Virtus Roma, fumata nera: dietrofront Vescovi, futuro a rischio

Virtus Roma, fumata nera: dietrofront Vescovi, futuro a rischio

Commenta per primo!

La Gazzetta dello Sport riporta novità sulla situazione della Virtus Roma che spengono la flebile speranza data dalle notizie di ieri: sembra infatti che non ci sia stata la svolta attesa dall’incontro con Vescovi, ovvero di riproporre come a Varese un consorzio come soluzione. Vescovi sarebbe già ripartito da Roma con un niente di fatto tra le mani, mentre il presidente romano Claudio Toti dal canto suo ha annullato il meeting fissato in Comune con l’assessore allo sport Masini.

Sembra da voci di corridoio che Toti non fosse soddisfatto dei termini dell’incontro, motivo del suo tirarsi indietro, mentre per parte varesina si vocifera che il patron della Virtus non volesse farsi da parte come richiesto dal tipo di soluzione. Non prestando troppo ascolto alle voci, quello che è però chiaro è che la  situazione si fa sempre più spinosa, e Roma è sul filo di un rasoio: tutto è legato alla volontà di Toti, che di fronte alla chiusura dell’ultima possibilità sembra aver manifestato l’intenzione di chiudere i battenti e di non iscrivere la squadra al prossimo campionato di Serie A, sciogliendo anche l’accordo per il settore giovanile con l’Eurobasket.

Davvero la Virtus è sull’orlo di un baratro: la speranza è che il presidente Toti torni sui suoi passi, come accaduto in altre occasioni in cui avrebbe voluto lasciare, e salvi come in passato la realtà del basket romano, che non merita di finire così.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy