Trento-Roma, le pagelle: Spanghero è di un altro pianeta

Trento-Roma, le pagelle: Spanghero è di un altro pianeta

TRENTO:

Mitchell: 7 Lavora moltissimo per i compagni regalando assist (3 ass) e giocate difensive degne di nota. Fa fatica in attacco concludendo con 8 punti e tirando con il 25% da 2. La sua valutazione è comunque positiva, dimostrando di saper giocare di squadra nel momento del bisogno.

Sanders: 7,5 Uno dei migliori in campo per Trento. Tira bene da dentro l’area (¾) e si fa sentire in fase d’attacco con ben 4 assist per i compagni. Qualche palla persa di troppo ma non fosse per questo sarebbe da considerare l’MVP dell’incontro.

Armwood 6: Non incide particolarmente in attacco l’ala statunitense, realizzando zero punti su 3 conclusioni tentate. In difesa fa sentire il suo peso in particolare nella fase di rimbalzo (4 tot).

Pascolo: 7,5 Parte dalla panchina per un problema fisico, poi coach Buscaglia capisce che non può fare a meno di lui e lo inserisce nella mischia. Ne uscirà una prestazione da giocatore maturo. Realizza 13 punti col 100% dal campo ed è freddissimo ogni volta che viene chiamato a realizzare i liberi sui tanti falli subiti.

Grant: 6,5 Prestazione da sufficienza quella della guardia americana. Il suo tabellino parla di 4 punti ed una gara abbastanza opaca, anche se nel momento del bisogno sa alzare il ritmo assieme ai suoi compagni per aggiudicarsi la vittoria.

Forray: 7 Il capitano bianconero celebra l’ennesima partita di sostanza, fatta di sacrificio e tanto lavoro per i compagni. Assist man dell’incontro con ben 5 palle servite ai compagni, chiuderà la gara con 4 punti ed una palla rubata.

Flaccadori: 6,5 Buscaglia gli regala qualche meritato minuto in campo. Nonostante la giovane età Flaccadori non manca di tenacia e volontà. Da segnalare il bellissimo canestro in penetrazione che lo iscrive meritatamente al tabellino dell’incontro.

Owens: 7,5 12 punti e 5 rimbalzi di cui ben 3 in attacco fanno di lui la vera spina nel fianco della difesa giallorossa. Attacca e lavora bene per i compagni sancendo la sua importanza nella fase di attacco della compagine trentina.

Baldi Rossi: 6,5 Appare in difficoltà nelle prime battute di gara dove fa fatica a trovare il canestro, poi si arma di coraggio e porta a casa una gara fatta di solidità difensiva (6 rimb) e di buoni spunti in attacco (6 punti tirando col 50%).

Spanghero: 8,5 In assoluto il migliore dei suoi ed MVP dell’incontro. 20 punti con il 100% sia da due che da tre ne incorniciano la partita perfetta. Maturazione pressochè raggiunta per il play friulano, che non solo va a canestro con facilità disarmante ma regala assist e giocate capaci di far incendiare letteralmente il pubblico trentino.

Coach Buscaglia: 7,5 Per i primi 3 quarti di gioco vede i suoi arrancare e stare attaccati agli avversari grazie alla tenacia dei singoli. E’ determinato a portare a casa la gara inventandosi la mossa che cambierà l’inerzia dell’incontro. Inserisce il doppio play, manda in crisi la difesa romana e regala l’ennesima vittoria al pubblico bianconero.

 

ROMA:

Freeman: 5,5 Termina la gara con 13 punti totali frutto di un buon lavoro dal campo, Fa fatica da 3 e perde 4 palle totali. Partita altalenante la sua dove alterna giocate da campioni ad errori banali che facilitano l’attacco bianconero.

Ejim: 5,5 Uno dei migliori dei suoi in fase realizzativa con 11 punti finali frutto di un 80% da due e di un 50% da 3. Le 5 palle perse lo condannano però all’insufficienza.

Curry: 6 Fa la voce grossa in difesa con 5 rimbalzi e due palle rubate, ma trova la retina soltanto 2 volte questa sera per un totale di 4 canestri, decisamente un magro bottino per uno dei trascinatori di questa squadra.

D’Ercole: 5,5 Gioca 13 minuti il play classe 88 ma non riesce ad incidere particolarmente nella gara, appena due punti per lui non sono abbastanza per regalargli la sufficienza.

Sandri: 6 Quando viene chiamato in causa da coach Dalmonte si fa trovare pronto, realizza 7 punti facendosi trovare pronto in attacco ma subendo molto la fisicità avversaria in fase difensiva.

De Zeeuw: 5 Partita da dimenticare la sua, non solo per gli zero punti realizzati ma soprattuto per una fase difensiva altalenante e di momenti di blackout (2 palle perse ingenuamente) che regalano punti all’attacco di Trento.

Vukona: 5 Entra 9 minuti per far rifiatare i compagni ma diventa un problema per Dalmonte. Da segnalare le due palle perse frutto di una prestazione nel complesso di scarsa qualità.

Stipcevic: 6,5 Uno dei veri trascinatori dell’Acea Roma nella partita del Palatrento. Realizza 13 punti con il 75% di positività, 2 assist e 9 rimbalzi. Peccato leggere sul suo tabellino 2/11 da tre, fondamentale in cui ha peccato ma che poteva di certo cambiare volto alla partita.

Ebi: 6,5 Assieme a Stipcevic ha provato a stare aggrappato fino alla fine al dilagare della squadra di casa. E’ certamente il migliore dei suoi con 18 punti e 3 rimbalzi, ma un po’ come tutta la sua squadra perde troppe palle regalando secondi di gioco e di tranquillità al reparto d’attacco di trento.

Coach Dalmonte: 6 Interpreta alla perfezione la gara nella prima parte dell’incontro portandosi addirittura sul +10. Nella seconda frazione però non è in grado di tamponare la reazione dei padroni di casa che dilagano nell’ultimo quarto. Ora dovrà vedersela contro Bologna in quella che sarà una partita decisiva nella lotta per raggiungere i playoff.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy