Tutti contro Galloway, non c’è pace per la guardia varesina

Tutti contro Galloway, non c’è pace per la guardia varesina

Coach Moretti in conferenza risponde con “no comment” ad ogni riferimento alla guardia ex Tortona e intanto il pubblico fischia e contesta. La rottura è vicina…

Fuori rosa, tagliato, reintegrato, criticato e fischiato. Le ultime settimane di Ramon Galloway non sono certo le più tranquille della sua carriera. Quando, dopo la pessima partita di Venezia, l’ex Tortona era ad un passo dall’addio, infortuni e intoppi di mercato hanno consegnato su un piatto d’argento una nuova chance per la tanto criticata guardia della Openjobmetis. A poco è servito, perché il gennaio della guardia nativa di Philadelphia è stato un ulteriore passo indietro che ha segnato una (pare incolmabile) frattura con gli spettatori del Palawhirpool. Fra Venezia, Caserta e Milano, Galloway non è riuscito ad invertire la rotta, nonostante i tanti minuti concessi da un ormai rassegnato Moretti (in sala stampa ha risposto con un “No comment” ad ogni riferimento a Ramon) presentandosi con un freddissimo 1/15 dall’arco, condito con una serie infinita di banali quanto irritante palle perse (saranno ben 8 contro l’EA7). In FIBA Eurocup, con avversari più modesti, il trend continua e l’ultimo 0/4 dal campo nella vittoria risicata contro l’AEK Larnaca ha fatto infuriare anche i più imperturbabili spettatori, sommergendo il numero 55 con una bordata di fischi. Se aggiungiamo anche il battibecco con Kangur durante Varese-Milano, sembra che anche il resto del team non goda di ottimi rapporti con lui. È vero… dalle parti del Sacro Monte vige il detto “piutost che nient, l’è mei piutost” ma a patto che questo piuttosto non risulti un boomerang. La panchina è corta, gli infortuni non smettono di bersagliare Varese, il mercato non si sblocca, ma il competente pubblico di Masnago un’idea ormai se l’è fatta e pare difficile che la cambi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy