Torneo di Jesolo: una buona Grissin Bon batte l’Hapolel Jerusalem e vola in finale

Torneo di Jesolo: una buona Grissin Bon batte l’Hapolel Jerusalem e vola in finale

Nel Torneo di Jesolo la Grissin Bon si aggiudica la prima gara dominando per tutti i 40 minuti la formazione di coach Pianigiani

Commenta per primo!

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – HAPOEL JERUSALEM 67-58         (19-17; 32-24; 51-42)

GRISSIN BON: Aradori 18, Polonara 11, James 4, De Nicolao 6, Bonacini, Strautins 5, Bass 6, Lesic 10, Degli Esposti Castori ne, Lever ne, Gentile 7, Vigori ne. Coach: Menetti.

HAPOEL JERUSALEM: Stoudemire 19, Dyson 6, Eliyahu 4, Halperin 1, Timor, Menco 2, Kinsey 10, Jones 3, Shefa ne, Peterson, Jerrells 13, Rosefelt ne. Coach: Pianigiani.

Arbitri: Bartoli, Saraceni, Tirozzi.

LIDO DI JESOLO – La Grissin Bon scende in campo a Jesolo nella prima semifinale dell’omonimo torneo internazionale affrontando i campioni di Israele dell’anno 2015 dell’Hapoel Jerusalm, colmi di volti noti della palla a spicchi italiana. Coach Simone Pianigiani ed il suo assistente Marcelo Nicola sono accompagnati da Jerome Dyson, Tarence Kinsey, Curtis Jerrells e dall’ex stella NBA Amar’e Stoudemire.

Assenti Amedeo Della Valle e Riccardo Cervi, oltre al solito Derek Needham, il quale si unirà ai compagni il 18 settembre.

Nel primo parziale i biancorossi si guadagnano il vantaggio con un gioco corale che manda a referto ben 7 atleti. L’ex pesarese Kinsey mantiene l’Hapoel in corsa, ma i “locali” riescono ad imporre fin da subito il loro ritmo di gioco vertiginoso.

Nel secondo quarto la Grissin Bon mette la museruola alla compagine di Simone Pianigiani; solo 2 punti per i ragazzi di Pianigiani nella prima metà di periodo ed il divario all’intervallo si allarga; 32-24 il punteggio con Aradori e Bass best scorer reggiani con 6 punti, sintomo del fatto che le realizzazioni sono ben distribuite tra i 9 effettivi scesi in campo sino ad ora.

Terzo periodo con reazione per l’Hapoel che accorcia le distanze, Gentile e Polonara riportano la Grissin Bon a distanza di sicurezza.

Ultimo quarto nuovamente di marca israeliana nella prima parte, ma è ancora il gruppo biancorosso guidato da Max Menetti a mettere la parola fine al match con azioni manovrate in attacco ed una pressione difensiva asfissiante.

Risultato finale 67-58 in favore dei reggiani con 19 punti di Pietro Aradori ed 11 di Achille Polonara. Domani alle ore 20:30 la finale per il 1°/2° posto con la vincente del secondo incontro tra la Reyer Venezia ed i campioni di Slovenia dell’Helios Domzale.

Ufficio Stampa Pallacanestro Reggiana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy