Caserta col cuore e con la fortuna ferma Pesaro

Caserta col cuore e con la fortuna ferma Pesaro

Dopo il drammatico confronto del 10 maggio, a Caserta c’era grande attesa per questa sfida che, ancora oggi, rappresenta uno scontro salvezza. Come previsto, il PalaMaggiò non ha riservato una calorosa accoglienza a Valerio Amoroso che, insieme al patron Iavazzi, ha ricevuto la contestazione della curva. Alla fine è Caserta a spuntarla con un eccellente Micah Downs.

Primo tempo – L’avvio di partita non è straordinario dal punto di vista dello spettacolo: infatti il punteggio è abbastanza basso nei primi minuti di partita, prima che una serie di triple faccia salire di tono la partita. In questa fase di partita sono i padroni di casa a tenere la testa della partita grazie ad un discreto Downs che consente alla Juve di arrivare alla metà del quarto sul +5 (13-8). Dopo il timeout voluto da coach Paolini, la Juve va in confusione in attacco e in difesa subisce la tripla di Nicolò Basile che porta i marchigiani a -4 sul 15-11. Amoroso fa il suo ingresso in campo e non viene accolto nel migliore dei modi e la Juve continua il suo momento buio subendo la tripla del -1 avversario ad opera di Trevor Lacey. Alla fine del primo quarto Pesaro conduce per 16-15.
Ad inizio secondo quarto il copione della partita non cambia: infatti, la Juve resta attaccata alla partita solamente grazie a Daniele Cinciarini che impedisce la fuga avversaria. È proprio una bomba di Cinciarini a dare nuovamente il vantaggio alla Pasta Reggia sul 22-19, ma la partita resta sui binari dell’equilibrio. Daye mette la sua seconda tripla di serata riportando i suoi in vantaggio sul 26-25 ma Downs realizza il canestro del nuovo vantaggio bianconero. Al rientro in campo dopo un timeout, la Consultinvest arriva fino al +4 (31-29) grazie al gioco da tre punti concretizzato da Semaj Christon al quale risponde subito Dario Hunt. Lacey fa rimettere la testa avanti a Pesaro ma la tripla di Gaddefors da lontanissimo sulla sirena fissa il punteggio sul 33-33 a fine primo tempo.

Secondo tempo – È il canestro di Dario Hunt ad aprire il secondo tempo, ma Ceron risponde immediatamente con una tripla. Caserta alza il ritmo difensivo e con un grandissimo Downs realizza un parziale di 11-0 che vale alla Juve il +8 sul 46-38, costringendo Riccardo Paolini a chiedere un minuto di sospensione. Al ritorno in campo Downs non si ferma e Caserta tocca la doppia cifra di vantaggio sul 48-38 prima che la tripla di Basile interrompa il parziale bianconero. Le triple di Gazzotti e Basile sono fondamentali per il ritorno a -3 della VL sul 48-51. Hunt e Cinciarini ricacciano i marchigiani a -7 (55-47). Alla fine del terzo quarto Caserta conduce per 57-50.

L’avvio quarto quarto vede Daye provare a dare la carica alla Consultinvest prima che Gaddefors e Cinciarini portino i bianconeri a +9 sul 61-52, spingendo la panchina ospite a chiedere timeout. Al rientro in campo Bobby Jones colpisce da tre punti ridando la doppia cifra di vantaggio alla Juve sul 64-52. I padroni di casa, grazie alla difesa e ad un ispirato Bobby Jones, dilaga arrivando a +14 sul 68-54. Gli americani di Pesaro le consentono di tornare in un amen a -10 sul 68-58 e così Sandro Dell’Agnello decide di chiedere timeout. Dopo la sospensione, l’intensità difensiva di Caserta non permette a Pesaro di rientrare lasciando lo scarto invariato. Daye dalla lunetta fa 2/2 dalla lunetta e Christon concretizza un gioco da tre punti per il -5 (68-.63). Giuri allontana nuovamente gli avversari che però ritornano a -5 con Ceron a circa un minuto dalla fine. Nei secondi finali Pesaro sbaglia due triple in fila con Daye e Caserta vince per 73-69.

MVP Basketinside: Micah Downs (24 pt + 10 rimbalzi)

PASTA REGGIA CASERTA 73-69 CONSULTINVEST PESARO (15-16; 33-33; 57-50)

Pasta Reggia Caserta: Downs 24, Hunt 12, Cinciarini 18, Amoroso, Jones 7, Gaddefors 5, Ghiacci 1, Giuri 6, El Amin, Ingrosso ne. Coach Sandro Dell’Agnello

Consultinvest Pesaro: Shelton, Basile 9, Gazzotti 10, Lacey 12, Christon 17, Daye 12, Solazzi ne, Candussi, Walker, Ceron 9. Coach Riccardo Paolini

Arbitri: Lanzarini, Aronne, Morelli

Fotogallery a cura di Alida Filauro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy