Torneo Tirrenia: l’Hapoel conquista il terzo posto battendo Caserta

La Pasta Reggia Caserta perde la finale per il terzo e quarto posto del Torneo Torrenia contro l’Hapoel Gerusalemme.

Commenta per primo!

Dopo la deludente sconfitta di ieri contro Avellino, la Pasta Reggia Caserta affronta l’Hapoel Gerusalemme nella finalina per il terzo e quarto posto. Alla fine sono stati gli israeliani guidati in panchina da Simone Pianigiani a spuntarla grazie a due parziali importanti nel secondo e nel terzo quarto.

LA CRONACA – La tripla di Giuri e l’1/2 di Putney dalla lunetta portano la Pasta Reggia Caserta ad aprire il match con un 4-0 di parziale che, a causa di una discreta difesa, in poco tempo diventa 9-1 grazie ai punti di Putney e Gaddefors. I ritmi dell’incontro non sono forsennati ed è per questo  che la Juve vede il suo margine di vantaggio oscillare sempre tra i cinque e i dieci punti di vantaggio. Quando Sosa in contropiede realizza il canestro del +10 (20-10) bianconero, coach Pianigiani decide di chiamre un timeout al seguito del quale arriva un parziale di 10-0 dell’Hapoel che così chiude in parità il primo quarto sul 20-20.

L’avvio di secondo quarto non offre uno spettacolo esaltante ai non tantissimi spettatori presenti in tribuna e bisogna aspettare circa due minuti prima di vedere il tabellino smuoversi in seguito alla penetrazione vincente di Gaddefors alla quale segue il viaggio in lunetta non perfetto di Stoudemire. Gli israeliani provano ad alzare il ritmo e trova il suo primo vantaggio di giornata con il canestro di Peterson che porta i suoi a +1 sul 25-24. In questa fase le squadre danno vita a un bel botta e risposta che aumenta decisamente la godibilità dell’incontro. L’Hapoel prova l’allungo grazie a un 4-0 di parziale firmato Jerrels-Peterson e si porta a +4 sul 34-30, Sosa prova a interrompere il buon momento degli avversari, ma gli israeliani hanno più qualità e chiudono il secondo quarto in vantaggio per 40-36.

La Pasta Reggia prova a tenere botta in avvio di secondo tempo grazie a un Sosa in grande spolvero, ma non è facile riprendersi la testa del match contro questo Hapoel che mantiene sempre un certo margine di vantaggio finché la tripla di Cinciarini e il canestro di Watt non riportano i bianconeri in vantaggio sul 47-46 in loro favore. La formazione di Simone Pianigiani si riprende ciò che la Juve a fatica gli aveva tolto in relativamente poco tempo e, con un parziale di 13-2, trova nuovamente la doppia cifra di vantaggio sul 59-49. Dopo il timeout voluto da Sandro Dell’Agnello, non cambia di molto la musica e il divario tra le due compagini resta sempre intorno ai dieci punti. Nel finale è la tripla di Sosa a fissare il punteggio alla fine del terzo quarto sul 65-59 in favore dell’Hapoel.

Dopo il botta e risposta tra le due squadre dei primi minuti del quarto, sono sempre sei (70-64) le lunghezze che dividono Hapoel e Juvecaserta, anche se la partita non è particolarmente accattivante. I tanti errori di entrambe le squadre fanno sì che il punteggio resti fermo sul 70-64 per qualche minuto, sintomo che anche dal punto di vista della concentrazione la partita ha ancora poco da offrire. Caserta con Putney e Sosa prova a far male l’avversaria che però senza troppa fatica tiene l’avversaria a distanza e vince per 80-74.

Pasta Reggia Caserta 74 – Hapoel Gerusalemme 80

(20-20; 16-20; 23-25; 15-15)

Juve Caserta. Sosa 28, Duranti 1, Cinciarini 8, Ventrone, Putney 10, Gaddefors 8, Bergantino, Giuri 7, Bostic, Cefarelli 2, Watt 10. All. Sandro Dell’Agnello.

Hapoel Gerusalemme. Stoudemire 3, Dyson 11, Eliyahu 8, Timor 6, Menco 2, Kinsey 8, Jones 14, Shafa, Peterson 10, Jerrels 18, Rosefelt. All. Simone Pianigiani.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy