Brindisi, prestazione maiuscola. Bologna crolla sotto i colpi di Kadji e Harris

Brindisi, prestazione maiuscola. Bologna crolla sotto i colpi di Kadji e Harris

Commenta per primo!

Nell’esordio al PalaPentassuglia, Brindisi sfodera un’ottima prestazione e regala ai suoi tifosi due punti importantissimi e una differenza canestri rilevante che potrebbe risultare decisiva a fine campionato. Bologna priva del suo capitano Allan Ray e con Odom recuperato all’ultimo, rimane in partita per 2 quarti per poi crollare e non rialzarsi più nel proseguo del match sotto i colpi di Kadji ed Harris, decisivi rispettivamente nel secondo e terzo quarto.

Un primo quarto dal punteggio non proprio alto, con le squadre che partono molto contratte, Bologna sbaglia molto e Brindisi non riesce a contenere Pittman, sicuramente il protagonista nei primi dieci minuti. Nel secondo quarto sale in cattedra Williams che recupera 3 palloni importanti, segna e recupera anche rimbalzi, Brindisi in chiara assenza di identità fatica a trovare la via del canestro, perde tanti palloni e solo grazie a qualche magia dei singoli riesce a tenersi aggrappata al match. Nel terzo quarto l’inerzia della partita gira dalla parte di Brindisi, Kadji entrato in trance agonistica si prende sulle spalle la squadra, mette dentro canestri decisivi che valgono il recupero e il sorpasso di Brindisi, ma è dalla ottima difesa e da veloci ripartenze in transizione che iniziano le fortune di Brindisi. Nell’ultimo quarto Bologna è senza energie, non riesce a trovare il canestro e Brindisi vola sino al +27.

Per Brindisi ottime le prove di Kadji Harris e bene anche Banks che ha messo dentro punti in momenti in cui l’Enel non riusciva a trovare con facilità la via del canestro, ma anche Reynolds con ben 9 assist a fine partita. Per Bologna bene Pittman nei primi due quarti, salvo poi quasi sparire nel resto del match, buona anche la prova di Williams.

STARTING FIVE

ENEL BRINDISI: Reynolds, Banks, Scott, Kadji, Gagic

OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA: Gaddy, Williams, Fontecchio, Mazzola, Pittman

CRONACA

Primo quarto: Pittman inizia da protagonista, prima due punti in transizione, poi altri due dopo un rimbalzo offensivo raccolto e facile appoggio a canestro, dall’altra parte ribaltamento di Reynolds per Milosevic che schiaccia, e ancora Reynolds in contropiede dopo un pallone recuperato, 7-6 a 36’40”. Passaggio sbagliato di Reynolds, Williams velocemente in transizione mette dentro due punti e subisce un fallo ingenuo da parte di Scott, che si fa prontamente perdonare mettendo a segno una tripla, 12-13 a 38’30”. Cournooh toglie le castagne dal fuoco dopo un’azione un pò confusa con una splendida entrata, Milosevic ben servito in posto basso, buon uso del piede perno e 2 punti facili, nell’ultima azione Bologna forza un tiro sulla sirena, 16-13.

Secondo quarto: Zerini ben servito da Cournooh si mangia un canestro che sembrava già fatto, il possesso rimane per Brindisi, Harris subisce fallo in una buona entrata e mette dentro i due tiri liberi, buon arresto e tiro dalla media di Odom, 20-19 a 23’20”, Bucchi chiama time out. Brindisi ha poche idee in fase offensiva, perde tanti palloni e si affida per lo più all’estro dei singoli, in fase difensiva non risulta perfetta, Bologna con un’ottima circolazione di palla riesce a segnare due punti facili con Williams, 21-26 a 26’30”. Buon pick & roll Reynolds Zerini, che schiaccia, la difesa di Brindisi è perforata troppo facilmente da Fontecchio che appoggia a tabellone, poi è Banks che approfitta di una distrazione difensiva di Bologna e segna il canestro del 25-30 a 28’45”. Banks limita i danni e si inventa un canestro, dall’altra parte Odom non riesce a mettere la tripla sulla sirena, 27-34.

Terzo quarto: Bucchi deve aver strigliato per bene i suoi negli spogliatoi e Brindisi rientra sul parquet con più grinta, difende bene e riparte prontamente in transizione, Kadji è in fase di trance agonistica nella prima metà del quarto, viene cercato sotto canestro, risponde presente in due occasioni, segna due  triple e mette dentro due schiaccioni in transizione che fanno saltare in aria il PalaPentassuglia, 46-39 a 15″. Errore al tiro di Bologna allo scadere dei 24 secondi, Harris serve bene Banks che appoggia facilmente a canestro, Cournooh si mangia letteralmente un canestro che sembrava già fatto, nell’ultima azione del quarto palla a Brindisi che con Scott mette due punti sulla sirena, 55-47 e inerzia della partita girata dalla parte di Brindisi.

Quarto quarto: Il quarto inizia con le due squadre che vanno in confusione, con errori da una parte e dall’altra, Harris prima con una tripla, poi con un perfetto arresto e tiro porta la squadra pugliese sul 61-52 a 33’23”. Zerini serve Cournooh completamente libero dalla linea dei tre punti, che non ci pensa due volte, tira e mette dentro tre punti pesantissimi, ma è una tripla di Scott che probabilmente chiude le speranze di recupero di Bologna, 69-52 a 36’25”. A Bologna non entra più niente, Brindisi amministra il vantaggio e fa scorrere il cronometro, 81-54 a fine partita.

MVP Basketinside.com: KADJI (17 punti)

BRINDISI – BOLOGNA 81-54

Parziali: 16-13, 27-34, 55-47

Brindisi: Banks 13, Reynolds 4, Scott 9, Cournooh 5, Harris 13, Cardillo, Milosevic 7, Pacifico, Gagic 4, Zerini 9, Marzaioli, Kadji 17. All. Bucchi
Bologna: Pittman 12, Fabiani, Vitali, Cuccarolo, Gaddy 3, Williams 18, Fontecchio 6, Mazzola 2, Oxilia, Odom 13, Ray. All. Valli
Arbitri: E. Sabetta, L. Weidmann, E. Caiazza

SALA STAMPA

BUCCHI: ” Partita che ovviamente all’inizio non facilissima, abbiamo trovato un secondo tempo più pulito con un’ottima difesa, il secondo quarto ci ha riproposto degli errori dovuti a meccanismi ancora non completamente oleati. Abbiamo parlato negli spogliatoi, sul campo si è visto, è migliorata la difesa e di conseguenza l’attacco con veloci ripartenze e facili canestri, questo ci ha permesso di vincere la partita. Partita importante, il gruppo è nuovo e alla ricerca di certezze, una vittoria che da serenità e convinzione, una vittoria che fa piacere e da fiducia. Sono normali gli alti e bassi, il gruppo è nuovo e cerchiamo di trovare la completa quadratura. La squadra è entrata in campo dagli spogliatoi con un atteggiamento diverso e questo si è ben visto in campo. In coppa soffriremo sicuramente le prime due settimane, poi sono sicuro che riusciremo a divertirci. Saranno partite durissime contro squadre di primissima fascia, per alcuni giovani saranno partite utilissime.”

Fotogallery a cura di Vito Massagli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy