Cantù tira fuori l’orgoglio, Pistoia spazzata via

Cantù tira fuori l’orgoglio, Pistoia spazzata via

Cantù mette fine a otto gare senza vittoria e torna al successo.

di Daniele Tagliabue, @Danyboy1991

Cantù torna a vincere. In quello che la classifica definiva come uno “spareggio salvezza” sono i ragazzi di Pashutin a uscire con un successo che porta ossigeno alla classifica. Si ferma così a otto le gare senza vittoria per l’Acqua San Bernardo, che fin dalla palla a due ha preso il controllo di una sfida mai in discussione ritrovando non solo il miglior Jefferson (17pt+5trb nei primi due quarti, 25+11 alla fine) ma anche il prezioso contributo del solito Gaines e un Blakes finalmente concreto anche dall’arco (5/7). Segnali di ripresa anche da Mitchell, autore di un buon secondo quarto. Per Pistoia una prova incolore con il solo Krubally a salvarsi da una disfatta in cui K.Johnson e Peak sono le note peggiori.

Cantù: Tassone, Gaines, Mitchell, Jefferson, Udanoh
Pistoia: K.Johnson, D.Johnson, Peak, Auda, Krubally

JEFFERSON SHOW, CANTU’ IN CONTROLLO- Cantù parte subito forte firmando il 4-0 iniziale. Pistoia replica con la tripla di Kerron Johnson, ma è l’Acqua San Bernardo a dettare i ritmi e con un 2+1 di Gaines in seguito a una clamorosa stoppata dello stesso americano, è 9-3 sul tabellone. Ramagli prova a mischiare le carte inserendo Bolpin, ma sono i primi punti firmati da Krubally a riportare le due formazioni in parità a quota 13. Cantù però spinta da Jefferson ritrova la retta via e uin un amen piazza un 7-0 che obbliga Ramagli a chiamare timeout. Dominique Johnson sblocca i toscani, ma i padroni di casa sono in controllo e chiudono il primo quarto avanti sul 26-17. In avvio di secondo quarto i brianzoli toccano nuovamente la doppia cifra di scarto (30-20), ma Krubally e Gladness iniziano a farsi sentire sotto i tabelloni e mantengono in scia gli ospiti sul 33-28. Auda firma il meno tre, ma Blakes risponde dall’arco rimettendo due possessi di distanza. Mitchell sale in cattedra e in un amen trova tripla e liberi che rilanciano la formazione di Pashutin sul più undici. La trama non cambia e Cantù allunga, con Blakes che brucia la sirena e scrive il 50-35 all’intervallo.

BLAKES E GAINES CHIUDONO I CONTI, CANTU’ TORNA A VINCERE– Anche il terzo quarto vede subito una Cantù con il piede giusto, con Gaines a segno con cinque punti in fila. Pistoia arranca, Blakes trova il 60-42 con l’Orasì che può solo chiamare timeout per fermare l’inerzia dei locali. Il diciannovesimo punto di Jefferson vale il più venti sul tabellone. Il copione non cambia, anzi è Blakes a prendersi i riflettori della scena con due triple in fila che cacciano gli ospiti a meno ventiquattro. Pistoia prova a limitare i danni con Bolpin e Peak, ma Gaines, Jefferson e Udanoh rispondono colpo su colpo scrivendo il 75-50. Bolpin prova a svegliare i suoi con due triple, ma la squadra di casa è nettamente avanti sul 75-56. Negli ultimi dieci minuti non c’è più storia e serve solo a definire il punteggio finale. Cantù s’impone con un netto 100-79.

MVP BASKETINSIDE.COM: Jefferson
ACQUA SAN BERNARDO CANTU’ – ORASI’ PISTOIA 100 79

Cantù: Gaines 20, Mitchell 15, Bloakes 21, Udanoh 11, Baparapè, Parrillo ne, Davis 2, Tassone 5, La Torre 1, Pappalardo, Quaglia ne, Jefferson 25.

Pistoia: Bolpin 14, Della Rosa 2, K. Johnson 6, Peak 11, Krubally 17, Auda 13, Di Pizzo ne, Martini 2, Querci ne, Severini ne, D. Johnson 10, Gladness 4.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy