Torneo di Jesolo: Venezia vince la finale, niente da fare per la Grissin Bon

Umana Reyer Venezia-Grissin Bon Reggio Emilia 85-78

Commenta per primo!

Umana Reyer Venezia-Grissin Bon Reggio Emilia 85-78
Parziali: 19-19; 42-45; 64-64

Umana Reyer: Haynes 13, Hagins 10, Ejim 18, Peric, Bramos 5, Tonut 10, Visconti, Filloy 2, Ortner 14, Viggiano 2, Douvier ne, McGee 11. All. De Raffaele.
Grissin Bon: Aradori 10, Polonara 13, James 10, De Nicolao 8, Bovacini 3, Srautins 5, Bass 5, Lesic 13, Degli Esposti Castori, Lever, Gentile 11, Vigori. All. Menetti.

Un altro successo nel precampionato dell’Umana Reyer! Con l’85-78 nella finalissima del Pala Cornaro sui vicecampioni d’Italia della Grissin Bon Reggio Emilia, gli orogranata sono tornati ad aggiudicarsi il Torneo Internazionale di Jesolo, uno dei più prestigiosi appuntamenti italiani nel calendario che precede l’inizio della stagione ufficiale. Melvin Ejim è stato eletto Mvp della manifestazione.

La novità, nel quintetto orogranata, è il ritorno di Tonut al posto di McGee, con le conferme di Haynes, Bramos, Ejim e Hagins. Ed è quest’ultimo, rispondendo all’iniziale 0-2 firmato da James, a trascinare con quattro punti (compresa una grande schiacciata) l’8-2 Umana Reyer dopo 4’, con la squadra di coach De Raffaele che corre ottimamente in transizione. La risposta reggiana, comunque, non si fa attendere, con uno 0-7 che vale il controsorpasso poco dopo metà quarto. Ma al Pala Cornaro c’è comunque grande equilibrio: all’8’ è 14-14 (nel parziale, ancora una spettacolare inchiodata di Hagins), mentre sono i liberi di Ortner a determinare il 19-19 al 10’. L’avvio di secondo quarto è favorevole alla Grissin Bon: l’Umana Reyer si blocca per oltre 3’ e Reggio vola 19-26. Ci pensa Haynes, con due triple, la prima da 8 metri, a riavvicinare gli orogranata sul 25-28, ma, a metà quarto, Reggio Emilia è a +8 (25-33). Nel finale di periodo, comunque, si scatena Ejim, con ben 9 punti (10 totali a fine quarto, come miglior marcatore del match), ben spalleggiato da Tonut (tripla e 2/2 dalla lunetta). Ci vuole però ancora un gioco da tre punti di Ortner, nell’ultimo minuto, per consentire all’Umana Reyer di andare all’intervallo lungo con un solo possesso, sia pur pieno (42-45), di ritardo.

A inizio ripresa, Reggio Emilia, con Gentile e Polonara, torna ad allungare a +6 (46-52) al 22’30”, nonostante la tripla di Bramos, ma una bella giocata Peric-Ortner da il là alla riscossa dell’Umana Reyer: il 2/2 dalla lunetta ancora di Bramos e un’altra tripla di Haynes valgono il 7-0 del sorpasso (53-52) a metà quarto. Le triple di Aradori e McGee determinano sorpasso e controsorpasso, in una gara che continua all’insegna del massimo equilibrio (+3 Umana Reyer con Ejim preciso dalla lunetta, +1 Grissin Bon dopo il canestro di Lesic e la schiacciata di Bass), con il finale botta e risposta tra Hagins (schiacciata) e il giovane Bovacini che mandano le squadre all’ultimo quarto in perfetto equilibrio: 64-64.In apertura di quarto periodo, James illude Reggio, perché poi l’Umana Reyer infila un parziale di 9-0 (triple di Ejim ed Haynes e gioco da tre punti ancora di Ejim) per il 73-66 al 33’. Per merito delle difese, ancor più che per l’affiorare della stanchezza, le squadre si bloccano in attacco, prima che Tonut, dalla lunetta, dia il massimo vantaggio (75-66) agli orogranata. Gentile non ci sta e colpisce dall’arco, poi è il turno di Ortner dalla media e di McGee in penetrazione, a siglare il primo vantaggio in doppia cifra del match (79-69 al 36’30”). La guardia ex Cremona risponde poi con un 4/4 dalla lunetta al canestro di Lesic (83-71 al 38’). Le ultime speranze reggiane sono affidate a De Nicolao (gioco da tre punti) e Bovacini (1/2 dalla lunetta), ma ormai la partita è arrivata all’ultimo minuto e l’83-75 è sufficiente all’Umana Reyer per la gestione finale.

Uff.Stampa Reyer Venezia

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy