Brescia ok con fatica e cattiveria, VL Pesaro al tappeto

Brescia ok con fatica e cattiveria, VL Pesaro al tappeto

La Germani torna alla vittoria battendo in casa Pesaro. Decisivo Hamilton ma ottima prova corale della Leonessa, alla VL non bastano i 35 di uno scatenato Blackmon.

di Fabio Rusconi

Con grinta e tanta fatica. La Germani Brescia ritrova il successo al PalaLeonessa e si intasca sue punti di gran peso specifico per morale e classifica. VL bene in apertura di sfida e di ripresa, trascinata da un Blackmon da 33 di valutazione e 35 punti, deve però alla fine capitolare per la terza volta consecutiva in campionato. Per gli uomini di Diana spicca Hamilton nei momenti decisivi, con Moss e la panchina a tenere a galla la Leonessa nel momento complicato di un match nel complesso equilibrato anche se guidato da folate offensive di ambo le squadre. Brescia sale a 4 punti, momentaneamente al decimo posto in classifica aggrappata al treno playoff. Pesaro resta terzultima, davanti solo a Trento e a Pistoia.

Match che parte in maniera equilibrata: Brescia prova a scappare ma Blackmon prende per mano la VL in attacco e la sua tripla vale il primo vantaggio ospite al 4′ (8-6). La guardia dell’Illinois parte con 11 punti in 5 minuti, McCree gli dà una mano e i marchigiani vanno al massimo vantaggio poco dopo (+8, 8-16 al 6′). La Germani prova a scuotersi con un timeout ma la Leonessa non costruisce buoni tiri in attacco, corre poco e male in transizione e difende con poca convinzione. Il primo quarto offensivo di Pesaro è invece perfetto: Blackmon ne mette 14 nel primo periodo e la VL tira con il 71% da tre punti, allargando il vantaggio a 15 lunghezze all’8′ (10-25). Ceron e le riserve bresciane ricuciono il gap a -10 dopo 10′ di gioco ritrovando un minimo di fluidità in attacco, ma il problema difensivo locale è palese (17-27). Proprio l’ex di serata detta il cambio passo difensivo e trova buone soluzioni in attacco e Brescia rientra a -6 (26-32 al 14′). Blackmon continua il suo show personale ma la grinta della panchina biancoblu è innegabile: Laquintana è infatti perfetto nella difesa sul perimetro, Mika è concentrato in attacco e Allen non ha paura nell’attaccare il ferro. Il parziale che ne esce è di 18-8 nella prima metà di secondo periodo, con la tripla di Moss a completare la rimonta e a ritoccare il sopracitato parziale a 21-8 (37-37 al 15′). Pesaro non riesce più a segnare ma ferma l’emorragia con un tecnico a Sacchetti e con la tripla di Murray a riprendersi il vantaggio (40-41 al 18′). La VL continua però a scontrarsi con il cambio di registro mentale in difesa della squadra di Andrea Diana, che continuano a produrre ottimi attacchi e vanno al riposo lungo sul +6 (50-44), il massimo vantaggio locale.

Nella ripresa Diana propone Allen per Abass dall’inizio. Vitali prova a prendere in mano il gioco servendo assist ai suoi: Beverly ne beneficia in particolare e la Germani va avanti in doppia cifra (59-49 al 25′). Risposta Pesaro: break 8-0 ispirato da Artis e Mockevicius e la VL torna a -2 con 2’30” sul cronometro del terzo quarto, vinto da Pesaro che, a 10′ dalla fine, è lì a -2 (65-63). Blackmon apre il quarto periodo con un “and-one” per ridare ai suoi un punto di vantaggio. Brescia si spegne in attacco, segnando 1 solo punto nei primi 5′ della quarta frazione: Pesaro non ne approfitta andando avanti solo di 4 al 35′ (66-70). Sacchetti muove il tassametro locale, la Germani va avanti (71-70) ma continua a giocare con molta paura: Pesaro la risorpassa con la tripla di Artis, Vitali risponde in un duello senza esclusione di colpo, caricando il PalaLeonessa e costringendo Galli al timeout. Blackmon continua la sua serata irreale con un tripla impossibile, Allen ritrova il pari in contropiede (76-76 al 38′). Si gioca ora in una polveriera, Hamilton di forza appoggia nuovo il vantaggio bresciano, Artis dal palleggio lo riprende ma è ancora l’ex Nuggets a mettere una bomba piedi-per-terra pesantissima per il +3 (81-78 al 39′). Moss spende un fallo che fa guadagnare un punto alla VL, con Vitali che poi riporta i suoi a +3 con un giro da 1/2 in lunetta. Pesaro ha dunque la palla del pareggio, ma perde palla sulla rimessa. E’ l’epilogo: 84-81 e Brescia può respirare.

GERMANI BASKET BRESCIA VS VL PESARO 84-81 (17-27; 50-44; 65-63)

BRESCIA: Vitali 4, Moss 9, Abass 6, Hamilton 15, Beverly 11 (Sacchetti 9, Mika, Ceron 4, Laquintana 7, Allen 10, Ceron 9, Zerini 0, Caroli n.e.). All: Diana

PESARO: Artis 13, Blackmon 4, Murray 35, McCree 9, Mockevicius 15 (Zanotti 3, Monaldi 2, Ancellotti 0, Shashkov 0, Bonci n.e., Giunta n.e., Conti n.e.). All: Galli

MVP BASKETINSIDE: Jordan Hamilton

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy