Bobby Brown suona la carica: Siena espugna Varese in gara1

Bobby Brown suona la carica: Siena espugna Varese in gara1

Commenta per primo!

 

C’è stato nervosismo in questa gara 1 di semifinale, con un tecnico per parte (Vitucci e Banchi), un antisportivo a Green e 46 falli complessivi. Nel finale di partita Varese non è riuscita a gestire con lucidità i possessi consentendo alla Montepaschi di guadagnare il successo. Si può dire quindi che Siena è la prima squadra ad aver espugnato il PalaWhirlpool in questa stagione con Varese al completo (nel match perso contro Venezia in regular season mancavano Ere e Banks). La serie si preannuncia molto equilibrita, ma è chiaro che Varese debba reagire al più presto per non ritrovarsi con uno svantaggio irrecuperabile dal punto di vista del numero di vittorie. Un po’ in difficoltà due protagonisti annunciati, Green e Hackett, mentre Bobby Brown ha segnato 29 punti. Varese ha tirato malissimo dal campo (27/71), mentre Siena ha avuto un buon 31/59. Pessima prova al tiro per Dunston: 3/9, a fronte di un 60% in stagione.

 CRONACA

 SIENA PARTE BENE – La Montepaschi prova a spaventare subito la Cimberio con un parziale 5-0 innescato da Eze e Carraretto. I padroni di casa rispondono con un rocambolesco canestro di Banks dall’arco dei tre punti. Varese non sfrutta i tiri liberi (2/4) e Siena con Hackett si riporta di nuovo sul +5, ma il playmaker ex-Pesaro è costretto poco dopo a sedersi in panchina con due falli. Varese trova sempre punti dalla lunetta e Varese è ancora in partita sul 16-18 a fine primo quarto.

REGNA L’EQUILIBRIO – Ivanov e Banks portano avanti Varese nelle prime azioni del secondo quarto. La carica del PalaWhirlpool, però, non impressiona Siena: i ragazzi di Banchi reagiscono immediatamente e ritrovano anche il vantaggio con una tripla di Bobby Brown. Al playmaker di Siena risponde Mike Green, poi un alley-oop sull’asse Green-Rush vale il vantaggio dei padroni di casa. Varese trova il +4, ma Moss segna dall’angolo prima della sirena del secondo quarto: 36-35 Varese all’intervallo.

VARESE STA IN PARTITA – Ci pensa Dunston a correggere un errore di Green nelle battute iniziali della ripresa, ma Bobby Brown non accenna a fermarsi: prima sigla il pareggio dall’arco, poi firma il +4 Siena. Il +6 arriva con Moss, ma Varese non si disunisce e risponde prontamente con Dunston e una tripla di Dusan Sakota. Le schiacciate di Ress e Moss valgono un altro parziale in favore di Siena. Stavolta la reazione è tutta del capitano: due canestri di Ere e 52-52 al 30’.

IL PARZIALE DECISIVO – Uno degli ultimi momenti difficili per Siena arriva dopo pochi minuti di quarto quarto, quando Adrian Banks dall’angolo segna il canestro del 57-56 per i padroni di casa. La risposta di Siena è di quelle in grado di tramortire una squadra avversaria: Moss da tre, Carraretto dall’area e poi ancora Moss, questa volta da due. Ivanov con un canestro e fallo riapre la partita, poi Ebi Ere segna cinque punti in fila per il +2 Varese. È l’ultimo vantaggio della partita per i biancorossi (che per la verità sfoggiano un completo bianconero per onorare la Mobilgirgi): Siena torna avanti con una tripla di Brown e Varese scivola nell’abisso. Finisce 72-80.

 MVP Basketinside: Bobby Brown (Montepaschi Siena) 29 punti, 8/13 da due, 3/4 da tre, 4/4 dalla lunetta, 7 rimbalzi, 4 assist, 34 di valutazione.

Cimberio Varese – Montepaschi Siena 72-80

Cimberio Varese: Sakota 13, Banks 11, Rush 2, De Nicolao, Green 14, Cerella, Ere 15, Polonara 3, Dunston 9, Ivanov 5.
Montepaschi Siena: Brown 29, Eze 9, Carraretto 7, Rasic, Kangur, Sanikidze 4, Ress 2, Janning 2, Hackett 10, Moss 17.

Sala stampa:

Banchi: «Un inizio di serie ideale, con una partita che ha dimostrato fin da subito quanto equilibrio ci sia tra queste due squadre. Abbiamo cercato di mantenere la lucidità anche quando il nostro attacco non è stato fluido. Siamo stati bravi a trovare le energie nel quarto quarto. Dobbiamo ripartire da capo perché in gara 2 i nostri avversari saranno concentratissimi per il riscatto. È difficile frenare il talento di Varese senza risentirne in atletismo. Trovo che queste due squadre siano migliorate moltissimo dal punto di vista difensivo. Ci sono state situazioni piuttosto rocambolesche che avrebbero potuto dare vantaggi consistenti all’una o all’altra squadra, ma la sensazione è che questa serie si deciderà negli ultimi possessi.»

Vitucci: «Abbiamo fatto fatica a capire come interpretare la gara, anche se siamo stati attaccati alla partite fino a cinque minuti dalla fine. Complimenti all’avversario, ma noi durante questa stagione non abbiamo giocato in questa maniera. Decisamente certe cose possiamo farle meglio: qualche volta siamo stati sbilanciati in difesa, dobbiamo eseguire qualcosina in più e riuscire a difendere meglio su Brown. Martedì dobbiamo fare meglio: la serie comunque è ancora lunga.»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy