Brescia suda ma batte Torino: per la Leonessa è garanzia terzo posto

Brescia suda ma batte Torino: per la Leonessa è garanzia terzo posto

Brescia supera in casa Torino e sigilla il terzo posto in classifica

di Silvia Castrezzati

Germani Basket Brescia – Fiat Torino 98-95 d.t.s. (21-11; 48-34; 64-61; 83-83)

Brescia supera in casa Torino e sigilla il terzo posto in classifica. La Germani, dopo la gara di andata e la sconfitta in finale di Coppia Italia, non permette alla Fiat di laurearsi come la propria bestia nera: riscatta quel trofeo non sollevato ma, soprattutto, raggiunge un risultato finora storico nella realtà cestistica bresciana con la sicurezza matematica del terzo posto in classifica. La gara si profila inizialmente, e per tutto il primo tempo, appannaggio della Germani. Ma Torino non molla mai la presa ed al rientro in campo firma un ottimo break che le permette di rimanere a contatto fino agli ultimi respiri della partita, tanto che si è costretti a ricorrere all’overtime. Nei 5’ conclusivi Brescia ha la meglio.

Il primo tempo: Mani fredde da entrambe le parti per i primi 2’ di gioco: a sbloccare il tabellone è Torino con due punti di Poeta. Risponde Brescia con un parziale di 8-0 firmato dalla coppia Moore-Ortner, poi la Fiat accorcia con Mbakwe e Mazzola (10-6 al 5’). E’ ancora la Germani a trovare le giuste soluzioni offensive, doppiando poco dopo gli avversari sul 16-8. A 2’ dal termine del primo quarto il gap marcia sulle dieci lunghezze di vantaggio in favore della Leonessa e si mantiene tale fino al 10’ (21-11). Sacchetti e Fall rincarano la dose mantenendo Brescia sulla doppia cifra di vantaggio (30-15 al 13’) mentre Torino si affida a qualche rapido spot. A metà del secondo periodo sono ancora i padroni di casa a governare la gara (34-21), nonostante i piemontesi non si diano naturalmente per spacciati. Con Mazzola in lunetta al 17’ lo scarto si accorcia sul -9, ma ogni tentativo di rientro torinese incoccia contro la resistenza della Germani. Con sicurezza Landry e Cotton sigillano due preziose triple (valide per il +15) che spingono Brescia verso un buon allungo. La Fiat va in lunetta e spezza il gap, ma la sirena di metà gara squilla sul 48–34 in favore della Germani, con la tripla di Sacchetti allo scadere.

Il secondo tempo: Washington, Jones e Mazzola battezzano il rientro in campo con un esaltante break di 11-0, con la Fiat che in un amen si fa pericolosamente vicina (45-48). Michele Vitali ci mette la pezza, ma il momento di grazia rimane in favore degli uomini di coach Galbiati, cecchini dall’arco in questo terzo periodo: Jones firma una bomba e Torino si porta prima sul -1 (56-55) e poi impatta sul 58-58. Sempre Vitali Jr ribatte con la stessa moneta, ma un imperturbabile Jones non smette di stupire (61-61). Alla fiera delle triple non manca di farsi sentire anche l’ultimo arrivato in casa Brescia: Cotton infila una conclusione dall’arco e trascina la Germani sul 64-61 del 30’. Ancora Cotton apre l’ultimo periodo con un canestro, rispondono Jones e Washington e la Fiat rimane a contatto (67-66). Moss e Cotton si caricano il gruppo sulle spalle, trovando un nuovo +9 al 35’. I piemontesi con un impeto d’orgoglio ricuciono nuovamente lo strappo sul -2 e con un canestro finale di Washington agguanta l’overtime. Nei 5’ finali Torino mette il naso avanti (90-85) ma Moss segna una tripla dall’angolo ed accorcia. Sul finale la zampata vincente è per Brescia, che con Cotton e Sacchetti supera i piemontesi.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy