Caserta con quarto finale straordinario ferma la Virtus Bologna

Caserta con quarto finale straordinario ferma la Virtus Bologna

La Pasta Reggia Caserta vince una brutta partita in un finale pazzesco contro la Virtus Bologna.

Commenta per primo!

Ancora uno scontro salvezza, seppure meno diretto di quello di martedì scorso, è stato affrontato da una Virtus Bologna incerottata. Alla fine, nonostante un terzo quarto disastroso, la Pasta Reggia Caserta vince e vede sempre più vicina la salvezza matematica.

Primo tempo – La bomba di Bobby Jones apre le marcature e da il via al 5-0 di parziale iniziale di Caserta cheparte con il piglio giusto. La Virtus, seppure non con estrema facilità, trova due triple da Vitali e Hasbruck, ma la Juve ha un’altra intensità e si prende la testa della partita arrivando, con la tripla di Downs, al +6 sul 12-6. Caserta ha un blackout e Bologna riesce, grazie a un Michele Vitali ispirato, un parziale di 8-0 che porta il punteggio sul 14-12 in favore dei felsinei, costringendo così Dell’Agnello a un immediato timeout. Dopo la sospensione, Downs realizza cinque punti in fila che restituiscono il vantaggio a Caserta, ma Bologna gira bene la palla e trova spesso conclusioni da tre con spazio. Il finale di primo quarto non offre uno spettacolo esaltante, ma la Pasta Reggia riesce a chiudere la prima frazione in vantaggio per 24-21.

L’avvio di secondo quarto segue la falsa riga della fase finale del primo con un Pittman non molto in partita. Caserta vola a +5 (26-21), ma la partita fa fatica a decollare nonostante il ritmo forsennato. Pittima è il principale artefice della mini rimonta degli ospiti che ritrovano il vantaggio grazie a una schiacciata del loro lungo americano che li porta a +1 sul 29-28. Dopo il timeout voluto dalla panchina dei campani, Hunt e Gaddefors realizzano un parziale di 4-0 in favore di Caserta che viene interrotto dal piazzato di Fontecchio. In questa fase di partita sale in cattedra Dario Hunt che trascina la Juve fino al +7 sul 38-31. Alla fine del secondo quarto la Pasta Reggia conduce per 40-33.

Secondo tempo – Mazzola apre il secondo temo con una schiacciata, ma si continua ad assistere a molti errori che tengono il punteggio bloccato. La fortunosa tripla di Gaddy interrompe una fase abbastanza lunga di partita in cui il punteggio era restato inchiodato sul 40-35 e trascina l’Obiettivo Lavoro al -2 sul 40-38. In questa fase di partita si assiste al sorpasso virtusino,  ma ciò non incrementa lo spettacolo che resta mediocre. Bologna, nonostante la totale inefficacia dell’attacco bianconero, non riesce a superare i due possessi pieni di vantaggio. La tripla di Fontecchio e il canestro di Siva chiudono questo brutto terzo quarto con il punteggio di 51-47 in favore di Bologna.

L’avvio di quarto periodo di gioco vede la partita salire di tono insieme all’intensità del tifo dei supporters locali. La Juve impiega poco più di due minuti a trovare il -1 con il gioco da tre punti di Dario Hunt che vale il 55-54. È proprio il lungo ex Capo d’Orlando a creare maggiori problemi a una Virtus che però difende il suo minimo vantaggio e si riporta a +4 (60-56) con la tripla di Mazzola. La partita in questa fase offre lo spettacolo che era latita nel corso dei primi trenta minuti, Hunt fa commettere il quinto fallo della sua partita a Valerio Mazzola e con il suo ½ dalla lunetta porta i suoi a -2 sul 60-58. La tripla di Downs fa esplodere il PalaMaggiò e porta il punteggio sul 61-61 a quattro minuti e mezzo dalla sirena finale con una Juve in gran spolvero. Bologna inizia a spadroneggiare nell’area bianconera, ma Caserta con Hunt resta a contatto. Downs sbaglia ma la rimessa è casertana, Bologna manda in lunetta Siva che fa 1 / 2. Sempre Siva prima si fa stoppare e poi sbaglia la tripla, ma Ray dall’altra parte commette infrazione di passi a 17’’ dalla sirena. Dopo il timeout, Gaddefors concretizza un gioco da tre punti che porta il punteggio sul 67-65 in favore della Pasta Reggia a 6’’ dalla sirena. Downs stoppa Vitali e la Juve vince per 69-65.

MVP Basketinside: Micah Downs (17 pt + 7 rimbalzi +22 di valutazione)

PASTA REGGIA CASERTA 69-65 OBIETTIVO LAVORO BOLOGNA (24-21; 40-33; 47-51)

Pasta Reggia Caserta: Downs 17, Siva 9, Hunt 17, Cinciarini 9, Iovinella ne, Jones 6, Gaddefors 9, Ghiacci ne, Giuri 2, Ingrosso ne. Coach Sandro Dell’Agnello

Obiettivo Lavoro Bologna: Pittman 10, Vitali 8, Vercellino ne, Cuccarolo ne, Gaddy 8, Fontecchio 8, Mazzola 10, Hasbruck 3, Odom 18, Ray. Coach Giorgio Valli

Arbitri: Paternicò, Mazzoni, Weidmann

Fotogallery a cura di Alida Filauro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy