Blackshear decide sulla sirena e la Manital sprofonda nella contestazione dei propri tifosi

Blackshear decide sulla sirena e la Manital sprofonda nella contestazione dei propri tifosi

Commenta per primo!

Manital Torino – Giorgio Tesi Group Pistoia 87-88 (d1ts) Lo storico gemellaggio tra le due tifoserie fa trovare un ambiente particolare ai tifosi del PalaRuffini che assistono a continui scambi di cori tra le due curve con Torino che esaltava Pistoia e viceversa, e forse il clima amichevole tra i tifosi ha fatto si che a fine incontro non si trascendesse in quanto i tifosi di Torino hanno mal digerito questa sconfitta iniziando ad accusare tutto e tutti, da Bechi e Forni ai dirigenti, ai giocatori ed anche a loro stessi con risse sfiorate in curva Rude Boys. La sconfitta è nata da un pasticcio su una rimessa a 25” dal termine e da un quintetto che forse è rimasto troppo a lungo sul campo di gioco ed ha chiuso stremato e piegato sulle gambe uscendo tra gli insulti dei tifosi, forse più stremati di loro dopo tutte le aspettative che si erano create con l’arrivo di Dyson e White ed anche per il fatto che Pistoia è arrivata al Ruffini non in perfette condizioni. Nel complesso la partita è stata intensa ma con alti e bassi dati da diversi errori per entrambe le squadre così come da azioni spettacolari. Pistoia vince coralmente ma per Torino sono finiti gli alibi. QUINTETTI INIZIALI: TORINO: Dyson, White, Dawkins, Giachetti, Mancinelli PISTOIA: Antonutti, Lombardi, Blackshear, Moore, Kirk LA CRONACA: PRIMO QUARTO: Kirk, che nelle parole di coach Esposito ha contratto un fastidioso virus che non gli ha permesso di allenarsi, apre il primo solco della partita con un parziale personale di 6-0 che porta il punteggio iniziale sul 2-8 per Pistoia, dall’altra parte il nuovo arrivato Dyson è l’unico a segnare per i padroni di casa che però incassano un primo break di 5-14 dopo 4 minuti che costringe Bechi al primo timeout della gara; a 4’ da fine quarto, prima una bomba di Rosselli su assist di Dawkins, poi una palla rubata sulla rimessa conseguente da Mancinelli, con canestro in sottomano, riavvicinano i padroni di casa sul 12-16 e questa volta è Esposito a chiedere timeout; la Manital piazza un parziale di 14-0 che ribalta il vantaggio portandosi a 2’ dal termine sul 20-16; il quarto si chiude sul 26-19 con Dyson a 9 punti al suo esordio al PalaRuffini. SECONDO QUARTO: Torino riparte male e Pistoia pareggia in due giri di lancette; Dyson è incontrollabile dai pistoiesi che spesso preferiscono ricorrere al fallo a centrocampo per fermare le sue veloci ripartite; a 4’20” da fine quarto lo stesso Dyson piazza, con una tripla,  il minibreak del +7 (38-31) per i padroni di casa portando il suo score a 16 punti ed Esposito ad un nuovo timeout; al rientro invece sono 4 punti consecutivi di Lombardi in 20 secondi a costringere Bechi al contro-timeout; si torna negli spogliatoi col punteggio di 46-43 a favore dei padroni di casa con Dyson e Kirk top scorers, 18 punti per il primo, 11 per il secondo. TERZO QUARTO: palle perse, falli ed errori da entrambe i lati portano le squadre a proseguire a braccetto fino a 2’ dal termine quando la Giorgio Tesi piazza un parziale di 9-0 che spinge Pistoia avanti 60-65; si va quindi all’ultimo quarto sul punteggio di 62-67. Dyson 21 punti, White 18 e seguono 5 giocatori ospiti in doppia cifra. ULTIMO QUARTO: rispetto al quarto precedente le difese sono più intense, ma Pistoia mantiene il tesoretto accumulato nella terza frazione fino all’invenzione di Dyson che segna in acrobazia subendo il fallo di Czyz e portando la Manital a -1, 69-70 a 6’30” dal termine; Mancinelli con due canestri “dei suoi” porta avanti la Manital, poi ci pensa ancora Dyson a servire l’alleyoop per Miller che realizza il canestro del 75-72 a metà quarto ed è timeout ospite; l’eroe di giornata in casa Manital, ovvero Dyson, perde ingenuamente una palla per violazione degli 8” e Pistoia ne approfitta per accorciare a -1 con un tap-in di Kirk e subito dopo Lombardi riporta avanti gli ospiti sul 79-80 quando il cronometro segna 1’25” dalla fine, timeout Bechi; al rientro bomba di Miller dagli 8 metri e quando sul tabellone scorrono i centesimi di secondo Mancinelli stoppa Filloy ma la Manital, dopo il recupero, perde a sua volta palla e concede a Lombardi una schiacciata in solitaria per l’82 pari a 18” dalla fine con un doppio timeout, prima di Bechi e subito dopo di Esposito; Miller spaglia il jumper per Torino e Blackshear sbaglia il lob da metà campo che valgono il supplementare. PRIMO TEMPO SUPPLEMENTARE: i primi punti del quarto sono due liberi realizzati da Rosselli dopo un minuto e dopo un altro minuto Mancinelli manda in lunetta Blackshear che ne realizza però solo 1; dopo un errore di Miller ed uno di Dyson, è Moore a portare avanti gli ospiti, 84-85; ancora una tripla sbagliata da Miller e poi Rosselli manda in lunetta Kirk a realizzare l’1/2 del +2 Pistoia; ancora un errore Manital, questa volta di White, poi Mancinelli recupera un pallone e Lombardi manda Dyson in lunetta con un fallo a metà campo, ma il “pistolero” segna anche lui un solo libero ad un minuto dal termine; errore da 3 di Filloy e nell’azione seguente White schiaccia per il vantaggio Manital a 44” sul cronometro, è timeout ospite sull’87-86; Moore sbaglia da 3 e la palla esce dal campo, ma sulla rimessa conseguente Rosselli e Dyson pasticciano e Pistoia ha nuovamente palla in mano e 25” sul cronometro; si lotta aspramente sotto canestro, ma alla fine è Blackshear ad avventarsi sulla palla ed a realizzare il canestro sulla sirena che condanna la Manital e fa esultare i circa 300 tifosi di Pistoia e saltare i nervi alla curva di Torino. PARZIALI:  (26-19 / 46-43 / 62-67 / 82-82) MVP Basketinside: Blackshear, non per le sue percentuali esaltanti ma per l’esultanza regalata ai propri tifosi con quel tiro al millesimo di secondo. TABELLINO: TORINO: Dyson 25, White 20, Giachetti 2, Mancinelli 12, Rosselli 11, Fantoni ne, Mascolo ne, Dawkins 1, Miller 14, Ebi 2. – All. Luca Bechi PISTOIA: Di Pizzo, Galli ne, Mastellari, Antonutti 9, Lombardi 16, Filloy 3, Severini, Czyz 12, Blackshear 15, Moore 17, Kirk 16. All. Vincenzo Esposito

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy