Virtus Bologna, la ripartenza passa dalla nomina del nuovo GM

Virtus Bologna, la ripartenza passa dalla nomina del nuovo GM

Basciano e Bucci sono al lavoro per trovare la nuova guida tecnica della società bolognese. Nel frattempo la FIP accetta il rinvio del cambio di denominazione, vista la possibilità di ripescaggio in A1.

Commenta per primo!

La Virtus Bologna si prepara a vivere le settimane che daranno il via alla ripartenza verso la prossima stagione. La retrocessione ha lasciato enorme confusione sotto le due torri, con i due leader della società bianconera, Pietro Basciano e Alberto Bucci, che si vedono sobbarcati dell’intero lavoro di ricostruzione.

Mentre il Consiglio Federale della FIP di ieri pomeriggio ha accettato il rinvio del cambio di denominazione della Virtus, che resta quindi in attesa del destino della Juve Caserta, domani la fondazione si riunirà per delineare il piano economico futuro, tenendo conto delle uscite di scena di Maurizio Mazzieri e Daniele Fornaciari.

Sul fronte tecnico le Vunere hanno già incontrato due possibili candidati nel ruolo di GM: come riportano Stadio e il Corriere di Bologna, si tratta dell’amministratore delegato di Trapani Julio Trovato, che già ha lavorato con Basciano, e di Daniele Della Fiori, attuale direttore sportivo della Pallacanestro Cantù. I due dirigenti dovrebbero dare una risposta definitiva sulla loro candidatura nelle prossime due settimane. In ogni caso, il nuovo GM dovrebbe essere affiancato da Loredano Vecchi, manager Camst e attualmente già collaboratore della Virtus. Per quanto riguarda lo snodo allenatore, Alessandro Ramagli rimane il favorito, nonostante sia ancora sotto contratto con Siena.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy