Avellino risale nel finale ed è corsara a Pesaro

Avellino risale nel finale ed è corsara a Pesaro

Commenta per primo!

Non è bastato alla Vuelle avere il comando per buona parte della gara ad ottenere il successo finale su un’arcigna Avellino, che ha tenuto botta e centrato nel finale il parziale decisivo guidata dal duo Nunnally-Buva (rispettivamente 19 e 18 punti). Dopo 30 minuti di possibilità buttate di imprimere alla gara la giusta direzione da parte di Pesaro, cui non sono bastati neanche i 20 punti del solito Daye la Scandone è riuscita a prendere in mano la gara e a strappare la terza vittoria di fila. Avellino aggancia va così ad agganciare l’ottavo posto in classifica, mentre tornano ad affiorare le nuvole nere nel cielo marchigiano, con la Consultinvest che resta a distanza di soli 2 punti da Capo d’Orlando e dalla zona retrocessione.

Starting five

Consultinvest Pesaro: Shepherd, Lacey, Christon, Daye, Lydeka
Sidigas Avellino: Green, Acker, Leunen, Cervi, Nunnally

La cronaca – Come quasi da abitudine davanti al pubblico di casa, Pesaro parte tentando subito l’allungo. Sulle prime è Cervi a tenere i suoi in ritmo (3′, 7-7), finché la Vuelle non imbecca un break di 9-2, spinto da Shepherd, che la guida a prendere il largo. Avellino non ci sta, piazza il mirino dall’arco dei 3 punti e torna a contatto con una tripla di Nunnally (7, 20-19); Daye risponde, Acker ribatte e il parziale rimane in pieno equilibrio, per 26-24 del primo periodo. E’ ancora Pesaro a provare a provare ad allungare il passo, e lo fa con il risveglio dal letargo di Lacey, che timbra il +6 dopo 13′. I campani tornano però rapidamente a contatto (17′, 40-39), con il solito Cervi, per la situazione di generale equilibrio dell’intervallo (44-41).

Alla ripresa Leunen rimette subito la contesa in parità con la bomba del 44-44, prima del parziale di 6-0 biancorosso che allarga nuovamente il margine. Ma ad ogni mini-break della Consultinvest, gli uomini di coach Sacripanti rispondono pan per focaccia, non lasciando sfuggire la gara. Ed è allo scadere del quarto che Nunnally e Buva timbrano 8 punti consecutivi, che ammutoliscono il pubblico dell’Adriatic Arena (28′, 61-63), trovando il primo vantaggio della gara. Christon prova a raddrizzare la situazione, ma Buva e Leunen sono letali dall’arco e tengono la Sidigas al comando (64-69 alla fine del terzo periodo). Pesaro appare sulle gambe, l’ex Cantù replica e la Consultinvest sprofonda sotto la doppia cifra di vantaggio (33′,  64-74). Quando tutto sembra cedere però, Christon e Daye alzano la testa, guidano un parziale di 11-3 (77-79 a 3′ dalla fine) e la gara torna in pieno equilibrio. Shepherd impatta la gara e riporta addirittura avanti i suoi, ma Ragland risponde con la bomba del +2. Daye butta il pallone successivo, Nunnally va in lunetta ed è impeccabile (80-84 a poco meno di 1′ dalla sirena). La Vuelle ci prova, ritorna sul -2 ma Akcer non sbaglia dalla linea della carità. Con un possesso sul cronometro, ancora Daye perde il pallone della speranza ed è, definitivamente, la resa. Finisce 82-88, sul filo del rasoio.

MVP Basketinside.com – Ivan Buva

CONSULTINVEST PESARO 82–88 SIDIGAS AVELLINO (26-24, 18-17, 20-28, 18-19)
Consultinvest Pesaro: 
Basile, Stepherd 16, Gazzotti, Lacey 13, Christon 19, Daye 20, Solazzi n.e., Candussi, Rosa n.e., Ceron 3, Lydeka 11.
Sidigas Avellino: Norcino n.e., Ragland 13, Green, Veikalas, Acker 16, Leunen 9, Cervi 11, Severini n.e., Nunnally 19, Pini 2, Buva 18, Parlato n.e.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy