Trofeo Città di Sassari: Cantù espugna Sassari e si classifica al 3° posto

Trofeo Città di Sassari: Cantù espugna Sassari e si classifica al 3° posto

Commenta per primo!

 

A rivederle in campo queste due squadre vengono in mente i ricordi di una sfida infinita, conclusasi a gara 7, che nella scorsa stagione ha appassionato tutti i tifosi, e non, di queste due squadre. Anche stasera, nonostante sia ancora precampionato, Sassari e Cantù si sono divertite e hanno fatto divertire i circa 1000 tifosi che hanno assistito alla partita. Come avvenuto nel maggio scorso è ancora Cantù a spuntarla con il solito finale thrilling, e dopo un supplementare, per 88-89 che permette ai lombardi di piazzarsi al 3° posto nel torneo. Tra le file dei brianzoli splendida prestazione per Aradori autore di 26 punti, e dei tiri liberi che sono valsi la vittoria e Jones che ne ha messi a segno ben 24. Sassari, senza Travis Diener, espulso nel terzo periodo, ha faticato a mantenere il buon vantaggio accumulato nei primi due periodi. Tra le file dei sardi da menzionare certamente le buone prove di Drake Diener e Caleb Green autori entrambi di 17 punti.

1° QUARTO:

Parte meglio la squadra allenata da Sacripanti che con due bombe firmate da Ragland e Leunen si porta subito avanti. Sassari non ci sta e pareggia nel giro di un minuto, complici i canestri di Travis Diener e Johnson che, con una schiacciata in alley oop,su assist di Drake Diener, fa esplodere i circa 1000 spettatori presenti.

Dal quarto minuto prende tutta la scena il nazionale Cusin che con 7 punti personali, di ottima fattura, di cui una giocata da 3 punti, lancia i lombardi sul 10-18. Sassari non ci sta e riesce a chiudere il primo periodo sul -2 sfruttando la vena realizzativa di Thomas (6 punti) e Devecchi (tripla) che fissano il risultato sul 17-19.

 

 

2° QUARTO:

Nel secondo quarto i padroni di casa tentano di dare uno schiaffo decisivo alla partita grazie ad un ottimo parziale, specialmente da 3 con un 4/9 nel solo periodo, che permette agli uomini di Sacchetti di chiudere un vantaggio di 13 punti: apre le marcature Jack Devecchi che con una bomba permette a Sassari il sorpasso, il giovane Tessitori, con una schiacciata, mostra grande personalità sotto canestro, Drake Diener completa il parziale di 7-0 fissando il risultato sul 24-19. Cantù tenta una timida reazione con Abass e trova un’importante giocata da 3 punti, Sassari non si fa impensierire e con un Johnson scatenato, autore di 5 punti di fila, chiude il quarto con il risultato di 41-28.

3° QUARTO:

Dopo l’intervallo lungo, nelle prime battute del quarto, il copione del match non cambia: è la Dinamo a tenere in mano il match grazie ad uno scatenato Drake Diener che apre il tempo con 6 punti di fila (47-35). La reazione di Cantù è affidata a Jones che punisce la difesa sarda dai 6,75, Ragland con una sciocchezza a centrocampo commette un fallo antisportivo e permette a Omar Thomas di segnare i liberi del nuovo +11. Poco dopo succede l’episodio che da una piccola svolta al quarto: Travis Diener dopo un fallo subito, non sanzionato dagli arbitri, si scaglia contro uno di loro e viene espulso. Aradori non sfrutta al meglio il viaggio in lunetta (2/4), ma i suoi compagni non perdonano la disattenta difesa sarda che si vede recuperata nel punteggio da Jones e Cusin che portano i lombardi sul -4. Sul finire di quarto i sardi ingranano la quinta e con un nuovo controparziale ad opera di Caleb Green e Devecchi chiudono il tempo sul 60-52.

4° QUARTO:

Nell’ultimo quarto inizio sprint per i lombardi che recuperano in un Amen 6 punti portandosi a sole due lunghezze dalla Dinamo. Sassari prova ad allontanare la minaccia con il libero di Tessitori, ma il giovane pivot sbaglia e permette a Jones di ricucire ad una sola lunghezza lo svantaggio ospite. Il sorpasso di Cantù arriva pochi minuti dopo grazie al bel canestro da sotto di Leunen. Sassari non sta a guardare e riporta il naso avanti con il canestro da sotto di Drake Diener. Un ottimo Caleb Green prima realizzatore, poi assistman per Sacchetti, lancia nuovamente la Dinamo sul 71-66. Il finale di tempo è come al solito elettrizzante e punto a punto, un po’ come avvenuto la scorsa stagione nella lunghissima serie playoff. A 4 secondi dalla fine il risultato recita 74-72 per Sassari con Cantù che riesce a pareggiare il match grazie a Jones, glaciale dalla lunetta. Con 1 secondo e 64 decimi Sassari ha la la rimessa da metà campo, ma Drake Diener sbaglia e manda le due squadre all’overtime.

1° OVERTIME:

I primi due minuti di gioco scivolano via senza grosse emozioni con le due squadre che se la giocano punto a punto complici i centri di Green e Rullo. Leunen gela la difesa sassarese con una bomba, Brian Sacchetti non incide da lunetta 1/4 e Aradori punisce ancora i sardi con una tripla che vale il 79-83. Il finale è tutto in salita per Sassari che sotto di tre punti cerca di sfruttare il fallo sistematico per recuperare il match, ma Aradori è implacabile dalla lunetta e chiude i conti. Finisce 88-89 per Cantù.

Dinamo Banco di Sardegna:

M. Green 7, Fernandez 0, C. Green 17, Devecchi 8, T. Diener 4, Johnson 9, Sacchetti 11, Reinholt n.e., D. Diener 17, Tessitori 5, Thomas 10.

Coach Romeo Sacchetti

 

Pallacanestro Cantù:

Abass 5, Jones 24, Uter 0, Rullo 0, Leunen 16, Jenkins 0, Ragland 3, Aradori 26, Cusin 13, Gentile 4.

Coach Stefano Sacripanti

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy