Caserta crolla nel finale e Venezia passa al PalaMaggiò

Caserta crolla nel finale e Venezia passa al PalaMaggiò

L’Umana Reyer Venezia vince una difficile partita sul campo della Pasta Reggia Caserta sfruttando al meglio le difficoltà dei campani nei minuti finali.

Il ”monday night” di questo ventiquattresimo turno di campionato ha visto la Pasta Reggia Caserta e l’Umana Venezia sfidarsi presso il PalaMaggiò di Pezza delle Noci. Alla fine hanno vinto i lagunari grazie a un ottimo Phil Goss e al crollo dei bianconeri nel finale.

Primo tempo – Goss apre subito le marcature con una tripla, ma l’inizio di partita è molto confusionario e bisogna aspettare qualche minuto prima che Bramos vada nuovamente a segno da tre e porti i suoi sul 6-0. Il parziale lagunare si prolunga fino al 9-0 prima che Cinciarini dall’arco smuova il tabellino dei suoi. Il primo canestro non da tre punti della partita arriva a 5’ e 51’’ dalla fine del primo quarto grazie al 2/2 di Bramos dalla lunetta che porta nuovamente la Reyer a +8 sull’11-3. Gli ospiti trovano la doppia cifra di vantaggio grazie alla schiacciata di Owens (13-3) e, grazie alle triple dei soliti Goss e Bramos, arrivano fino al +18 sul 23-5. Nel finale di quarto Hunt e Downs aiutano Caserta a tentare di rientrare e al termine dei primi dieci minuti il punteggio vede Venezia in vantaggio per 23-12.

La Pasta Reggia a inizio secondo quarto scende in campo con il giusto atteggiamento e con un Hunt che nel pitturato avversario si fa sentire notevolmente. Slokar realizza il canestro del -7 (28-21), ma Goss ricaccia subito a -10 gli avversari che, in una maniera o nell’altra, riescono a tenere i bianconeri a distanza. La Juve abbassa nuovamente il ritmo e un 10-0 di parziale abbastanza veloce dell’Umana riporta i lagunari a +17 (38-21) e costringe coach Dell’Agnello a chiedere timeout. Al rientro in campo sale l’intensità difensiva dei padroni di casa ma il numero di punti recuperati è abbastanza basso. I campani passo dopo passo risescono a chiudere il primo tempo sotto di soli undici punti sul 45-35.

Secondo tempo – La bomba di Micah Downs apre il secondo tempo e da il via a un parziale di 8-2 in favore dei bianconeri che riduce lo scarto tra le due compagini a una sola lunghezza sul 47-46 in favore della Reyer. Viggiano dall’arco da ossigeno ai suoi, ma Caserta non molla niente e la partita resta equilibratissima. Cinciarini dalla lunetta regala il primo vantaggio alla Pasta Reggia e costringe coach De Raffaele a chiedere timeout. Al rientro in campo Ortner da il suo contributo alla causa oro granata e impedisce a Caserta, nonostante un ottimo Downs, di prendere saldamente la testa del match. Alla fine del terzo quarto la Juve Caserta conduce per 62-61.

Caserta apre il quarto quarto con un parziale di 4-0, ma la Reyer è viva e una spettacolare schiacciata di Owens spinge la panchina bianconera a chiedere timeout sul 67-66 in proprio favore. Al rientro in campo il piazzato di Slokar, la penetrazione di Cinciarini e l’appoggio di Hunt portano la Pasta Reggia a +7 (73-66). Dopo il timeout voluto da De Raffaele si sparacchia molto da tre punti e ciò va a favore dei padroni di casa che hanno maggiormente gioco facile nell’amministrare il non ampissimo margine di vantaggio. Goss dalla media porta i suoi a -3 (73-70) e la tripla di Green pareggia i conti a un minuto e mezzo dalla fine. Goss porta in vantaggio gli ospiti (75-73) e Hunt fa 0/2 dalla lunetta prima che Green dall’angolo metta cinque lunghezze di distanza tra le due compagini a 20’’ dalla sirena finale. Alla fine vince la Reyer per 80-73.

PASTA REGGIA CASERTA 73-80 UMANA VENEZIA (12-23; 35-45; 62-61)

Pasta Reggia Caserta: Downs 21, Siva 2, Hunt 14, Cinciarini 16, Gennarelli ne, Ventrone, Ghiacci, Giuri 6, Johnson 4, Ingrosso, Slokar 10 all. Sandro Dell’Agnello

Umana Venezia: Goss 16, Bramos 21, Tonut, Jackson 6, Cantoni, Green 9, Ruzzier 2, Owens 8, Ress 3, Ortner 7, Viggiano 6, Savovic 2 all. Walter De Raffaele

Arbitri: Martolini, Mazzoni, Quarta

Fotogallery a cura di Alida Filauro

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy