Con un grande Goss Varese batte Cremona

Con un grande Goss Varese batte Cremona

PalaWhirlpool quasi pieno per l’incontro tra Cimberio Varese e Vanoli Braga Cremona valevole per la ventunesima giornata del campionato di Serie A1. La Cimberio sta vivendo un momento difficile, confermato dalla sonora sconfitta subita sul campo della Enel Brindisi. La Vanoli ha invece vinto le ultime tre partite giocate, tra cui la trasferta di Porto San Giorgio contro la Sutor. Per Varese è una partita importantissima, dal momento che una vittoria permetterebbe alla Cimberio di rimettere sei punti tra sé e la zona retrocessione. Problemi fisici per Cinciarini e Ryan, che non scendono in campo.

Varese parte con Goss, Rannikko, Kangur, Fajardo e Slay; Cremona invece schiera Rowland, Foster, Drozdov, Milic e Sekulic. In avvio le due squadre hanno le mani congelate e bisogna aspettare quasi due minuti prima di vedere il primo canestro della partita: tripla di Goss. Servono altri due minuti perché Cremona risponda con una tripla di Foster (3-3). In questi drammatici quattro minuti Varese ha 1/7 dal campo e 3 palle perse, Cremona 1/6 e 2 perse. Slay risponde colpo su colpo ai canestri di Milic e Foster (9-9). Il primo allungo della partita è della Vanoli Braga, che con un canestro di Rowland e un gioco da tre punti di Milic riesce a trovare il +7. Ma a questo punto entra l’ex di turno, Riccardo Antonelli, che con due falli in meno di un minuto riporta sotto Varese. I liberi di Kangur fissano il punteggio del primo quarto sul 16-19.

La fiera dell’errore prosegue anche in apertura di secondo quarto, con solo due canestri nei primi tre minuti (18-21). Dopo una tripla di Perkovic, Varese comincia a cercare insistentemente Slay sotto canestro e la scelta si rivela corretta, con due canestri consecutivi del lungo varesino (25-24). Le squadre cominciano a trovare la via del canestro con maggiore difficoltà e, prima Perkovic, poi Stipcevic, vanno a segno dalla lunga distanza. Una tripla di Rannikko sulla sirena permette ai padroni di casa di chiudere il primo tempo in vantaggio per 36-33.

Dopo un altro inizio difficile, il terzo quarto decolla dopo circa cinque minuti, quando Cremona trova per tre volte consecutive il canestro dall’arco dei tre punti con Rowland, Drozdov e Foster (42-44). Entrambe le squadre segnano più da tre che da due: tripla di Rannikko, tripla di Drozdov e tripla di Righetti (48-49). Il terzo quarto si chiude 50-51 dopo un canestro di Ron Slay.

Subito due triple nei primi due minuti del quarto: Drozdov (6/7 per lui dall’arco; 12/24 per Cremona) e Righetti (55-56). Dopo una schiacciata di Marko Milic, altra tripla di Drozdov, a cui risponde immediatamente Kangur (58-61). Il festival del tiro da tre punti continua: tripla di Rowland, risponde Goss (63-64). Varese si riporta in vantaggio con una schiacciata di Kangur, ma Artur Drozdov segna nuovamente dall’arco (66-67). Sul 67 pari, Phil Goss dall’angolo segna la tripla con cui Varese si porta in vantaggio nell’ultimo minuto di gioco. Perkovic riporta sotto Cremona con due liberi, ma il fallo sistematico manda Rok Stipcevic in lunetta (2/2). Dopo una schiacciata di Rowland, non trema la mano di Goss dalla lunetta (74-71). Rowland sbaglia due liberi, Slay invece fa 2/2. Varese vince 76-71.

Pagelle e tabellini:

Cimberio Varese: Demartini n.e., Goss 7,5 (20p), Mian s.v. (0p, 2’), Rannikko 6,5 (8p), Righetti 5,5 (8p), Galanda 6 (0p), Ryan n.e., Kangur 6,5 (12p), Bernardi n.e., Fajardo 5 (1p), Stipcevic 7 (7p), Slay 7 (20p).

Vanoli Braga Cremona: Rowland 6 (14p), Cinciarini n.e., Conti n.e., Sekulic 3,5 (0p), Formenti 5 (0p), D’Ercole 5 (0p), Perkovic 6,5 (14p), Milic 5,5 (11p), Antonelli 3 (0p, 2ff, 1’), Foster 6,5 (12p), Zacchetti n.e., Drozdov 8 (20p).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy