Brindisi prevale sull’Orlandina. Playoff ancora in ballo

Brindisi prevale sull’Orlandina. Playoff ancora in ballo

Per l’Enel cinque uomini in doppia cifra. Domenica a Venezia per l’impresa. Capo sottotono arriva al meno tre ma cede nel finale.

di Marino Petrelli

Brindisi per restare agganciata al treno della post season, Capo d’Orlando per difenderla a denti stretti dopo una bellissima stagione, “macchiata” dalle ultime cinque sconfitte consecutive. Lo spareggio play off lo vince 87-75 l’Enel Brindisi che ribalta la differenza canestri e si giocherà a Venezia la possibilità di allungare la stagione. Capo d’Orlando, alla sesta sconfitta consecutiva, avrà contro Pesaro, già salva, l’ultima occasione.

LA PARTITA

PRIMO TEMPO

Brindisi recupera Scott assente a Caserta e con pochi allenamenti settimanali. Capo parte invece in quintetto con l’ultimo arrivato Kikowski che in due minuti mette tutti e cinque i punti ospiti per il primo vantaggio, 4-5. Capo avanti 11-13 fino alla tripla di Moore in transizione per il primo vantaggio Brindisi nella partita. Scott è ispirato, nove punti nel quarto, ma l’Orlandina non ha paura. Diener e Laquintana firmano il contro sorpasso (20-21), Spanghero regala la tripla del 23-21 con cui si chiude il primo quarto. L’avvio di secondo quarto della New Basket è vigoroso: Spanghero, Carter e una tripla di Joseph regalano il 35-24 al 14esimo. Diener commette il suo terzo fallo e Capo soffre l’intraprendenza di Brindisi. Sul 39-25 Di Carlo è costretto a chiamare time out, ma punteggio e inerzia restano dalla parte della squadra di casa. Moore e Carter segnano da tre, Carter schiaccia per il 47-32. Al riposo lungo Brindisi è avanti 52-41.

SECONDO TEMPO

Dagli spogliatoi, per quasi quattro minuti, si segna poco. Brindisi mantiene il vantaggio (59-45), Kikowski e Ivanovic riducono sul 59-51 al 25esimo. Carter e Scott commettono entrambi tre falli e Sacchetti chiama immediatamente la sospensione tra qualche timore del pubblico di casa che rivede i fantasmi di tante partite perse dopo aver dilapidato vantaggi importanti.  L’Orlandina ha il merito di crederci ancora e il terzo quarto si chiude 66-59. Sull’onda lunga, i ragazzi di Di Carlo trovano la tripla del meno tre con un ispiratissimo Kikowski: 67-64 al 33esimo. Brindisi sente la paura addosso e si scuote. Goss trova una tripla importantissima per il 72-66, M’Baye, su assist no look dell’ex Roma e Venezia, schiaccia per il 74-66: siamo al 36esimo. La New Basket capisce che il momento di chiudere. Moore inventa la tripla del 79-67, M’Baye e Scott consolidano con i liberi: 81-69 al 38esimo. Finisce 87-75 con la New Basket che manda cinque uomini in doppia cifra e vince la sfida a rimbalzo 39-30.

MVP BASKETINSIDE: Goss (Enel Brindisi) – 10 punti 2/5 da due, 2/5 da tre, 4 assist

TABELLINI

ENEL BRINDISI: Moore 16, Scott 12, Joseph 9, M’Baye 14 , Carter13, Spanghero 6, Goss 10, Cardillo, Donzelli NE, Miccoli NE, Sgobba NE, Samuels 7 All: Sacchetti

BETALAND CAPO D’ORLANDO: Ivanovic 18, Diener, Tepic 6, Iannuzzi 5, Delas 10, Laquintana 2, Berzins, Galipò NE, Donda NE, Nicevic 2, Kikowski 20 All: Di Carlo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy