Torneo Tirrenia: Johnson-Odom protagonista, Sassari va in finale

Torneo Tirrenia: Johnson-Odom protagonista, Sassari va in finale

Il Banco strappa il biglietto per la finale conquistando il match con l’Hapoel Gerusalemme 88-85.

Commenta per primo!

La Dinamo Banco di Sardegna conquista la finale del Torneo Internazionale Tirrenia imponendosi sull’Hapoel Gerusalemme 88-85 in una gara intensa ed emozionante. Sono gli ultimi secondi a consegnare la finale alla Dinamo, detentrice del trofeo dello scorso anno. Domani alle 21 gli uomini di Federico Pasquini incontreranno la Sidigas Avellino. Ottima prestazione corale dei biancoblu, condotti da un grande Darius Johnson Odom autore di 25 punti. Ben cinque uomini in doppia cifra per i sassaresi: Lacey (10), Savanovic (19), Carter (18) e Sacchetti (11). Tra gli avversari spicca un Jerome Dyson in grande spolvero con 23 punti.

La scena. Debutto della Dinamo Banco di Sardegna targata 2016/2017 di fronte al pubblico del GeoPalace. L’avversario è la formazione israeliana allenata da Simone Pianigiani, Hapoel Gerusalemme. Corsi e ricorsi nella seconda semifinale del Torneo Internazionale Tirrenia che decreterà la seconda finalista del Torneo: Jerome Dyson arriva nei panni di ex, mentre Simone Pianigiani trova il suo ex assistant coach Giacomo Baioni. Debutto europeo per Amar’e Stoudemire al GeoPalace.

Il match.  Coach Pasquini manda in campo Johnson Odom, Lacey, Savanovic, Martin e Carter, coach Pianigiani risponde con Stoudemire, Dyson, Eliyahou, Kinsey e Jerrells. Partono bene i padroni di casa che aprono i giochi con due triple di Carter e Johnson Odom dalla media. Accorcia l’Hapoel con Dyson dall’arco e 4 punti di Kinsey (10-9). La Dinamo tiene la testa avanti grazieall’energia di Sacchetti e la difesa di Devecchi (21-16). Con un mini break di 5 punti Dyson riporta i suoi in parità, la tripla di Menco sancisce il sorpasso degli ospiti. Il Banco ricaccia indietro l’Hapoel mettendo a segno un parziale di 18-5 che porta la firma di un intenso lavoro di squadra. Una tripla di Savanovic manda le squadre negli spogliatoi sul punteggio di 48-35. Al rientro dall’intervallo lungo Gerusalemme tenta la rimonta affidandosi a Shawn Jones ma il Banco, trascinato da un grande Johnson Odom ormai oltre il ventello, tiene la testa avanti. Il numero 1 biancoblu mette a referto 10 punti in 10′, Dyson e Jerrels accorciano le distanze in chiusura di quarto, il tabellone dice 70-59. L’Hapoel non ci sta: Kinsey, Stoudemire e Jerrels riportano gli ospiti a un possesso di distanza. Con 5′ sul cronometro il tabellone dice 72-70. Canestro di Savanovic, gli uomini di coach Federico Pasquini fanno 6/6 dalla lunetta che permette di siglare il +8, ma due bombe di Dyson tengono Gerusalemme a un possesso di distanza. Fallo della difesa proprio sull’ex Torino: Dyson fa 1/2 dalla linea di carità. Sul cronometro restano 36”, il tabellone dice 82-81: una magia di Johnson Odom con l’uomo addosso sigla il +3 quando mancano 14”. Jerrels in lunetta mette un libero, Savanovic da solo in contropiede segna agevolmente. Una tripla di Jerrels firma il -1 con 7” ma due liberi di Rok permettono al Banco di mettere in cassaforte la finale.

Dinamo Banco di Sardegna  88-  Hapoel Gerusalemme 85

(21-16; 27-19; 22-24; 18-26)

Dinamo Sassari. Johnson Odom 25, Casula, Lacey 10, Devecchi 2, D’Ercole, Martin, Sacchetti 11, Savanovic 19, Carter 18, Stipcevic 3, Ebeling, Monaldi. All. Federico Pasquini.

Hapoel Gerusalemme. Stoudemire 14, Dyson 23, Eliyahu 4, Timor, Menco 6, Kinsey 10, Jones 11, Shafa, Peterson, Jerrels 17, Rosefelt. All. Simone Pianigiani.

Uff.Stampa Dinamo Sassari

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy