Cantù domina Varese: per la Cimberio gara uno è un incubo.

Cantù domina Varese: per la Cimberio gara uno è un incubo.

Una partita stellare quella che la Bennet disputa davanti ai propri tifosi, strappando senza difficoltà la prima partita dei quarti di finale. Quaranta minuti perfetti, con i canturini che scappano via fin dalle prime battute di gioco. Un risultato quindi scritto, con Varese che nonostante la presenza dei suoi tifosi al contrario di Domenica , patisce la pessima prova di Slay e soprattutto Goss, apparso tutt’altro giocatore rispetto a quello ammirato nell’ultimo turno di campionato.  Cantù invece manda cinque giocatori in doppia cifra, riuscendo a ruotare al meglio i propri giocatori con il solo Ortner che ha giocato più di venticinque minuti. Soddisfazione quindi per coach Trinchieri, premiato ad inizio gara assieme al general manager Bruno Arrigoni dalla Legabasket, con il coach e il gm della Bennet che hanno bissato così la scorsa annata.

Quintetti:

Cantù: Green-Mazzarino-Micov- Leunen-Marconato

Varese: Stipcevic- Goss–Righetti-Talts-Slay

Cantù parte subito forte, con Mazzarino e Leunen che confezionano il 4-0 iniziale. Varese risponde con la schiacciata di Slay, ma la Bennet dopo quattro minuti è già in fuga: tripla di Micov per il più otto e Pianella che esplode (12-4). La Cimberio dal canto suo continua a litigare col canestro, Serapinas prende il posto di Talts ma è la squadra di Trinchieri a volare, trovando in Micov e in Ortner i finalizzatori delle invenzioni targate Mike Green tanto che in un amen Cantù si ritrova sul massimo vantaggio di tredici lunghezze (19 a 6). Negli ultimi due minuti c’è spazio anche per Mian, con l’ex Veroli che non delude mentre il parziale a favore dei canturini continua a correre e dopo dieci minuti, tra le due compagini ci son già diciassette punti (27-10).

Il secondo quarto riparte con Varese che piazza 4-0 di parziale, tutto nel segno di Slay e Talts, ma la Bennet è in controllo e scappa via nuovamente con Mazzarino che sale in cattedra piazzando due bombe in rapida successione a cui segue il 4/4 dalla lunetta che porta la squadra di casa a condurre sul più ventidue (39-17). Goss interrompe il digiuno della propria squadra, ma Cantù è scatenata e con Micov manda a segno la quarta tripla di serata allungando nuovamente il gap.  Stipcevic e Kangur provano nel finale a colmare il distacco, ma dopo venti minuti la Bennet è avanti 44 a 28.

Il terzo periodo è quello che manda i titoli di coda all’incontro. I bianco blu infatti fan capire fin da subito che la musica è sempre la stessa, con Ortner che buca la difesa avversaria e inchioda la schiacciata. Gli ospiti trovano buone cose da Stipcevic, l’unico a provare fino in fondo a tenere a galla i biancorossi,  ma il Pianella è in delirio, Leunen dai 6.75 sul finire dei ventiquattro secondi non sbaglia e grazie all’ottima aggressività difensiva, la squadra di Trinchieri costringe la Cimberio a diverse palle perse. Si mette in mostra anche Marconato e a dieci dal termine, il tabellone segna 62 a 36 per la squadra di casa con Varese che nel terzo periodo non è andata oltre gli otto punti a referto.

L’ultimo quarto non regala grandi emozioni. Trinchieri svuota la panchina,  richiamando a riposare Marconato e Micov. Sono però Mian e Markoishvili a continuare il festival del tiro da tre punti canturino, con Varese che dopo trenta minuti di gioco, trova il primo canestro facile di serata grazie ai due punti di Goss. Il vantaggio però non accenna a calare, ed è infatti una bomba del georgiano a portare la Bennet a ridosso dei trenta punti di margine (68-40), con Recalcati che interrompe il gioco chiamando time out. E’ praticamente finita la partita, Varese da spazio al giovane Mian mentre Trinchieri risponde con Diviach. Il finale serve solo ai tabellini e alle statistiche, festeggia Cantù ma gara due è dietro l’angolo e tra quarantotto ore sarà un altro capitolo di questa serie.

MVP BASKETINIDE.COM: Vladimir Micov

BENNET CANTU’ – CIMBERIO VARESE 78 – 53 (27- 10, 44- 28, 62- 36)

BENNET CANTU’: Bianchi, Micov 14, Ortner 10, Markoishvili 11, Leunen 11, Marconato 4, Mazzarino 14, Mian 9, Diviach 2, Tabu 1, Maspero, Green 2. All. Trinchieri.

CIMBERIO VARESE: Demartini 2, Goss 6, Mian 5, Talts 5, Righetti 4, Galanda, Fajardo ne, Bernardi, Kangur 4, Serapinas 9, Stipcevic 14, Slay 4. All. Recalcati.

Arbitri: Cerebuch, Mattioli, Barni.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy