Caserta, chiude come aveva iniziato: 5 sconfitte e niente playoff

Caserta, chiude come aveva iniziato: 5 sconfitte e niente playoff

di Domenico De Mauro

Ultima partita di una stagione di alti e, tanti, bassi per Caserta, che affronta una Treviso che, guadagnata la post season, ne ha di più, e al Palamaggiò si prende due punti per un posto nei playoff.

Caserta, stranamente, si porta in vantaggio da subito, con le due torri, Williams e Jones, on fire, concludendo il primo quarto 28-23, +5 sui trevigiani, aggrappati alle giocate di Smith e Brian Skinner.

Nuovo periodo, nuovi protagonisti. Caserta si rivolge a Ere e Treviso all’estro di Motiejunas, per risolvere un quarto sempre sul filo della parità, punto a punto, ma che permette alla Pepsi di andare negli spogliatoi sul +4.

Al rientro, i bianconeri appaiono già stanchi e, nonostante un gioco Benetton non proprio brillante, riescono a farsi raggiungere, permettendo la rimonta dei veneti.
Il sorpasso biancoverde pare annichilire le ultime velleità casertane, che vivono un quarto quarto da incubo, dominato dagli ospiti e soprattutto, non giocato dalla Pepsi. 76-88 il finale.

Alla fine del match, Treviso festeggia l’offseason, mentre a Caserta, in molti, non riescono a digerire un atteggiamento della squadra, passivo e svogliato, che dal post Kazan, ha compromesso irrimediabilmente il campionato.

Eloquente il silenzio della curva bianconera, che per protesta smette di incitare i ragazzi, non meritevoli neppure di un applauso.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy