Brindisi si sveglia troppo tardi, la Fiat Torino espugna il PalaPentassuglia

Brindisi si sveglia troppo tardi, la Fiat Torino espugna il PalaPentassuglia

In un match dalla difficile chiave di lettura, dove Torino gioca bene per 30 minuti, sempre ordinata con un gioco fluido e una percentuale molto alta al tiro, Brindisi si sveglia solo nell’ultimo quarto con una difesa arcigna, ma la rimonta non è compiuta, la tripla del pareggio di Giuri si infrange sul ferro.

Commenta per primo!

Nella prima giornata, triste esordio per la Happy Casa Brindisi. Una Brindisi dai tre volti vede espugnare il PalaPentassuglia da Torino. In un primo momento Brindisi, anche se impacciata ed emozionata è riuscita a tenersi in partita, nel secondo e terzo quarto, Brindisi ha avuto troppa paura di sbagliare e di perdere, tanti errori al tiro, in difesa, passaggi ingenuamente sbagliati, tiri facili lasciati agli avversari, in campo si è vista una squadra molto contratta. Nel finire del terzo quarto entra in campo il terzo volto di Brindisi, difesa arcigna dura, con le mani addosso agli avversari, giochi più veloci e fluidi in attacco, rapide ripartenze in transizione e finalmente palloni che entravano a canestro, ma quando la rimonta sembrava potesse arrivare a compimento, la bomba del pari si è infranta sul ferro.

L’inesperienza di molti giocatori di Brindisi e la probabile emozione/tensione dell’esordio si è fatta sentire, Torino è sembrata una squadra tecnicamente superiore e più lunga, giochi ben riusciti, pallone che girava bene e velocemente e una difesa quasi perfetta, bene Mbakwe, difficile da contenere e Vujacic che ha sfoggiato in più occasione il suo talento. Per Brindisi partita in sordina e contratta, bene a sprazzi Barber e Giuri, è stato lui il giocatore che ha suonato la carica della quasi rimonta. Tepic troppo timido, Randle lontanissimo dalla migliore condizione, ha fatto intravedere lampi del suo estro, rimandato Oleka, autore di qualche disattenzione di troppo.

STARTING FIVE

BRINDISI: BARBER, SUGGS, CARDILO, TEPIC, LALANNE

TORINO: GARRETT, VUJACIC, OKEKE, MAZZOLA, MBAKWE

CRONACA

Primo quarto: Primi due punti per le due squadre per Lalanne e Mbakwe, grazie a due pick & pop 2-2. Barber è on fire e mette dentro tre canestri consecutivi 9-8. Dopo un paio di disattenzioni difensive e una tripla di Garrett, Dell’Agnello richiama i suoi, 13-16. Brindisi è in difficoltà, ci pensa prima Giuri con due triple e poi Randlre grazie ad un fallo antisportivo subito in transizione e due tiri liberi messi a segno ad accorciare le distanze, 21-24 8’40”. Il quarto termina con una tripla messa a segno da  Patterson ed un errore sempre dalla lunga distanza di Suggs, 23-27.

Secondo quarto: Brindisi è contratta mentre a Torino entra tutto, ma grazie ad una magia di Randle Brindisi si riavvicina, 28-34 13’45”. Torino è più ordinata, buona la circolazione di palla e tiri ad alta percentuale, dopo due liberi di Patterson, 31-37 15’30”. Ingenuità in transizione di Barber, ancora disattenzioni difensive e Dell’Agnello striglia i suoi, 31-41 16’20”. Alley oop time per Mbakwe e Oleka e una tripla di Suggs chiude il primo tempo, 37-46.

Terzo quarto: La partita continua a viaggiare sullo stesso binario, Torino tecnicamente superiore trova facilmente la via del canestro, dall’altra parte Brindisi è troppo macchinosa e imprecisa, in alcune occasioni anche sfortunata, qualche fischio dubbio scalda gli animi del pubblico e dopo un facile canestro di Barber da un lato e Okeke dall’altra, timeout Brindisi, 41-55 25’. Il quarto termina con un errore al tiro da tre punti di Cardillo (stoppato), 49-61.

Quarto quarto: La fortuna non aiuta Brindisi che in difesa cerca di metterci più aggressività, ma dopo un errore (l’ennesimo) al tiro e una facile transizione subita, altro timeout chiamato da Dell’Agnello, 49-63 33’. L’ennesimo pallone sputato dal ferro, canestro di Torino dall’altra e si affievoliscono le speranze per Brindisi 54-67 36’30”. Quanto tutto sembrava perduto, un barlume di speranza si accende per Brindisi, qualche errore e disattenzione di troppo di Torino, una difesa più arcigna dei padroni di casa e dopo una transizione offensiva di Giuri, 64-70 quando mancano 2’. Un’occasione sprecata per Brindisi per portarsi in parità, Torino segna, e niente di fatto, Torino vince 67-72.

MVP BASKETINSIDE.COM: Mbakwe (14 punti, 8 rimbalzi 5 falli subiti)

HAPPY CASA BRINDISI – FIAT TORINO 67-72

Parziali:23-27, 37-46, 49-61

BRINDISI:Barber 19, Randle 7, Tepic 3, Giuri 16, Lalanne 9, Suggs 11, Oleka 2, Cardillo, Canavesi, Petracca, Mesicek, Sivakov

TORINO:Garrett 10, Stephens 4, Vujacic 12, Patterson 5, Mbakwe 14, Jones 5, Iannuzzi 4, Washington 7, Poeta 4, Mazzola 5, Parente, Okeke 2

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy