Alla Fiat non bastano cuore ed orgoglio, Milano passa in un testa a testa dal sapore antico

Alla Fiat non bastano cuore ed orgoglio, Milano passa in un testa a testa dal sapore antico

FIAT Torino – EA7 Milano 97-100
La Fiat ce la mette tutta in una partita più che combattuta, ma è l’Olimpia a passare di misura in un Ruffini tutto esaurito

Commenta per primo!

Launch match della sesta giornata in un PalaRuffini esaurito in ogni ordine di posto. Torino chiedeva certezze a Wilson ed Harvey ed una maggiore solidità difensiva corale ed il calendario l’ha portata a cercare risposte (ed a trovarle) proprio contro la corazzata dei Campioni d’Italia dell’EA7. Non sono bastati quindi 28 punti di Harvey, 4 uomini in doppia cifra e 4000 persone a sostenere la squadra di Vitucci. Milano passa al Ruffini giocando con concretezza e solidità permettendosi anche il lusso di lasciare ai box Gentile negli ultimi 15 minuti di gara. Simon, Raduljika, McLean e Sanders, coadiuvati dal resto della squadra, hanno portato a casa una vittoria rimasta sempre in bilico fino alla fine, così come è sempre stato tra queste due squadre già dagli anni ’80.
Non è stato un pranzo indigesto per i torinesi, anzi, finalmente hanno avuto segnali più che concreti che questa squadra può far bene ed è sulla strada giusta per giocarsi un campionato di alto livello.

QUINTETTI INIZIALI:

TORINO: Wilson, Harvey, Wright, White, Washinghton

MILANO: Hickman, Gentile, Raduljica, Pascolo, Abass

LA CRONACA:

PRIMO QUARTO: Gentile apre il match ma prima Washington, poi Wilson portano subito la Fiat a +4 con due bombe e Repesa al timeout dopo appena 1’ di gioco; dopo 2 liberi sbagliati da Gentile, Wilson si ripete da 3 e la Fiat allunga sul 9-2; il divario dura meno di un minuto in quanto Raduljica ed Abass riportano subito sotto l’Olimpia a -1 e questa volta è Vitucci a chiedere il timeout; dopo qualche minuto a braccetto Milano piazza il primo break dell’incontro portandosi sul 17-26 a 2’ da fine quarto; Torino ricuce parzialmente lo strappo portandosi a -4; un buon Jamil Wilson esce dolorante dal campo a pochi secondi da fine quarto ed il primo parziale di gara si chiude sul 26-30. Hickman, Washington e Wilson 8pt.

SECONDO QUARTO: Peppe Poeta infiamma il Ruffini andando in 1 contro 2, subendo il fallo di Cinciarini e realizzando il libero del pareggio a quota 32; Torino torna avanti, 39-38 e Repesa chiama timeout a 6’ dall’intervallo lungo; Fiat già in bonus dopo 4 minuti ed Harvey allunga dalla lunetta sul 42-38; Torino fatica in difesa e l’EA7 ne approfitta per portarsi avanti a 2’ da fine quarto sul 48-50 grazie ad una tripla di Simon che allunga ulteriormente con un canestro+libero a +5, 48-53; si va al riposo sul 51-57. 13pt di Harvey, 11 di Sanders.

TERZO QUARTO: Torino parte stringendo le maglie in difesa, passando a uomo dopo aver giocato due quarti prevalentemente a zona, ma così Milano raggiunge il bonus dopo 4’ e grazie ai liberi si porta sul 57-64; Torino si riavvicina con White ed un Wilson che lotta come un leone a rimbalzo ed a 4’ da fine quarto, sul 61-64, Repesa chiama timeout, ma nel mentre Simon protesta e prende un fallo tecnico che fa andare in lunetta White per i liberi del 63-64; in un amen Simon e McLean allungano, 63-69 ed ora è Vitucci a chiamare timeout; Alibegovic sfodera la sua arma migliore, la bomba ignorante, sul finale di quarto e si giunge alla fine sul 71-73. Harvey 17pt, McLean 14, Washington 13.

ULTIMO QUARTO: Dopo il primo minuto punteggio invariato e già 5 falli di Milano con Washington che va in lunetta per il pareggio; la Fiat non ha tempo di distrarsi ed in 20 secondi Milano si riporta a +5 con Dragic e Cinciarini; a metà quarto i padroni di casa si rifanno sotto ed una bomba di Wilson fa saltare di gioia tutto il Ruffini con la Fiat di nuovo avanti, 82-81 a 4’ dal termine; Radujika segna un libero sbaglia il secondo che però viene trasformato da 2 da Sanders, al ritorno sul lato opposto del campo però Harvey riporta avanti i gialloblu sull’85-84; Raduljika schiaccia, ma Harvey segna ancora da 3; Simon pareggia a quota 88, ma Mazzola segna cadendo i due punti del 90-88 a 2’20” dal termine; 2 liberi di Raduljica ed ancora parità; 5° fallo di Mazzola ancora su Raduljica che riporta avanti l’Olimpia dalla lunetta, 90-92 ad 1’40”; Simon recupera palla su Wilson e Hickman piazza la tripla del +5, 90-95 a 1’08”; bomba di Harvey che sul rientro va a commettere fallo su Raduljika che realizza e segna anche l’addizionale, 93-98 a 42” e timeout Torino; fallo di Washington su Simon che sbaglia entrambe i liberi; lo stesso Simon va a commettere fallo su Wilson mandandolo in lunetta a 20” per 3 liberi, l’americano ne realizza 2, 95-98 ed arriva l’ultimo timeout di Vitucci; fallo sistematico di Torino e Wilson manda in lunetta Simon che realizza entrambe i liberi che portano Milano sul 95-100; Torino non realizza a 9” ed è ormai fatta per l’Olimpia nonostante Repesa chieda ancora un ultimo timeout; Milano sbaglia la rimessa e c’è ancora il tempo per gli ultimi due punti di Wilson, si chiude 97-100.

PARZIALI:  26-30 / 48-53 / 71-73 / 97-100

MVP Basketinside: Tyler Harvey, 28 punti (5/9 da 2, 5/11 da 3, val.18)

TABELLINO:

TORINO: Wilson 17, Harvey 28, Wright 6 (6 ass), White 12 (8 rb), Parente ne, Alibegovic 8, Poeta 4, Washington 15, Okeke ne, Fall, Mazzola 7 (7rb), Vitale ne. – All. Francesco Vitucci

MILANO: McLean 14 (6rb), Fontecchio ne, Gentile 9, Hickman 11, Kalnietis, Raduljica 14, Dragic 9, Pascolo 2, Cinciarini 6, Sanders 13, Abass 6, Simon 16. – All. Jasmin Repesa

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy