Capo d’Orlando non muore mai e Brindisi la perde nel finale

Capo d’Orlando non muore mai e Brindisi la perde nel finale

In un match per niente spettacolare, Capo d’Orlando ha avuto la meglio. Con 2 punti negli ultimi 5 minuti è stato impossibile per Brindisi vincere.

di Andrea Ciaccia

STARTING FIVE

BRINDISI: MOORE, SUGGS, TEPIC, SMITH, LYDEKA

CAPO D’ORLANDO: ATSUR, STOJANOVIC, LIKHODEY, KULBOKA, KNOX

CRONACA

Primo quarto: Si gioca senza tabellone del punteggio e dei tabellini. Capo D’Orlando troppo facilmente a canestro, dopo un facile canestro di Lydeka e un alley-oop degli ospiti e un facile canestro di Stojanovic, colpevolmente lasciato solo 6-9, 4’. La difesa dei pugliesi dorme e lascia da solo Knox, e in avanti il canestro sembra stregato, 9-15dopo uno zero su due dalla lunetta di Iannuzzi. Nic Moore sblocca il risultato per Brindisi con una tripla ma gli ospiti mettono a segno un’azione da tre punti con canestro più tiro libero segnato, 12-188’30”. Il quarto termina con un assist sbagliato di Giuri e palla persa per Brindisi e un nulla di fatto per CdO nell’azione successiva, 13-18.

Secondo quarto: Partita brutta da vedere, da entrambe le parti del campo, e il canestro di Brindisi continua ad essere stregato, dopo un’infrazione di passi degli ospiti e un canestro di Smith da sotto canestro 19-22 14’20”. CdO scalda la mano dalla lunga distanza, tripla con Faust, dall’altra Lydeka, da sotto dopo aver sbagliato due volte, 27-30, 16’30”. Infortunio di Moore, dopo un’entrata in transizione e fallo subito, difficilmente lo rivedremo in campo. Il quarto termina con un canestro da sotto di Giuri e dall’altra parte un’errore di Smith, 35-34.

Terzo quarto: Giuri si scatena, dopo un buon taglio e canestro da sotto canestro, mette dentro una tripla, dall’altra parte il solito Knox da sotto, 43-41, la partita è ancora lunga 23’10”. Smith mette dentro una tripla, serve assiste e segna anche in penetrazione, 49-43, dopo un errore di CdO, 26’. Dopo un canestro da sotto di Lydeka, ben servito da Smith, 55-47, timeout CdO, 27’35”. Il quarto termina con una palla persa di Mesicek, durante una penetrazione 59-50.

Quarto quarto: Brindisi cerca di stringere le maglie e aumentare l’intensità difensiva, ma Likhodey mette dentro una tripla, dall’altra parte Brindisi segna con Iannuzzi un canestro insperato, 65-60, 32’40”. Una tripla di Smith riavvicina gli ospiti, ma ci pensa Suggs a ristabilire le distanze, 72-67, 35’20”, timeout Vitucci dopo uno sfondo commesso da CdO. Lydeka mette dentro due punti importantissimi, il PalaPentassuglia si infiamma, Knox segna sulla sirena, 74-71, 38’20”. Ed è sempre Knox a togliere le castagne dal fuoco, è lui a segnare il canestro del 74-73quando mancano 49 secondi. Mesicek fa 0 su due dalla lunetta. Knox segna il canestro del +1 quando mancano 4 secondi. Smith perde palla e Brindisi perde per 74-75.

MVP BASKETINSIDE.COM: Knox (27 punti, 24 di valutazione)

HAPPY CASA BRINDISI – BETALAND CAPO D’ORLANDO 74-75

Parziali: 13-18, 35-34, 59-50

a breve i tabelloni

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy