Cantù non brilla, ma la vince con l’asse Hodge-Fesenko: Pistoia k.o al Pianella

Cantù non brilla, ma la vince con l’asse Hodge-Fesenko: Pistoia k.o al Pianella

Prestazione immensa di Hodge che scrive 21 punti con ben 11 assist . E’ lui il trascinatore insieme a Fesenko, autore di 16 punti e 15 rimbalzi. Nel finale decisivo Heslip, che ricaccia indietro i toscani regalando anche la differenza punti a favore.

Cantù s’impone 82-74 regolando Pistoia al termine di una gara opaca, ma con un più otto finale che non solo porta i due punti alla formazione di Bazarevich, ma regala anche il vantaggio nello scontro diretto. Ritmi bassi per entrambe le squadre, con i primi tre quarti che scorrono via con sorpassi continui a vicenda. Nel quarto periodo, Cantù scappa via nel finale, quando prima Lorbek e poi Heslip colpiscono dalla lunga distanza affossando la resistenza della squadra pistoiese. Hodge chiude la partita da mvp: 19 punti, 11 assist e una prova da leader, quello spesso mancato nelle ultime settimane. Con lui bene Fesenko, protagonista di una doppia doppia da 16 punti e 15 rimbalzi. In doppia cifra anche Heslip con 18 punti. Alla Giorgio Tesi Group non bastano tre elementi in doppia cifra per espugnare il Pianella.

Cantù: Hodge- Heslip- Abass-Johnson-Fesenko

Pistoia: Moore – Knowles- Blackshear- Czyz- Kirk

PARTITA OPACA, PISTOIA AVANTI- Festival del tiro da tre punti ad aprire la gara, con Kirk, Heslip e Knowles a segno. Pistoia trova subito un mini allungo, volando a più nove con Kirk e la tripla di Blackshear. E’il canestro che finalmente sveglia la compagine canturina, che replica con tre punti di Heslip e due di Johnson, ricucendo sul 8-12. Czyz colpisce dall’arco, ma l’Acqua Vitasnella trova il vantaggio con Hodge ed Heslip a segno per il 16-15. Kirk dalla lunetta rimette avanti i toscani, che spinti dal neo entrato Amato allungano fino al 17-23 del primo periodo. Fesenko da sotto e Abass dai 6.75 riaprono la contesa, firmando il meno uno. Kirk inchioda prepotentemente, ma sono gli acuti di Knowles e la correzione vincente di Lombardi a riallontanare nuovamente la formazione biancorossa, che si porta sul 26-31 obbligando Bazarevich al minuto di sospensione. Amato sigla il più sette, Blackshear dalla lunga distanza firma il 27-37 e per i padroni di casa, è così arriva nuovamente timeout. E’ una pausa che riporta lucidità all’attacco biancoblu, che al rientro produce un 6-0 con la coppia Fesenko-Johnson, rientrando così fino al meno quattro. Esposito prova a fermare il break dei locali interrompendo il gioco, ma al rientro è una tripla di Heslip per il meno uno a infiammare il pubblico canturino. La distanza non cambia neanche nell’ultimo giro di lancette, con Pistoia avanti dopo metà gara sul 41-42.

HODGE ED HESLIP PIEGANO UNA CORIACEA PISTOIA- Dopo la pausa lunga, Johnson trova subito il sorpasso, ma Antonutti replica immediatamente prima dalla lunga distanza poi col piazzato che vale il 43-47. Cantù però ritrova la parità, impattando a quota 47 con il solito Fesenko. La partita stenta però a decollare, con gli errori su entrambi i lati del campo a dominare la scena. Si continua così con Pistoia avanti e Cantù sempre incollata: Heslip replica ad Antonutti, Ignerski a Kirk, ma son sempre gli ospiti a mantenere il controllo e con Kirk e Moore, ritrovano il doppio possesso di scarto sul 54-59. La squadra di Bazarevich ha però l’ennesimo sussulto e grazie ad Abass e Fesenko ritrova la parità proprio nell’ultimo minuto, sul punteggio di 59-59 dopo trenta minuti. L’ultima frazione si apre con i punti di Hodge e Fesenko, che scrivono il più quattro sul tabellone ma i liberi di Czyz e un canestro di Blackshear tengono in scia la squadra pistoiese sul 65-63 dopo trentatré minuti di gioco. Kirk e Blackshear rimettono i toscani avanti (67-70), ma Lorberk e Ignerski replicano con la stessa moneta siglando il 71-70 che porta Esposito a chiamare minuto di sospensione a meno di cinque minuti dal termine. Lorbek sceglie il momento migliore per sbloccarsi, andando a bersaglio dalla lunga distanza per il più quattro a tre minuti dalla fine. Lo stesso numero undici perde palla però nell’azione seguende, regalando a Knowles il canestro del 74-72. Hodge dalla lunetta rimette due possessi di distanza, Kirk fa solo 1/2 in lunetta venendo punito sul lato opposto, dove Heslip si conferma ispirato dai 6.75 mandando a segno il 79-73 a un minuto dal termine che manda in delirio il Pianella. Immediato il timeout per Esposiro, ma al rientro la palla persa di Knowles e il 2/2 di Hodge mandano i titoli di coda. Cantù s’impone 82-74, ribaltando anche il meno sei dell’andata.

MVP BASKETINSIDE.COM: Hodge

ACQUA VITASNELLA CANTU’ 82 – GIORGIO TESI GROUP PISTOIA 74 (16- 23, 41- 42, 59- 59)

ACQUA VITASNELLA CANTU’: Abass 9, Heslip 18, Lorbek 6, Zugno, Wojciechowski, Cesana, Ignerski 4, Johnson 8, Tessitori ne, Fesenko 16, Hodge 21. All. Bazarevich.
GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Knowles 12, Amato 5, Mastellari, Antonutti 9, Lombardi 6, Severini, Czyz 10, Blackshear 11, Moore 2, Kirk 19. All. Esposito.

Arbitri: Paternicò, Biggi, Paglialunga.

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli-Betta Cesana

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy