Avellino supera Sassari: passo importante verso i playoff.

Avellino supera Sassari: passo importante verso i playoff.

Commenta per primo!

L’Air Avellino supera la Dinamo Sassari con il punteggio di 92-87 e compie un importante passo avanti verso i playoff. Mattatore della serata un ispiratissimo Dimitri ‘Doum’ Lauwers, autore di 27 punti (6/9 da 3) e 30 di valutazione. Alla compagine di casa (ancora priva di Dean e Troutman) è sufficiente un primo tempo praticamente perfetto (nel quale prende il largo e tocca i 20 punti di vantaggio) per mettere in cassaforte l’incontro. Nel secondo tempo, reazione della squadra ospite, che riduce il divario, ma deve arrendersi alla voglia dei lupi di aggiudicarsi l’incontro. L’Air Avellino consolida il quarto posto in classifica portandosi a 28 punti insieme a Varese e Treviso (sulla quali ha il vantaggio negli scontri diretti). Sassari resta ferma a quota 24 punti, consapevole di doversi guadagnare in casa il sogno playoff.

CRONACA:

Coach Vitucci parte con Marques Green in cabina di regia, Lauwers nello spot di guardia, Thomas ala piccola e Szewczyk e Johnson sotto le plance. Sassari risponde con Diener playmaker, Tsaldaris e White esterni e Plisnic e Hunter nell’area pitturata. Pronti-via e Avellino schiaccia subito il piede sull’acceleratore: dopo 3 minuti segna già tutto il quintetto dell’Air, con Sassari che risponde solo con Diener e White (11-4 al 3′). Lauwers è in serata di grazia e punisce sistematicamente dalla lunga distanza, mentre Szewczyk e Thomas approfittano delle solite assistenze di Green, così dopo 9′ Avellino è già avanti di 14 lunghezze (24-10). Hunter e Diener provano a mettersi in proprio e trovano due canestri da sotto, ma la squadra irpina è una macchina perfetta e continua a dominare su tutti i fronti. Il secondo fallo di Johnson fa alzare dalla panchina Cortese, che risponde presente. Una schiacciata e un canestro da 3 dell’ex Fortitudo porta il punteggio sul 38-20 al 13′. Tsaldaris prova a scuotere i suoi firmando 5 punti consecutivi, ma Avellino non molla la presa e continua a martoriare il canestro avversario: Lauwers e Thomas infieriscono e al 17′ il vantaggio è di 20 lunghezze (45-25). La squadra di coach Sacchetti è frastornata e la sensazione che dà è quella di voler attendere la fine del primo tempo per riorganizzare le idee. Al 20′ il punteggio è 50-33, con Avellino che domina nella valutazione complessiva (69-29). Il secondo tempo ha un copione completamente diverso: coach Sacchetti apporta le dovute correzioni, mentre Avellino cala d’intensità. L’inizio del terzo quarto è tutto sardo con Hunter e Plisnic protagonisti e autori di un parziale 7-0 che avvicina Sassari sul 50-40. Green e Lauwers rispondono con l’artiglieria pesante e provano a ricacciare indietro Sassari con due triple, ma la compagine bianco-blu è tutt’altro che morta e, grazie a Plisnic, resta incollata alla partita (58-50 al 25′). Sassari comincia a credere nella rimonta e si affida alle stelle Diener e White, che accorciano il divario fino a soli 5 punti (60-55 al 26′). Si prosegue sui binari dell’equilibrio con Green, Lauwers e Thomas che rispondono a Tsaldaris, White e Diener. Al 30′ il punteggio è 70-64. Nell’ultimo quarto Avellino gestisce il vantaggio grazie ai canestri di Green, Johnson e Thomas e si aggiudica l’incontro.

Air Avellino : Lauwers 27, Thomas 23, Green 14
Dinamo Sassari: White 18, Diener 16, Plisnic 15

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy