). La prima stagione in serie A e’ stata associata al ritorno dell’Auxilium. La seconda all’avvento della FIAT. La terza al salto di qualità (che ci ha portato in Europa e a vivere i momenti indelebili di Firenze). La quarta sarà la stagione del consolidamento, poichè mirerà a valorizzare quanto di positivo fatto finora e sarà caratterizzata dalla volontà di migliorarci ulteriormente, grazie alla nuova Casa Madre (idonea a soddisfare sempre più le esigenze di spettatori e sponsor), al lancio del nostro settore giovanile, al potenziamento delle campagne di utilità sociale (sulla maglia avremo il logo della Fondazione di Candiolo per la Ricerca e la Cura del Cancro), ad un’attenzione ancora maggiore per la comunicazione in tutte le sue forme”.

Molto è cambiato quest’anno, a partire dal coach che rappresenta un’icona del basket mondiale. Sarà suo il compito di mixare gioventù, talento ed esperienza. Cosa rappresenta avere come capo allenatore un personaggio di tale calibro?

“Con un maestro della caratura di coach Brown, la città di Torino potrebbe diventare, come ha detto qualcuno, l’Ateneo dei canestri. I risultati positivi che ne deriveranno non saranno legati solo al posizionamento in classifica, alla crescita tecnica dei giovani atleti ed alla maturazione dei nostri assistenti, ma spero si sostanzino soprattutto in una crescita culturale del movimento cestistico locale e nazionale. Coach Brown potrà dare un contributo importante alla nostra pallacanestro perché arriva con il giusto atteggiamento di chi mette se’ stesso e la sua esperienza al servizio degli altri, con l’umiltà propria dei grandi uomini, la disponibilità all’ascolto e l’attitudine a condividere, senza esclusioni o preclusioni ne’ pregiudizi.Un vero simbolo della Pallacanestro, anche sotto l’aspetto non meramente tecnico. Vorrei ricordare una sua frase in un’intervista di qualche giorno fa: “ Se il mondo fosse una squadra , sarebbe un posto migliore, perché ad ogni uomo importerebbe qualcosa della persona che ha accanto”. Ecco perché lo abbiamo scelto”.

Come saranno articolati i primi giorni della preseason?

“Il giorno 16 ci sarà il nostro media day presso l’Auditorium della Wins, dedicato alla presentazione alla stampa del nuovo roster. Interverranno tutti i giocatori, i dirigenti e i componenti dello staff, con la partecipazione di coach Larry Brown in diretta skype. Seguiranno alcuni giorni dedicati alle visite mediche e ai test fisici; coach Brown partirà dagli USA il giorno 23 e raggiungerà il gruppo prima della partenza per il ritiro di Bormio, dove si svolgerà la vera e propria preparazione atletica. Naturalmente il programma completo della preseason è disponibile sul sito ufficiale della nostra Società e degli aspetti prettamente sportivi parleremo al media day”.

FONTE: Uff. Stampa Auxilium CUS Torino

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy