Virtus e Stings, a Cento amichevole con vista play off

Virtus e Stings, a Cento amichevole con vista play off

Commenta per primo!

Finisce 90-83 per la Virtus l’amichevole contro gli Stings , giocata al Pala Benedetto di Cento davanti a circa 300 appassionati di basket che hanno assistito ad un match, magari non esaltante dal punto tecnico e del ritmo, ma che ha dato indicazioni interessanti ai due coach Valli e Morea. Amichevole che non si è fatta mancare anche una scazzottata tra Landi e White nei minuti finali, quando come sempre succede in questi match, entrambe le squadre non hanno voglia di perdere. Il pensiero per le squadre era comunque rivolto ai match che attendono i felsinei (in casa con Varese) e i virgiliani (in casa con Trieste) , tappe di avvicinamento ai play off che sono un obbiettivo che entrambe i quintetti vorrebbero conquistare.

QUI VIRTUS: Coach Valli ha ruotato tutti gli elementi della rosa, cercando di aggiustare e di migliorare quelle situazioni che ad Avellino ed ultimamente in trasferta non sono andate per il verso giusto.Degli americani Reddic pur con qualche pasticcio ha fatto una gara discreta, così come White che scazzottata a parte con Landi, nell’ ultimo periodo aveva trovato continuità in attacco. Gaddy, Hazell e Ray a turno hanno fatto il loro compito, anche senza dare continuità alla loro azione. Della pattuglia italica bene Fontecchio, decisivo Mazzola nell’ ultimo periodo, Fontecchio e Cuccarolo attenti a non fare danni ma non molto in sintonia con gli ameni e scolastici ritmi della gara, Tassinari enfant du pays (è di Cento) con ogni probabilità emozionato a giocare a casa sua, non ha sfigurato sotto gli occhi della dirigenza di casa che lo accoglierebbe a braccia aperte la prossima stagione.

QUI STINGS: senza Rullo e Wojciechowski recuperabili contro Trieste, coach Morea ha mischiato le carte.Dei tre ex Moraschini è sembrato stanco giocando in più ruoli, Landi è cascato nelle provocazione di White ma il giocatore è davvero un prospetto da seguire, Gaddefors si è dimostrato voglioso e continuo contro la sua ex squadra, se giocasse sempre così.Bene Amoroso che sotto canestro ha fatto cose eccellenti e non solo in quel contesto di parquet, Fultz e grande onesta apparizione senza squilli da sballo, superlativo Maccaferri micidiale dall’ arco (6/10 da 3p), ma alcune bombe sono state sganciate con gli americani della Virtus colpevolmente assenti nella marcatura (eufemismo!!) bravo lui ma il concorso di colpa degli USA bolognesi è discretamente elevato.

LA GARA: ritmi soft, scolastici, la Virtus scappa sia nel primo quarto che nel secondo ma gli Stings replicano al duo Ray- Reddic con il trio Gaddefors- Landi ed Amoroso.Nel terzo periodo Bologna scappa con il duo Fontecchio- Mazzola (11 per i 2)  ma dall’ altra parte Gaddefors, Amoroso e un imperiale Maccaferri (8 per lui) tengono a contatto gli Stings.White si erge protagonista ne fa 9 in fila unica ancora offensiva virtussina, ma il Maccaferri di Cento fa polpette della non difesa bianconera (9 per lui).Si arriva al 38 punto a punto con la scazzottata tra Landi e White, Mazzola da capitan coraggioso ne infila 5 per chiudere la gara definitivamente. POST GARA: Coach Valli è moderatamente soddisfatto «Ringrazio la società di Cento per averci data la possibilità di effettuare questa amichevole- ci dice il coach bianconero- ho ruotato i giocatori compreso Tassinari che è nato qua ed abbiamo lavorato su alcuni aspetti difensivi. I play off sono alla nostra portata, abbiamo tre gare importanti per conquistare il sogno che ci meritiamo.Abbiamo dimostrato di essere vivi, il nervosismo finale è positivo, anche se Landi lo conosciamo bene e White non sopporta come gli americani ,il gioco sporco». Alberto Morea guarda il bicchiere pieno o quasi: « Ottime indicazioni contro una squadra fisica- ci dice il coach mantovano-  nonostante le assenze abbiamo disputato un buon test contro una squadra che ha messo in campo molte difese allungate, alternando zona ed uomo, sapendo che Trieste può opporci le medesime trappole. Il futuro è tutte nelle nostre mani, i play off sono una meta non impossibile, Maccaferri è stato bravissimo e con qualche errore in meno potevamo fare nostra questa sfida».

 VIRTUS BOLOGNA- STINGS MANTOVA 90-83

VIRTUS: White 14, Cuccarolo 6, Gaddy 11, Imbro`4, Fontecchio 12, Mazzola 10, Tassinari 2, Hazzell 7, Ray 9, Reddic 15.Allenatore: Valli
STINGS: Mazic 6, Grande 2, Moraschini 1, Gaddefors 21, Fultz 7, Landi 9, Stanzani, Amoroso 16, Maccaferri 21.Allenatore: Morea

Arbitri: Tirozzi, Tallon e Saraceni.Note: primo tempo  41-37.Parziali: 22-20, 19-17, 27-21, 22-25.Tiri liberi: Virtus 21/29, Stings 10/17.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy