Torneo Città di Caserta: Siva trascina Caserta alla vittoria sulla Effe

Torneo Città di Caserta: Siva trascina Caserta alla vittoria sulla Effe

Commenta per primo!

CASERTA 77-65 FORTITUDO BOLOGNA (23-16; 38-32; 53-54)

Dopo tanto tempo si ritrovano Juve Caserta e Fortitudo Bologna, due realtà storiche della pallacanestro nostrana le cui tifoserie sono legate da un gemellaggio. Alla fine hanno avuto la meglio i bianconeri grazie alle giocate di Peyton Siva e Dario Hunt che già sembrano aver trovato una buona alchimia e alle ottime prestazioni di Giuri ed Amoroso. Per la Effe buone le prove di Daniel e

LA CRONACA – Dopo una presentazione della squadra di casa molto più sobria rispetto a quelle del recente passato, inizia la partita con un 5-o di parziale da parte della Fortitudo che gioca meglio di un Juve in difficoltà nel proporre un gioco corale in attacco. Siva in penetrazione rompe il ghiaccio per i bianconeri ma Flowers continua ad essere una spina nel fianco per una Juve che fa fatica a fare canestro dal campo. Sempre Siva, con la sua palla rubata che frutta due punti facili in contropiede, porta Caserta a -3 (10-7) dalla Fortitudo e Boniciolli chiede timeout. Al ritorno in campo ci sono vari errori al tiro ma Giuri dalla lunetta porta il punteggio sul 10-10 prima che Gaddefors realizzi in reverse il canestro del primo vantaggio Juve sul 12-10. La Fortitudo, con un canestro e due tiri liberi, realizza un 4-0 di parziale al quale la Juve risponde con un controparziale di 9-2 firmato Giuri- Amoroso che fissa il punteggio alla fine del primo quarto sul 23-16 in favore dei campani.

Come nel primo quarto, anche nel second, la Fortitudo parte con un 5-0 di parziale firmato da Daniel ed Italiano al quale la Juve risponde con la tripla di Amoroso ed il canestro di El Amin. Caserta alza il ritmo e, con la schiacciata di Gaddefors, raggiunge la doppia cifra di vantaggio sul +11 (32-21), costringendo coach Boniciolli a chiamare un immediato timeout. I padroni di casa, con le le schiacciate di Hunt, fanno divertire il pubblico del PalaMaggiò ma in difesa la Juve inizia a scricchiolare, così Dell’Agnello decide di parlarci un po’ su. Dopo il timeout la Effe riesce a recuperare dei punti e va all’intervallo sotto solamente di sei punti sul 38-32.

Nella seconda semifinale della gara del tiro da tre punti disputatasi nell’intervallo, El Amin e Montano raggiungono in finale Voskuil e Flaccadori.

Il terzo quarto è aperto dal gioco da tre punti di Dario Hunt seguito da qualche minuto senza canestri prima del canestro con fallo subito da Gaddefors che non concretizza il potenziale gioco da tre punti. Daniel, Quaglia e Montano riportano la Fortitudo ad un solo punto di distanza da Caserta che interrompe il break avversari con Siva che porta il punteggio sul 47-44 in favore dei campani. La Fortitudo passa in vantaggio con la tripla di Quaglia alla quale risponde Giuri sempre dall’arco dei 6,75. Il finale di terzo quarto vede Siva ed Hunt dare vita a delle ottime giocate che però non impediscono alla Juve di chiudere sotto di un punto sul 54-53 in favore della Effe.

In avvio di quartov periodo di gioco la Fortitudo è aggressiva e trova il +6 sul 59-53. Come spesso accaduto questa sera, è Siva a dare la scossa ai suoi con la sua conclusione da tre punti seguita dal canestro di Bobby Jones che vale il -1 bianconero sul 59-58 prima che Amoroso realizzi il canestro del +1 sul 60-59. Una buona intensità difensiva ed un Giuri particolarmente ispirato portano la Juve fino al +5 (67-64), ma il gioco da tre punti di Daniel rimette tutto in discussione. I cinque punti in fila di Amoroso riportano la Juve a distanza di sicurezza ed i successivi cinque punti in fila di Siva fissano il punteggio finale sul 77-65 in favore di Caserta.

PASTA REGGIA CASERTA: Siva 21, Amoroso 16, Giuri 15, Hunt 13, Gaddefors 6, Jones 4, El Amin 2

FORTITUDO BOLOGNA: Flowers 11, Daniel 10, Montano 10, Iannilli 8, Quaglia 7, Candi 7, Sorrentino 7, Italiano 3, Carraretto 2

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy