Torneo Città di Caserta: la Juve ferma Capo d’Orlando e vola in finale

La Pasta Reggia Caserta batte l’Orlandina e conquista la finale del TOrneo di Caserta.

Commenta per primo!

Dopo la prima semifinale tra Fortitudo Bologna e Brindisi, è toccato ai padroni di casa della Pasta Reggia Caserta scendere in campo per affrontare la Betaland Capo d’Orlando. Alla fine è la Pasta Reggia Caserta a vincere grazie alle ottime prestazioni di Bostic e Sosa.

Primo tempo – Watt apre le marcature ma Archie risponde prontamente dalla media distanza in un avvio di partita dai ritmi abbastanza alti. Putney nella metà campo difensiva è un grande intimidatore, ma ciò non impedisce a Iannuzzi con quattro punti in fila di trascinare gli ospiti al vantaggio sul 6-4. In questo primo scorcio di partita Caserta incontra qualche difficoltà in attacco poiché Sosa sembra non essere ancora entrato in partita. La tripla di Diener e il canestro in contropiede di Fittipaldo portano a +5 (13-8) la Betaland e Sandro Dell’Agnello decide di parlarci su. Al rientro in campo la Juve si affida ai suoi lunghi Gaddefors e Watt per rientrare e portarsi a -1 sul 13-12. Iannuzzi dalla lunetta interrompe il parziale casertano, ma Cinciarini in penetrazione e il gioco da tre punti di Sosa portano Caserta in vantaggio per 17-14. L’Orlandina reagisce con un 4-0 di parziale totalmente firmato da Berzins che riporta in vantaggio i suoi sul 18-17, ma Cinciarini si butta nuovamente dentro e porta a casa un gioco da tre punti. Il finale di quarto è quasi tutto di marca bianconera e, infatti, il punteggio a fine primo quarto vede la Juve condurre per 24-20.

Due triple di Capo d’Orlando aprono il secondo quarto e portano gli ospiti al sorpasso sul 26-24. Dopo qualche possesso senza canestri, Sosa realizza il canestro della parità (26-26). Traini con caparbietà si procura un fallo antisportivo che frutta alla Juve due punti, ma in questa fase di partita è l’equilibrio a farla da padrone. Archie e Iannuzzi firmano il 4-0 di parziale siciliano che porta il punteggio sul 34-30 in favore dell’Orlandina e che spinge la panchina casertana a chiedere timeout. Al rientro in campo, dopo qualche errore da una parte e dall’altra, Sosa mette la tripla del nuovo vantaggio casertano sul 35-34. È sempre l’ex Sassari, insieme a Watt, a spingere Caserta al +5 (39-34) che spinge coach Di Carlo a un immediato timeout. Alla fine del primo tempo la Pasta Reggia Caserta conduce per 40-34.

Secondo tempo – Fittipaldo apre le marcature del secondo tempo con una tripla e da il via al parziale lampo di 8-0 che porta l’Orlandina a passare in vantaggio sul 42-40. Dopo il timeout voluto da Sandro Dell’Agnello, la Juve prova a reagire ma Fittipaldo la colpisce nuovamente dall’arco dei 6,75 m. Caserta in questa fase è in estrema difficoltà in attacco e Sosa prova a prendersi i suoi sulle spalle, non riuscendo però a cambiare l’andazzo della sua squadra. Putney da una scossa al PalaMaggiò con la sua schiacciata e porta il punteggio sul 45-45. Due triple consecutive di Bostic riportano la Pasta Reggia in vantaggio per 51-47, ma coach Dell’Agnello deve fare i conti con il quarto fallo di Traini. In questa fase è Bostic il trascinatore della Pasta Reggia che sembra aver superato le difficoltà offensive ed essere in controllo della partita. Capo d’Orlando è in tilt e i quattro punti in fila di Giuri portano Caserta alla doppia cifra di vantaggio sul 59-49 che è anche il punteggio di fine terzo quarto.

In avvio di quarto quarto l’andazzo della partita non cambia: infatti, la Pasta Reggia Caserta incrementa il suo margine grazie ai punti dei suoi esterni che la portano a +16 sul 65-49. Dopo il timeout voluto da coach Di Carlo, Diener smuove il tabellino dei siciliani che piano piano si avvicinano alla singola cifra di svantaggio. Lo scarto tra le due compagini in campo resta sempre di poco superiore ai dieci punti con una Pasta Reggia abbastanza in controllo. Sono sempre gli esterni bianconeri a fare le fortune di Caserta che resta in controllo della partita fino alla fine. Il finale vede la Juve trionfare per 80-70.

PASTA REGGIA CASERTA 80-70 BETALAND CAPO D’ORLANDO (24-20; 40-34; 59-49)

Betaland Capo d’Orlando: Galipó NE, Fitipaldo 16, Iannuzzi 7, Laquintana 2, Nicevic, Diener 15, Archie 12, Stojanović 9, Stocks 2, Berzins 7. All. Gennaro Di Carlo

Pasta Reggia Caserta: Sosa 21, Cinciarini 12, Putney 5, Gaddefors 6, Giuri 4, Bostic 12, Cefarelli 2, Metreveli, Watt 16, Traini 2. All. Sandro Dell’Agnello.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy