G2 Venezia – Cremona, la sala stampa: le parole di De Raffaele e Sacchetti

G2 Venezia – Cremona, la sala stampa: le parole di De Raffaele e Sacchetti

Le parole dei due allenatori dopo la seconda partita della serie, che ha visto nuovamente vincere la Reyer Venezia

di Riccardo Lucarini

Walter De Raffaele, coach Umana Reyer Venezia: 

“Abbiamo giocato una partita solida per tutti i 40′. E’ molto importante essere 2-0 contro una squadra come Cremona, che ha molto talento. Nella gara di oggi mi ha soddisfatto il terzo quarto, in cui abbiamo aumentato l’intensità in difesa, il che ci ha portato nell’ultimo quarto la possibilità di fare quello che ci piace di più, cioè correre e far viaggiare la palla con tanti protagonisti diversi. Basta guardare il conto degli assist della panchina, che sono più di quelli del quintetto. E la gestione delle palle perse, un elemento importante contro una squadra come la Vanoli che del contropiede e della transizione fa un punto fondamentale del suo gioco. L’errore più grande che potremmo fare, ma il pensiero neanche ci sfiora, è quello di pensare che la serie sia già chiusa o che sia una serie facile. Sappiamo di avere tre possibilità e sappiamo di doverci provare fin dalla prossima partita. Che sarà una aprtita difficile contro una avversaria che in casa si esalta ancora di più”.

Romeo Sacchetti, coach Vanoli Cremona: 

L’avvio di gara è stato uguale a quello della prima partita, poi abbiamo fatto bene nel secondo quarto e, a sprazzi, nel terzo, poi abbiamo pensato alla partita in casa. Ora ci dormiamo sopra, e da domani mi aspetto una reazione di orgoglio per una partita in casa in cui vorremo esprimerci in linea con il livello del nostro campionato. Al di là della superiorità della Reyer, dobbiamo verificare se abbiamo ancora un po’ di benzina, o se proprio non ne abbiamo più. Quattordici palle perse e solo una recuperata, oltre a cinque stoppate è indicativo. Dopo che ci hanno preso a sberle, mi aspetto una reazione.

Non si può parlare di scarse motivazioni in riferimento ad una squadra che incontra Venezia, contro cui ha perso tre partite su tre; non si può parlare di mancanza di motivazioni quando si giocano i play-off”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy