Cantù fa 3-0 contro Varese e vola in Semifinale!

Cantù fa 3-0 contro Varese e vola in Semifinale!

Commenta per primo!


Cimberio Varese-Bennet Cantù 69-75 (16-20, 31-35, 42-49, 69-75)

Cimberio Varese: Demartini, Goss 26, Mian ne, Rannikko 6, Talts 9, Righetti 3, Galanda 2, Lenotti, Bernardi, Kangur 5, Stipcevic 5, Slay 13. All.Recalcati

Bennet Cantù: Micov 7, Scekic 15, Markoishvili 3, Leunen 19, Marconato 2, Mazzarino 6, Mian, Broggi ne, Diviach ne, Tabu 4, Maspero ne, Green 19. All. Trinchieri

La serie più attesa, per rivalità, storia e possibili emozioni è già finita. E’ finita con un secco e netto 3-0 per la Bennet Cantù. La Bennet da seconda in classifica in Regular Season era chiamata a confermare la propria superiorità in campo su un’ottima Varese e c’è riuscita senza grossi problemi (tra Campionato e Playoff 4 Derby vinti contro Varese in una settimana). Questa Gara 3, inoltre, dimostra che la formazione di Trinchieri è pronta anche mentalmente alle sfide importanti e ravvicinate. Cantù infatti inizia a condurre nel primo quarto e non si fa più raggiungere, rispondendo sempre colpo su colpo ai tentativi di rimonta della Cimberio senza mai andare in affanno (emblematiche le fantastiche triple di Mazzarino e Leunen sul 51-52 a metà quarto quarto). I fattori della vittoria biancoblu in Gara 3 sono molteplici: dalla mira dall’arco (11/21, 52.4%) alla precisione balistica di Leunen (19 punti con 6/7 da 3), dalle 2 triple decisive di Mazzarino (le statistiche sono bugiarde rispetto al fondamentale apporto del Capitano) alla difesa di Marconato su Slay, dai canestri di Scekic (15 punti con 6/6 dal campo) alla prestazione super di Green (19 punti, 6 rimbalzi, 5 recuperi). Varese, invece, saluta così i Playoff e conclude con la sconfitta in questo Quarto di Finale un’ottima stagione. Per i biancorossi non son bastati un super Goss (26 punti e 33 di valutazione) e un solido Talts (9 punti, 6 rimbalzi, 3 stoppate). Di certo, però, sulla sconfitta ha pesato la serata storta di alcuni giocatori chiave come Stipcevic (5 punti, 2/8 dal campo) e Slay (13 punti e soli 3 rimbalzi, con anche 4 palle perse e 5 falli). Da notare ancora lo scarso apporto del duo italiano Righetti (3 punti in 18’) e Galanda (2 punti in 11’), autori nella serie di 20 punti totali in coppia.

 

Partita: Varese recupera Rannikko e lo schiera al posto di Serapinas, nulla da fare invece per Fajardo. Recalcati manda quindi in quintetto: Stipcevic-Goss-Righetti-Kangur-Slay. Trinchieri, che sceglie Scekic al posto di Ortner, risponde con: Green-Mazzarino-Micov-Leunen-Marconato. Varese, spinta dal pubblico di Masnago, parte con grande intensità difensiva (Cantù perde 4 palloni in 4 azioni) e segna i primi punti con Kangur e Slay (4-0 al 2’). La Cimberio, però, inizia a pasticciare in attacco (soprattutto con Slay) e Leunen la punisce 3 volte consecutive dall’arco. Slay sbaglia ancora da 2, Green invece realizza e costringe Recalcati al time out (4-11 al 5’). Al rientro in campo Varese non fa meglio, dopo gli errori di Slay e Marconato, una banale persa di Stipcevic regala 2 punti facili a Green. Kangur sblocca Varese con una gran schiacciata, ma Green dall’arco e Scekic dalla lunetta portano gli ospiti a +12 (6-18 all’8’). Varese, però, con orgoglio si rimette in partita con un parziale 10-2. Segnano Goss in contropiede, Rannikko da 3 e in penetrazione e Stipcevic da 3. Per Cantù realizza solo Scekic da 2 e il primo quarto si chiude sul 16-20 per la Bennet.

Il primo canestro del secondo periodo è ancora di Scekic a cui risponde, dopo gli errori di Stipcevic e Markoishvili, Talts con un canestro e fallo (ma libero sbagliato). Ancora Scekic non perdona in area, Slay risponde con una schiacciata splendida. Cantù però cerca subito un altro break, Tabu dalla lunetta e Scekic da 3 la riportano a +9  (20-29 al 15’). Goss e Slay riavvicinano Varese, Marconato e Markoishvili la riallontanano (24-32 al 18’). Il finale di tempo è, ancora, di marca biancorossa. Goss mette 4 punti in fila, Scekic punisce ancora da sotto, ma Righetti dall’angolo colpisce Cantù sulla sirena (31-35 al 20’).

Goss apre il terzo quarto con 2 punti, ma Varese si spegne in fretta. Nel festival degli errori biancorossi al tiro nei primi 7’ del terzo periodo (0/4 Kangur, 0/2 Stipcevic, 0/2 Righetti, 0/1 Goss), Cantù ne approfitta per tornare a +9 con una bomba di Leunen e 4 punti consecutivi di Green (33-42 al 26’). Goss con un 3/4 dalla lunetta sblocca la Cimberio, poi Slay con l’unica bomba del suo match riporta Varese a -3 costringendo Trinchieri al time out. In uscita dal minuto, Markoishvili, Rannikko e Leunen fanno 1/2 ai liberi. Il terzo periodo si chiude con la prima bomba di Nicolas Mazzarino, con un canestro di Ron Slay e con un 2/2 dalla lunetta di Tabu (42-49 al 30’).

Goss apre anche il quarto periodo, stavolta con una bomba. Ma Leunen è on fire e realizza ancora dall’arco. Varese con la forza dei nervi tenta un’ultima reazione e si riporta a -1 con Goss, Talts e Slay (51-52 al 33’). Cantù, però, con il piglio della grande squadra non si scompone e colpisce Varese con le bombe di Mazzarino e del solito Leunen (51-58 al 34’). Talts schiaccia, ma Micov e Scekic portano Cantù alla doppia cifra di vantaggio (53-63 al 36’). Goss e Micov si rispondono da 3, Green e Galanda da 2, poi Goss riporta a -7 Varese (61-68 al 38’). La Bennet, però, è glaciale ai liberi e con un 7/10 (1/2 Micov, 1/2 Markoishvili, 5/6 Green) chiude match e serie. I canestri di Talts, Goss e Stipcevic servono solo a rendere meno amaro il risultato per Varese. Finisce quindi 69-75 per Cantù, che attende ora di conoscere la propria avversaria in Semifinale dalla sfida tra Milano e Sassari. Varese, invece, finisce con questa partita la sua ottima stagione.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy