Torneo Internazionale Geovillage: Sassari non stecca l’esordio. Il Darussafaka costretto alla resa

Torneo Internazionale Geovillage: Sassari non stecca l’esordio. Il Darussafaka costretto alla resa

Commenta per primo!

La Dinamo Banco di Sardegna vince il match di esordio nel III Torneo internazionale Geovillage battendo i turchi del Darussafaka 70-66 e si aggiudica la finale. Grande prova dei giganti biancoblu con prestazioni monumentali di Eyenga (17 punti), Logan (17 punti), Haynes (14) e Sacchetti (10). Domani, alle 20:30, la finale contro il Brose Bamberg.

La scena. Seconda sfida della serata per la III edizione del Torneo internazionale Geovillage: al Geopalace questa volta va in scena il debutto della Dinamo, in campo contro il Darussafaka Dogus Istanbul per un assaggio tutto da Eurolega. Il Geopalace è gremito, da tutta l’isola i tifosi si sono ritrovati qui per vedere per la prima volta i nuovi giganti biancoblu della Dinamo Banco di Sardegna campione d’Italia. Pochi minuti prima la sirena finale del primo dei due match in programma per la prima giornata, chiusa con la vittoria del Brose Bamberg sulla Sidigas Avellino per 84-68. Per il terzo anno consecutivo il Torneo Geovillage organizzato da Geovillage Sport&Resort  e da Costa Eventi è il palcoscenico del grande basket internazionale con tre squadre della massima competizione europea e la Scandone Avellino. Prima dell’ingresso delle squadre in campo, il saluto del presidente dell’Hermaea Olbia, la società di volley femminile che milita nel campionato di serie A2, di casa al Geovillage, struttura dove si allena e dove disputa tutte le gare casalinghe del campionato.

Dinamo Banco di Sardegna 70Darussafaka Dogus Istanbul 66

(15-17; 17-14; 16-16; 21-19)

Dinamo Banco di Sardegna: Haynes 14, Petway 6, Logan 17, Formenti, Togashi, Pellegrino, Devecchi,  Alexander, D’Ercole,  Marconato, Sacchetti 10, Eyenga 17, Varnado 5. All. Meo Sacchetti

Darussafaka: Yagmur, Redding 6, Turen, Geyik 7, Ozdemiroglu 5, Gordon 6, Arslan 1, Ersin 12, Slaughter, Harangody 16, Bjelica 10, Preldzic 3.  All. Oktay Mahmuti

Il match. Starting five Dinamo Haynes, Petway, Logan, Eyenga e Varnado, i turchi rispondono con Redding, Gordon, Ersin, Harangody e Preldzic. Primo posseso per i giganti biancoblu che finalizzano con Varnado pronto sotto le plance. Gli uomini di coach Sacchetti dettano subito il ritmo con le bombe di Haynes prima e poi di Logan, che firma la doppia cifra sul tabellone. Il Darussafaka tiene con Gordon e Harangody, Eyenga punisce dall’arco infiammando il Geopalace.  Cambi nel quintetto biancoblu, Meo Sacchetti fa ruotare gran parte del roster, gli uomini di Mahmuti con Harangody sorpassano, i giganti tengono bene ma non riescono a capitalizzare tutte le occasioni ben costruite. La prima frazione si chiude 15-17. L’apertura del secondo periodo è in leggero calo, Sacchetti cerca la chimica giusta, i turchi sotto con Bjelica e Geyik si tengono avanti di qualche lunghezza e il coach biancoblu  chiama i suoi al minuto. Petway servito da Haynes dà la scossa al Geopalace con un numero acrobatico sul ferro. Ersin dalla lunetta, Sacchetti risponde con una bomba e Haynes dalla lunetta firma la parità (28-28) quando mancano meno di due minuti alla fine del primo tempo. Nell’ultimo giro  di cronometro Logan dalla media, Eyenga in volo in stoppata  e Petway sempre pronto sotto le plance, a due secondi dalla sirena firma la chiusura con il sorpasso sul 32-31. Al rientro dagli spogliatoi Logan apre Logan con una bomba, Harangody porta i turchi alla parità (35-35) ma Haynes alza la voce dall’arco  e ancora Logan a segno si porta in doppia cifra (11 punti) per il 40-37. Due bombe di seguito a firma di Sacchetti ed Eyenga fermano la reazione dei Turchi con Ersin e Redding e il cronometro ferma il terzo periodo sul 48-47. E’ Preldzic dall’arco ad aprire l’ultima frazione portando i turchi in vantaggio, i biancoblu non riescono a finalizzare e Sacchetti chiama il time out. Varnado dalla lunetta e Haynes tengono il fiato sul collo dei turchi, escono Varnado e Petway al completo di falli, Eyenga in contropiede e a chiudere sul ferro. Punteggio testa a testa, ed è doctor Logan dai 6,75 a due minuti dalla fine per il 63-60 a mandare on fire il Geopalace e a spazzare via la parità guadagnata da Bjelica. Harangody per il vantaggio di un possesso ed  ancora Eyenga, con un gioco da tre punti mette in cassa punti importantissimi quando manca poco più di un minuto alla sirena. Logan non sbaglia dalla lunetta, Mahmuti chiama time out a 16 secondi, Harangody in fallo su Logan che ancora glaciale dalla lunetta chiude i conti: i giganti biancoblu vincono 70-66.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy