Avellino è schiacciasassi: Cremona cede partita e terzo posto

Avellino è schiacciasassi: Cremona cede partita e terzo posto

Prova di forza degli avellinesi, che ribaltano anche la differenza canestri, fondamentale per l’aggancio del terzo posto in classifica. Cremona, con il solo Washington a combattere, non ha potuto nulla.

Commenta per primo!

Al PalaDelMauro di Avellino è andato in scena il big match della ventisettesima giornata di Serie A tra i padroni di casa della Sidigas e la sorprendente Vanoli Cremona. Alla fine la Scandone ha battuto i lombardi con il punteggio di 84-70, assicurandosi soprattutto la differenza canestri che le consegna il terzo posto in classifica ai danni della squadra dell’ex coach di Avellino Cesare Pancotto. Partita dominata quasi sempre dagli uomini di Sacripanti, che hanno saputo gestire i tentativi di rimonta dei biancoazzurri. Grande la prova di Riccardo Cervi, che ha chiuso con 17 punti e 6 rimbalzi, assistito alla grande da Joe Ragland (14 punti e 8 assist) e Marques Green (ben 10 assist); dall’altra parte non è bastato un grande Washington da 14 punti, 16 rimbalzi, 6 assist e 33 di valutazione. Dunque, vera e propria prova di forza per Avellino, che si candida ad un ruolo da protagonista nei Playoff Scudetto, senza dimenticare però una Vanoli che sicuramente sarà altrettanto un osso duro nella post season.

STARTING FIVE
Sidigas: Ragland, Acker, Nunnally, Leunen, Cervi.
Vanoli: Starks, Turner, Washington, Dragovic, Cusin.

PRIMO TEMPO: Avvio di match equilibrato, con protagonisti Leunen da una parte e Turner dall’altra: è 4-5 al 3′. La Scandone prova a dare però una prima spallata alla gara con un parziale di 7-0 firmato da Ragland e Nunnally per l’11-7 del 5′, timeout obbligato per Pancotto; Cusin e Dragovic rimettono sotto Cremona, ma i neo entrati Veikalas e Buva ridanno il +4 alla Sidigas, che alla prima sirena conduce 22-18. Entra in campo leggermente meglio la Vanoli, che con due canestri di Mian e Washington si riporta a -1 (27-26) al 13′; nell’azione successiva la squadra di casa da il là ad un nuovo break, questa volta molto più significativo, di 12-0, griffato dalle giocate di Ragland, Pini, e Cervi, per il vantaggio in doppia cifra registrato al 17′ (39-26). Bomba di Veikalas per il +14, risponde Dragovic dalla lunetta, ma un’altra tripla di Leunen proprio in faccia all’ex di Avellino ricaccia a -15 Cremona, prima che Washington rimetta tutti d’accordo con la tripla del 47-35 con cui si chiude il secondo periodo.
SECONDO TEMPO: Dopo il massimo vantaggio avellinese (+17) firmato da un’altra bomba di Leunen, il piazzato di Cusin e un canestro in entrata di Turner Cremona torna a -13: 52-39 al 24′; arriva subito la contro-reazione della Scandone: sale in cattedra Cervi, che con una stoppata e due canestri riportano Avellino sul +16 al 26′ (59-43). E’ ancora l’ex Reggio Emilia a trascinare i suoi, che raggiungono il massimo vantaggio di +19, prima del jumper di Biligha per il 63-44 del 28′. La Vanoli non riesce a salire di tono, nonostante un bel layup di McGee che fissa il punteggio sul 65-48 a fine terzo quarto. Si comincia con ritmi più bassi, con le difese che prevalgono sugli attacchi, e specialmente quello irpino sembra essere più in difficoltà: Cremona può quindi approfittarne per tornare a -12 grazie ai canestri di Starks (71-59 al 34′), timeout per Sacripanti. La risposta biancoverde però non si fa attendere, anche grazie ad un redivivo Nunnally che torna a fare punti dopo aver passeggiato in attacco per quasi tutto il match: è 79-65 al 37′. La partita è chiusa, si gioca adesso per l’importante differenza canestri (+6 per Cremona all’andata), che viene congelata da tre liberi messi a segno da Ragland: la Sidigas vince 84-70.

MVP basketinside.com: Riccardo Cervi

SIDIGAS Avellino 84-70 VANOLI Cremona
Parziali: 22-18; 47-35; 65-48

AVELLINO: Norcino n.e., Ragland 14, Green 3, Veikalas 9, Acker 2, Leunen 9, Cervi 17, Severini n.e., Nunnally 13, Pini 3, Buva 14, Parlato n.e. Coach: Sacripanti.

CREMONA: Dragovic 8, Starks 13, Mian 5, Gaspardo 6, Cusin 8, Cazzolato, Washington 14, Biligha 2, McGee 4, Turner 10. Coach: Pancotto.

Arbitri: Seghetti, Bartoli, Ursi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy