Virtus Bologna – Brindisi, la sala stampa: le parole di Ramagli e Vitucci

Virtus Bologna – Brindisi, la sala stampa: le parole di Ramagli e Vitucci

Le dichiarazioni post partita degli allenatori dopo il match che ha visto prevalere la Virtus, anche grazie ad un superlativo Alessandro Gentile.

di Matteo Capelli

Continua la rincorsa ad un buon piazzamento finale della Segafredo Bologna che ha battuto in casa l’Happy Casa Brindisi col punteggio finale di 94 a 85. Come di consueto, il post partita è stato caratterizzato dalle dichiarazioni degli allenatori.

Ecco le parole di coach Alessandro Ramagli: “Avevamo l’idea di giocare nei primi 7 secondi ed ha sicuramente pagato, poi però era importante avere più pazienza quando nei primi 7” non c’era vantaggio. Invece abbiamo preso troppi tiri tra il 7° e il 12° secondo dell’azione, concedendo a loro la transizione. Il nostro attacco non è stato bilanciato, i lunghi non hanno toccato mai la palla. Fortunatamente, nel momento cruciale siamo riusciti a prendere tiri ragionati e a farli lavorare a metà campo, prendendo quel vantaggio che è stato decisivo.
Pajola? Lo considero a tutti gli effetti un giocatore della rotazione, ha giocato minuti importanti. Abbiamo dovuto giocare tanto Alessandro (Gentile ndr) da 4 perché Filippo (Baldi Rossi ndr) s’è fatto male al gomito, e anche Klaudio (Ndoja ndr) è stato bravo visto che arrivava dagli infortuni.
I 31 punti di Gentile? Dico che è una fortuna averlo. Dopo Varese è cambiato qualcosa nella sua testa: ora è un vero leader e gioca molto per la squadra. E’ in una situazione di “comfort” e anche avesse fatto 17 punti e non 31 avrebbe sicuramente fatto altro di prezioso per la squadra.”

Coach Frank Vitucci ha analizzato a fine partita l’andamento della gara.

Queste le sue dichiarazioni: “Sapevamo che per vincere qui dovevamo fare qualcosa in più rispetto al solito. Ci abbiamo anche provato nonostante qualche problema fisico occorso a Moore in settimana e che oggi non ha trovato confidenza con il problema accusato alla sua mano destra. Dobbiamo mettere qualcosa in più dal punto di vista della convinzione a partire dal prossimo importantissimo match in casa con Sassari. Bologna è stata molto cinica a punirci, sono stati sempre in testa e hanno controllato l’incontro. Abbiamo pagato dazio qualche esitazione di troppo sia difensiva che offensiva non riuscendo a colmare il gap o passare avanti. Dal punto di vista offensivo sia Giuri che Lydeka ci hanno dato un ottimo contributo ma ci è mancato qualcosa strutturalmente per poter vincere.”

Ufficio Stampa Virtus Pallacanestro e Happy Casa Basket Brindisi

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy