Cantù regge 20 minuti, poi la Reyer apre il gas ed annichilisce World Peace e compagni

Cantù regge 20 minuti, poi la Reyer apre il gas ed annichilisce World Peace e compagni

Commenta per primo!

La Reyer fa la voce grossa e spazza via Cantù al termine di una partita dominata. I brianzoli tengono il campo solo per la prima frazione, prima d’inchinarsi al cospetto dei lagunari. Per la squadra di Recalcati sono ben cinque i giocatori in doppia cifra, con i 21+3 assist di Viggiano, a cui s’aggiungono i 16 di Goss, i 14 di Ress, i 13 di Ortner e i 12 di Peric. Per gli ospiti il solo World Peace è autore di una discreta prova, con 12 punti e 18 di valutazione.

CRONACA-Sacripanti opta per il doppio play sin dalla palla a due (Gentile a supporto di Johnson Odom), in casa lagunare torna nel quintetto base Benjamin Ortner.

Un primo quarto complessivamente vissuto sul filo dell’equilibrio con continui sorpassi e controsorpassi: per gli ospiti in grande evidenza Jones (già 10 punti al 10’) e Cantù chiude la prima frazione avanti 17-21; Venezia può recriminare per alcuni facili lay-up non concretizzati da Peric e soprattutto Ruzzier.

Nel secondo periodo le due squadre partono contratte: è di World Peace il primo canestro dopo 3’20” di errori da una parte e dall’altra (17-23). Ad un ingenuo Williams viene comminato un fallo tecnico e permette a Venezia d’impattare a quota 25 con la bomba di Dulkys al 15’. Ancora il lituano protagonista con un tap-in volante, la Reyer si porta in vantaggio e Sacripanti chiama timeout (29-27 al 17’). I padroni di casa toccano anche il +7 con una bomba di Ress ma World Peace segna il -5 con il quale si va all’intervallo (34-29 al 20’).

E’ un’altra Reyer quella del terzo quarto: aggressiva, mentalmente dentro la partita frutto di una ritrovata concentrazione difensiva che permette rapidi e vincenti capovolgimenti nella metà campo canturina. Non un giocatore in particolare, ma a turno Goss, Viggiano, Peric ed Ortner contribuiscono in maniera determinante all’imperioso allungo orogranata (59-36 al 17’). Cantù pare inerme: Williams, nervosissimo, commette un fallo antisportivo e Viggiano ne timbra così altri due dalla lunetta, mentre Stone in contropiede sigla il +27 (63-36 al 28’). Il terzo quarto si chiude sul 68-40: parziale del periodo di 34-11, la Reyer ha in cassaforte la partita, Cantù annichilita.

L’ultimo quarto è, usando un americanismo, solo garbage time: la Reyer vince, anzi stravince e conquista due punti fondamentali per la corsa al 2° e al 3° posto nella griglia dei playoff. In attesa di Reggio Emilia-Sassari…

UMANA REYER VENEZIA 89 -68  ACQUA VITASNELLA CANTU’ (17-21, 34-29, 68-40)

Umana Reyer Venezia
Stone 4, Goss 16, Viggiano 21, Peric , Ortner 13 – Starting Five
Ruzzier, Jackson, Ambrosin, Dulkys 9, Ceron, Nelson, Ress 14. All.: Recalcati

Acqua Vitasnella Cantù
S.Gentile 8, Johnson-Odom 9, D.Jones 10, Buva 4, Shermadini 9- Starting Five
Feldeine 3, Laganà ne, Abass 7, Bloise ne, Maspero ne, World Peace 12, Williams 4. All: Sacripanti

MVP BASKETINSIDE.COM: Jeff Viggiano (Umana Reyer Venezia)

Arbitri: Mazzoni, Bartoli, Paglialunga
Note: 3509 spettatori.

Fotogallery a cura di Giacomo Martines

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy