Ancora ultimo minuto fatale alla Sutor. La capolista Virtus a punteggio pieno.

Ancora ultimo minuto fatale alla Sutor. La capolista Virtus a punteggio pieno.

Commenta per primo!

Proprio come nel turno precedente, per la Sutor è fatale l’ultimo minuto ed arriva così la seconda sconfitta consecutiva casalinga.

 

Match carico di significati quello andato in scena oggi al PalaRossini di Ancona nell’anticipo tra Sutor Montegranaro e Saie3 Bologna. La Virtus scendeva infatti in campo con la grinta e la voglia della capolista dopo la magica vittoria contro l’Olimpia e con l’intenzione di continuare a volare alto. La Sutor invece pronta a non deludere i propri tifosi (chiamati a gran raccolta dalla dirigenza) e a raccogliere punti salvezza nella seconda gara interna consecutiva dopo la “debacle” subita nell’ultimo turno contro Sassari. Ulteriori emozioni per gli ex di turno: Fabio Di Bella che con la maglia bianconera ha disputato una finale di campionato e coppa Italia, Ricky Minard bombardiere apprezzatissimo a Montegranaro e coach Finelli il quale ha realizzato il miglior campionato in A1 proprio con i gialloblu piazzandosi al quarto posto in regular season nel campionato 07/08.

 

Il temuto “pick and roll” bianconero ha fatto la differenza nella prima parte di gara con Poeta e Gigli immarcabili. Quando Montegranaro riesce a trovare le dovute contromisure, riesce a fare corsa di testa. Con una difesa efficace la Sutor è capace di mettere la testa avanti. Ma con una panchina corta come quella dei padroni di casa, è facile finire le energie prima del dovuto. E proprio come la settimana scorsa le pile si scaricano nel momento clou: il 39esimo minuto è di nuovo fatale. La Virtus rimane imbattuta in questo campionato e continua ad essere meritatamente capolista

 

 

Primo quarto

Sulle ali dell’ entusiasmo generale, le due squadre si affrontano a viso aperto senza badare troppo alla difesa.La Sutor schiera in quintetto titolare il redivivo Steele, mentre dall’ altra parte in cabina di regia il solito Poeta nazionale. E sono proprio loro due, assieme ad un Angelo Gigli in formato NBA, a dar vita ad un primo quarto di altissimo agonismo e spettacolo. Infatti è il duo delle “V nere” con degli spettacolari “pick and roll” (proprio quelli temuti da Recalcati alla vigilia del match) a portare punti preziosi a referto per la squadra di Bologna. Azioni concluse da ben 3 inchiodate di Gigli e 4 assist di Poeta. A tener testa a questo duo come già detto in precedenza, il play sutorino Steele che realizza ben 8 punti. Squadre sempre a braccetto, nonostante le due bombe consecutive realizzate dalla guardia Hasbrouck (7 – 12) e 5 punti consecutivi per il numero 6 nero uscito dalla panchina Gaddefors. Ultimo minuto tutto di matrice sutorina che tenta ben 4 tiri ma con nessuno realizzato. Primo quarto che si conclude sul 22 a 25.

 

Secondo quarto

Ritmo pazzesco che non scende nel secondo quarto. La Virtus vuole togliersi di torno i padroni di casa e Gigli dimostra di saper anche tirare da 3 punti oltre che schiacciare (22 – 28). L’allungo continua con Gaddefors che porta i suoi sul +10 (11esimo punto realizzato) ma finalmente per i gialloblu, Slay decide di tornare quello di Venezia e con 8 punti consecutivi riporta sotto i suoi sul – 5 (35 – 40). Canestro di Di Bella per il -3, ma l’accoppiata Poeta – Gigli torna ad usare il “pick and roll” e la schiacciata per realizzare i 2 punti più facili della pallacanestro (sesto assist per il play e 15esimo punto per il centro). Bologna, nella persona di Poeta, è abile a sfruttare i tiri liberi concessi a seguito dei 4 falli consecutivi sanzionati dalla terna arbitrale e finisce così 41 a 47 il secondo quarto.

 

Terzo quarto

La pausa lunga porta energie nuove per la Sutor la quale decide di applicarsi in difesa. In tutto il quarto i gialloblu concedono soltanto 11 punti (primo canestro bianconero realizzato dopo 4 minuti e 30 secondi, bomba di Gaddefors) e annullano del tutto l’accoppiata play – centro finora protagonista di una partita con la P maiuscola. Ne scaturisce così fluidità in attacco per Montegranaro che realizza canestri facili con ben 7 effettivi diversi, i quali mettono a referto 18 punti che valgono il sorpasso per 59 a 58.

 

Quarto quarto

Ultima frazione combattuta. Montegranaro prova a fare gara di testa, ma la Virtus ribatte colpo su colpo. Difese ruvide da una parte e dall’altra. A 5 minuti dalla fine il tabellone luminoso segna 66 a 66 con protagonista Smith per i bianconeri (5 punti consecutivi). Steele, Hasbrouck, e Minard realizzano triple in serie. Si entra così in zona Sutor, l’ultimo minuto fatidico. La precisione è solo cosa di Bologna, Montegranaro spreca tutto quello che le passa sotto mano. Prima Smith e poi Poeta fissano il punteggio sul 73 ad 80.

 

SUTOR MONTEGRANAROSAIE3 BOLOGNA = 73 – 80

 

Arbitri: Cicoria, Giansanti, Aronne

 

Quintetto iniziale:

 

Montegranaro:Steele, Cinciarini, Slay, Freimanis, Burns.

 

Bologna:Poeta, Gigli, Minard, Smith, Hasbrouck

 

 

SUTOR MONTEGRANARO: Steele 22, Cinciarini 13, Panzini ne, Perini ne, Slay 10, Piunti ne, Freimanis 6, Campani 0, Di Bella 4, Mazzola 2, Johnson 7, Burns 9. All. Recalcati.

 

SAIE3 BOLOGNA: Gaddefors 14, Imbrò 0, Poeta 11, Moraschini 0, Rocca 2, Gigli 15, Landi ne, Parzenski ne,Tugnoli ne, Minard 8, Smith 11, Hasbrouck 19. All. Finelli.

Arbitri:

Note: Tiri da 2 punti Montegranaro 23/41 Bologna 18/36 .Tiri da 3 punti Montegranaro 5/25 Bologna 9/25 . Tiri liberi Montegranaro 12/14 Bologna 17/22 . Rimbalzi Montegranaro 33 Bologna 41.

 

mvp basketinside Hasbrouck

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy