Venezia-Montegranaro, le pagelle: Reyer stellare con Vitali e Smith, Sutor in completo affanno

Venezia-Montegranaro, le pagelle: Reyer stellare con Vitali e Smith, Sutor in completo affanno

Commenta per primo!

Umana Reyer Venezia:

Peric 6,5: le statistiche non rendono merito al croato, vero uomo-ombra del team di Mazzon ed in grado di coinvolgere i compagni con la sua straordinaria visione di gioco
Giachetti 6,5: prova ampiamente sufficiente per il play toscano che non eccelle in alcun dato statistico ma si dimostra presente in ogni fase del gioco.
Rosselli 7: il capitano torna a recitare un ruolo da protagonista nella “sua” Venezia: difesa, senso della posizione ed un inusuale 2/2 dai 6,75.
Linhart 7
: efficace in fase offensiva piedi per terra, in difesa non molla un centimetro a Cinciarini che soffre terribilmente la sua marcatura.
Vitali 7,5: prestazione super dell’ex Cremona: entra a fine primo quarto e spacca la partita con una regia ordinata ed alcuni colpi da “top 10”.  19 di valutazione in 16’, comprensivo di 13 punti e 4 rimbalzi.
Taylor 6,5: sbanda paurosamente all’inizio della partita, poi nel secondo tempo da sfoggio delle sue qualità.
Smith 7,5
: 9/9 al tiro da 2 punti, rasenta quasi la perfezione in fase offensiva. Vero enigma per la difesa marchigiana.
Akele 6,5: esordio fortunato per la guardia del vivaio che va a segno con i suoi primi punti in A1.
Magro 7,5: terzo quarto di un’intensità pazzesca per il pivot della Nazionale. Contiene Skeen e timbra una delle migliori prove in orogranata.
Easley 6,5: a fasi alterne nel primo tempo gravato di 3 falli, nella ripresa decide di fare la voce grossa e chiude con 12 punti e 8 rimbalzi.

Sutor Montegranaro:

Cinciarini 5,5: ha il merito di provarci fino alla fine, ma si vede che non è giornata. Sofferta a dismisura la marcatura di Linhart.
Sakic 5: molto confusionario, la brutta copia del giocatore ammirato all’esordio contro Roma.
Mayo 5: a sprazzi si rende efficace ma incappa in una serata storta al tiro (3/9).
Tessitore 5: 12 minuti di anonimato, poteva sfruttare meglio l’occasione.
Rossi s.v:
Lauwers 5:
di mestiere fa il “tiratore”, ma oggi non è per nulla efficiente e fallisce diverse facili conclusioni piedi per terra (1/6)
Campani n.e
Mitrovic n.e
Detrick 5
: si sblocca finalmente nel terzo quarto. Acquistato per tappare la “falla Collins”, ma non ci siamo ancora
Quaglia s.v
Skeen 5,5:
assieme a Cinciarini è l’ancora di salvataggio della Sutor nei primi due quarti, nel secondo tempo naufraga assieme ai suoi compagni

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy