Bologna conquista i playoff battendo Roma con una pioggia di triple

Bologna conquista i playoff battendo Roma con una pioggia di triple

Commenta per primo!

Nella penultima giornata del campionato di Serie A, la Granarolo Bologna supera l’Acea Roma per 90 a 77 e si assicura, con una giornata d’anticipo, il matematico accesso alla post season, anche in virtù delle sconfitte di Pistoia e Cremona. Grande festa a Casalecchio per i padroni di casa, che raggiungono un obiettivo che mancava dalla stagione 2011/2012, quando la squadra allenata da Alex Finelli giunse al quinto posto in classifica. Per la Virtus bianconera, si tratta dell’ottavo successo casalingo consecutivo, arrivato per altro in uno scontro diretto, che di fatto ha estromesso gli avversari dalla lotta playoff. La partita è stata sostanzialmente equilibrata nel primo tempo, quando Bologna aveva conservato un vantaggio di 7 punti grazie a Ray e Hazell (per lui già 20 punti). Poi nel terzo quarto, Roma non ha più trovato il canestro con continuità e ha subito le triple casalinghe. Inutile la reazione finale capitolina guidata da Curry. Oltre alle prestazioni clamorose degli stessi Ray (29 pt, 7 rim, 4 falli subiti, 32 di valutazione e 4/8 da 3) e Hazell (33 pt, 2 rim, 3 falli subiti 28 di valutazione e 8/15 da 3), coach Valli ha potuto contare sull’incredibile voglia di lottare su ogni pallone dei suoi, una caratteristica che dimostra l’ottimo lavoro motivazionale effettuato in settimana dell’allenatore modenese. Per Bologna si tratta di un’impresa incredibile ed impronosticabile ad inizio stagione, anche a causa del -2 in classifica ed ora nell’ultima giornata si potrà persino ambire al settimo posto. Dall’altra parte, la Virtus giallorossa è arrivata a questo match da win or go home un po’ spenta dal punto di vista fisico e probabilmente scarica mentalmente, dopo il ko subito a Trento. Strepitoso comunque Ramel Curry (23 pt, 5 rim, 4 ass, 26 di valutazione e 5/6 da 3), che già ai tempi di Avellino fece una simile performance contro le Vunere. Gli uomini di Dalmonte, il quale sentiva molto la partita essendo cresciuto cestisticamente nella Fortitudo Bologna, sono apparsi anche un po’ nervosi, soprattutto Ebi e D’Ercole, ma hanno comunque lottato con onore fino alla fine su uno dei parquet più difficili in assoluto in Italia.

Quintetti

Bologna: Gaddy, Ray, Hazell, White, Cuccarolo

Roma: Stipcevic, Freeman, Ejim, Ebi, De Zeeuw

MVP: Jeremy Hazell

Cronaca: Davanti ai 6150 dell’Unipol Arena, Roma parte fortissimo (0-7 al 3′) grazie alla regia di Stipcevic, ma immediato controparziale 12-2 di Bologna, trascinata da un esplosivo Hazell (12-10  al 5′). Non si fermano i padroni di casa, prendono fiducia in attacco con un Ray strepitoso in fase realizzativa e chiudono il primo periodo 24-18. I capitolini si scuotono con le triple di D’Ercole e De Zeeuw, ma non riescono ad opporsi alle penetrazioni di Ray e White e rimangono ancora a – 5 (35-30 al 16′). Un’improvvisa reazione di intensità di Ebi produce ottimi risultati e la Virtus giallorossa torna a contatto, però Hazell è inarrestabile e, insieme a Mazzola riporta i bianconeri a + 7 (48-41) sulla sirena del primo tempo. Anche dopo il riposo non cessa il fuoco il duo RayHazell e Bologna, anche grazie ad una fase difensiva efficace, vola sul 65-45 (26′). Roma reagisce con un 8-0 ispirato da Curry e chiude il terzo parziale su un accettabile – 13 (68-55). Altri 6 punti in fila di Hazell (con anche un gioco da 4) e bolognesi ancora nettamente avanti a 4′ dalla fine (80-66). Non mollano gli ospiti, parziale di 7-0 e match riaperto a 2 dalla fine (80-73). Ebi ha l’occasione per il – 5, ma Ray lo stoppa e poi con la tripla chiude il discorso. Finisce 90 a 77.

Granarolo Bologna – Acea Roma 90-77 (24-18; 48-41; 68-55)

Granarolo Bologna: White 8, Cuccarolo, Gaddy 1, Imbrò, Fontecchio 7, Mazzola 6, Benetti, Vercellino, Hazell 33, Ray 29, Reddic 6. All. Valli

Acea RomaFreeman 4, Ejim 11, Curry 23, D’Ercole 5, Sandri NE, De Zeeuw 5, Kuschev NE, Reali NE, Ciambrone NE, Vukona 8, Stipcevic 10, Ebi 11. All. Dalmonte

Arbitri: Paternicò, Sabetta, Aronne.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy