Colpo grosso Varese, espugnata Sassari!

Colpo grosso Varese, espugnata Sassari!

Commenta per primo!

Colpo grosso a domicilio per l’OpenJobmetis Varese che espugna meritatamente il PalaSerradimigni di Sassari per 71-79. Dopo un primo quarto sostanzialmente equilibrato, con la Dinamo tenuta a galla da Sanders, i lombardi trovano fiducia e gioco grazie alla grande partita del duo Maynor-Eyenga che confezionano un match perfetto rispettivamente da 21 e 20 punti. Sassari incappa nella sua quarta sconfitta di fila che l’allontana quasi definitivamente dalla seconda piazza che pare ormai cosa a due per Venezia e Reggio Emilia. Ad eccezione di un Sanders da 20 punti, ma non ancora al top della forma, i sardi mostrano ancora una volta carenze sotto il piano fisico con Dyson e Logan spettatori di fronte ad una Varese parsa galvanizzata sul parquet di Sassari.

1° QUARTO: parte alla grande la Dinamo che con Brook, Logan e Lawal piazza un parziale di 7-0, Varese trova i primi punti dalla lunetta, ma i sardi continuano a macinare gioco e difesa portandosi sul 12-3 grazie alla bomba di Sanders. Quando l’inizio bruciante degli isolani lascia presagire un monologo della Dinamo ecco che Varese riprende in mano la partita grazie a Maynor e Jefferson che ridanno fiducia ai lombardi riportandoli a distanza di sicurezza (14-9). La Dinamo ritrova la via del canestro con Logan, ma Eyenga e Okoye riducono a soli 3 punti lo scarto tra le due squadre che si trascina fino al termine del quarto quando alla sirena il tabellone dice: 20-17. 2° QUARTO: primi punti del quarto affidati a Kadji che piazza la bomba del nuovo +6 sassarese, poi è solo Varese: Eyenga risponde dai 6,75, Maynor, Casella e Callahan mettono a segno i canestri del primo sorpasso lombardo (29-31) grazie ad un controparziale di 11-6. Sassari si smarrisce così come avvenuto nel terzo periodo di Reggio Emilia, provando delle sciagurate soluzioni dai 6,75 (4/16) e subisce un nuovo parziale varesino con Eyenga e Callahan che in un Amen trovano i canestri del clamoroso +10 (29-39); nel finale Sassari si risveglia con un impavido Brooks che grazie a due canestri riavvicina i sardi sul definitivo 33-39. 3° QUARTO: dopo il riposo lungo Rautins piazza la prima bomba del terzo periodo che rilancia Varese sul +9, i sardi però non mollano e tornano prepotentemente sotto grazie a Sanders e allo scatenato Lawal che in un amen firmano i canestri del nuovo vantaggio Sassarese grazie ad un parziale di 11-1 (44-43). Caja chiama timeout, ma al rientro sul parquet Sanders trova ancora la via del canestro portando Sassari sul +3, ma quando la partita sembra incanalata sui binari sassaresi ecco il nuovo ritorno lombardo con Okoye e Maynor protagonisti di un finale di quarto portentoso che rilancia gli ospiti sul 49-53 anche grazie ad un dubbio fallo tecnico fischiato a Chessa. Nel finale non cambia il parziale con Sassari che finisce sotto anche di 10 lunghezze, ma è capace di tenere aperti i giochi grazie ai canestri finali di Sanders e Kadji che chiudono il tempo 58-64. 4° QUARTO: è Kadji ad aprire le marcature dell’ultimo e decisivo periodo con un 1/ 2 dalla lunetta che riporta a 5 i punti di svantaggio dei sardi, Casella risponde con un canestro in stepback, Eyenga con due canestri di fila con Varese che torna sul +10. Sassari continua a sbagliare e Sacchetti è costretto a chiamare timeout quando mancano 5 minuti alla fine del match. Kangur si scatena, Formenti prova una timida reazione, ma nel finale il copione del match non cambia con l’OpenJobmets ormai padrona del campo contro una Dinamo inesistente. Finisce 71-79. Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Logan 9, Sosa 2, Formenti 5, Sanders 20, Devecchi 0, Lawal 10, Chessa 1, Dyson 3, Sacchetti 0, Vanuzzo n.e., Brooks 12, Kadji 9.Coach Romeo Sacchetti Openjobmetis Varese: Rautins 4, Lehto 0, Maynor 21, Casella 7, Jefferson 6, Lepri 0, Pietrini 0, Okoye 5, Callahan 14, Kangur 2, Belanzoni 0, Eyenga 20. Coach Attilio Caja

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy