Cantù vince e convince, Sassari spazzata via nella ripresa

Cantù vince e convince, Sassari spazzata via nella ripresa

La squadra di Kurtinaitis gioca un gran secondo tempo e conquista la seconda vittoria consecutiva.

PILEPIC

Cantù fa il bis e dopo aver battuto Pesaro, strapazza la più quotata Sassari con una ripresa che diventa un monologo dei biancoblu, che s’impongono con un netto 90-69. La formazione lombarda dimostra di continuare a crescere, sfornando anche un’ottima prestazione oltre a strappare i due punti. Merito di una prova collettiva, in cui spiccano ben cinque elementi in doppia cifra. Menzione speciale va alla coppia dei lunghi, con Johnson (15pt+8rb) e Travis (14pt+8rb) finalmente protagonisti insieme al solito Fran Pilepic (20 pt+ 3ass), sempre più leader della squadra brianzola. Sassari paga una seconda parte di gara da 20 punti totali dopo i 49 della prima metà al termine di una gara in cui solo Olaseni e a tratti Stipcevic, han giocato una gara degna di nota. Pessima invece la prestazione di Carter, con 0/4 dal campo in 22 minuti di gioco.

Cantù: Waters-Pilepic-Darden-Travis-Lawal

Sassari: Johnson-Odom – Lacey- Carter- Savanovic-Olaseni

SFIDA VERA TRA CANTU’ E SASSARI-Iniziano subito forte le due formazioni, con Waters da una parte e Savanovic dall’altra a scrivere l’11-10 dopo tre minuti di gioco. Darden si mette in mostra con un bel canestro, ma è Travis a salire in cattedra con cinque punti in fila che valgono il più sette sul tabellone (21-14), con il pubblico del PalaDesio che alza prepotentemente il tifo sugli spalti. Johnson-Odom e Devecchi ricuciono fino al meno quattro, ma la Red October è in controllo e con la schiacciata di Johnson, rimette due possessi pieni di scarto sul tabellone di gioco. Botta e risposta tra Olaseni e Johnson con la prima frazione che va in archivio sul 30-25. Nel secondo periodo il Banco di Sardegna trova subito la parità, con il 2/2 di Stipcevic che vale l’aggancio a quota 30. La partita però sale di agonismo, con due tre fischi dubbi che infiammano la contesa e il nervosismo in campo. Savanovic regala il primo break agli ospiti, ma un gioco vincente di Travis dai 6.75 e il rimbalzo offensivo trasformato in due punti da Lawal, rimettono la gara in parità. Darden dall’angolo prova a spezzare l’equilibrio con il canestro del 45-42, Pasquini non ci sta ed è costretto al minuto di sospensione immediato. Al rientro c’è subito la risposta di immediata di Johnson-Odom, seguita da un’altra tripla di Stipcevic per il 45-48. A risvegliare Cantù ci pensa però Pilepic, che sale in cattedra con due triple ma l’ultimo timbro è quello di Olaseni che in lunetta decreta il 51-49 dell’intervallo.

CANTU’ DOMINA LA RIPRESA E VINCE LA SFIDA- Anche dopo la pausa lunga, le due squadre continuano a rispondersi colpo su colpo, con il tabellone che segna 55-53 dopo tre minuti del terzo periodo. Cantù però si scuote: Travis e Waters fanno più sei, Lawal va a segno dalla lunetta e con la tripla di Darden, la Red October tocca il più nove sul 64-55. La replica ospite porta il nome di Johnson-Odom, ma i canturini volano via con Pilepic a mettere la doppia cifra di scarto sul 70-59. I liberi di Darden sigillano il terzo periodo sul 72-59. Gli ultimi dieci minuti si aprono con la tripla di Stipcevic, ma Cantù replica prima con l’asse Pilepic-Travis poi con Johnson, bravissimo a recuperare un rimbalzo offensivo e insaccare il 76-62. La squadra di Kurtinaitis si esalta, Darden si mette in proprio e va a depositare il più sedici, obbligando il Banco di Sardegna al timeout. Al rientro però il copione non cambia, Darden va ancora a bersaglio, mentre il più venti porta il nome di Lawal che finalizza con una poderosa inchiodata l’assist di Pilepic. Sassari non ne ha più, Pasquini prova anche col timeout ma il finale premia la squadra di casa che vince 90-69.

MVP BASKETINSIDE.COM: Pilepic

RED OCTOBER CANTU’ – BANCO DI SARDEGNA SASSARI 90 69

Cantù: Baparapè ne, Parrillo, Laganà ne, Pilepic 20, Waters 8, Callahan, Kariniauskas, Darden 17, Quaglia ne, Travis 14, Johnson 15, Lawal 16. All:Kurtinaitis

Sassari: Johnson-Odom 11, Lacey 6, Devecchi 5, D’Ercole, Sacchetti 4, Lydeka ne, Savanovic 13, Carter, Stipcevic 13, Olaseni 17, Ebeling ne, Monaldi. All: Pasquini

Fotogallery a cura di Alessandro Vezzoli

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy