Battaglia di nervi ed agonismo al PalaCarrara. Pistoia batte Pesaro 77-75

Battaglia di nervi ed agonismo al PalaCarrara. Pistoia batte Pesaro 77-75

Pistoia centra la vittoria numero dodici in campionato avendo la meglio su un’arrembante Consultinvest Pesaro in vantaggio per 33 minuti di gioco

Pistoia centra la vittoria numero dodici in campionato avendo la meglio su un’arrembante Consultinvest Pesaro in vantaggio per 33 minuti di gioco ma tradita nel finale dalla stanchezza e dall’assenza per falli di Lydeka e Christon. La Giorgio Tesi Group Pistoia, dopo un avvio titubante, cambia volto nel terzo quarto e comincia la propria rimonta concretizzatasi solamente nella parte centrale del quarto quarto. Finale di partita agonico dominato da stanchezza e tatticismo. Blackshear stoppa Daye sul tiro del possibile vantaggio pesarese a 17” alla sirena e blinda il successo toscano. Straripante Moore: 16 punti e tre triple consecutive con cui Pistoia è rientrata in partita ad inizio terzo quarto.

PRIMO TEMPO: L’avvio di partita sembra il remake della sfida dell’andata. Parziale di 19-2 in favore di Pesaro che attacca in modo vorticoso. Pistoia appare spaesata non riuscendo ad arginare il talento di Daye e la discreta vena realizzativa di Shepherd che balza in doppia cifra dopo appena 3 minuti. Pistoia toglie il coperchio da sopra il proprio canestro dopo oltre quattro minuti con Preston Knowles che mette a referto i suoi unici punti della partita. Pesaro continua a macinare punti e chiude avanti il primo quarto 22-11 senza aver neppure usufruito di un tiro libero. Pistoia prova ad innescarsi offensivamente con Blackshear e Kirk riuscendo ad arrivare al -9 prima che Ceron, servito da due splendidi penetra e scarica di Christon, piazzi due triple e ricacci i padroni di casa a -16. Pistoia sconta una vena poco proficua da dietro l’arco dei 6.75 (1/10 all’intervallo lungo), raccoglie solo 28 punti in 20 minuti di gioco e chiude il primo tempo sotto di 14.

SECONDO TEMPO: E’ indubbiamente il momento più difficile della stagione per la Giorgio Tesi Group anche perchè di fronte si trova una Pesaro spavalda ed in fiducia. Serve una scossa per i toscani e questa arriva in uscita dagli spogliatoi. Ronald Moore si carica la squadra sulle spalle e indica la via sparando tre triple consecutive a bersaglio. Paolini non può esimersi dal chiamare timeout ma al rientro sul parquet la partita si complica. Lydeka sbraccia sotto canestro commettendo fallo su Czyz. Il lituano si lamenta con i tre grigi che ritengono il comportamento passibile di fallo tecnico, il 5° della sua partita. Pesaro resta dunque priva del proprio centro ad inizio terzo quarto. Antonutti mette la tripla del -3 prima che Lacey si accenda, complice anche l’uscita dai radar offensivi di Austin Daye, e rintuzzi i veementi tentativi di rientrare in partita da parte di Pistoia che chiude il terzo quarto ancora sotto 61-56. L’ultimo quarto è dominato dalla stanchezza, sia fisica che mentale. Pistoia si affida a Czyz in post basso per sfruttare i continui mismatch creatisi con Christon che, quando non paga dazio contro il polacco di Pistoia, spende fino all’ultimo fallo a sua disposizione e anch’egli finisce anzitempo la propria partita. Gli ultimi 5 minuti sono un continuo botta e risposta con qualche distrazione difensiva di troppo da ambo i lati. Lombardi rettifica con schiacciata due tiri sbagliati da Pistoia prima che la tripla dall’angolo di Antonutti regali il +1 a Pistoia. Sul possesso decisivo a 18″ dalla fine, Blackshear stoppa il tiro di Daye dalla media distanza. La palla vagante viene raccolta da Lacey che però, nella foga di tirare liberandosi dalla marcatura, commette violazione di passi regalando palla a Pistoia. Pesaro spende fallo su Moore che, dalla lunetta, fa 1/2 glissando il risultato finale sul 77-75 in favore di Pistoia la quale vince una delle partite più complesse della stagione.

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA – CONSULTINVEST PESARO 77-75

PISTOIA: Moore 16, Czyz 14, Kirk 14, Antonutti 11, Blackshear 10, Lombardi 8, Filloy 2, Knowles 2. Coach: Esposito

PESARO: Daye 25, Lacey 15, Shepherd 14, Ceron 7, Christon 6, Gazzotti 4, Candussi 2, Lydeka 2. Coach: Paolini

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy