Cremona ci crede, Torino no ed anche la Vanoli espugna il Ruffini

Cremona ci crede, Torino no ed anche la Vanoli espugna il Ruffini

Commenta per primo!

Manital Torino – Vanoli Cremona 80-93

Prendere 20 punti da Reggio Emilia e Venezia in casa per una squadra come la Manital ci può stare, è quasi scontato, ma prenderne 20 da una diretta concorrente per la salvezza è dura da mandar giù per tutto l’ambiente torinese.
Cremona ha fatto il suo, con buone percentuali da 2 ed ai liberi, ma soprattutto con una superiorità a rimbalzo che non avrebbe dovuto essere così scontata (29-32 a fine gara, ma a fine terzo quarto erano 17-25).

Per Torino pesa il 2/13 da 3 ma soprattutto una difesa nulla per gran parte della gara che ha permesso a Cusin, McGee e Turner di fare il bello e cattivo tempo sotto canestro, inoltre inspiegabile, se non per un infortunio, l’inutilizzo da parte di Bechi per tutto l’ultimo quarto di Ebi, autore di una prestazione per tre quarti maiuscola, 21 di valutazione, 16 punti e 7 rimbalzi, lasciando invece in campo uno “spaesato” Ivanov, debole contro Cusin e nei raddoppi difensivi, autore si di 16 punti ma con 2/11 da 2.

Importanti comunque per Torino il ritorno del Mancio, autore di 16 punti e, finalmente, un Robinson in crescita autore di 19 punti e 21 di valutazione, di contro “non pervenuti” Giachetti, Miller e Dawkins.

4 gli uomini in doppia cifra per Pancotto: McGee 23 pt, Cusin 15, Turner 13 e Adegboye 12 e buona prestazione di coralità sia in attacco che in difesa, al contrario di Torino che su questi aspetti compie un pesante passo indietro; importanti per la Vanoli i punti di McGee e Cusin nei momenti cruciali dell’incontro.

QUINTETTI INIZIALI:

TORINO: Rosselli, Robinson, Miller, Ivanov, Ebi

CREMONA: Southerland, Cusin, Cazzolato, Washington, Turner

LA CRONACA:

PRIMO QUARTO: contrariamente alla “prassi” del PalaRuffini, si comincia a segnare subito e tanto, Ivanov apre il match con una bomba e poi è punto a punto fino a metà quarto, quando la Vanoli piazza il primo break che porta gli ospiti sul 9-14; Washington è il primo a commettere due falli ed ad essere sostituito da McGee; la tripla di Dawkins riporta in parità la gara a 3’ da fine quarto, ma subito viene ribattuta da Adegboye; per la Manital in luce Ebi che si butta su ogni pallone, raddoppia in difesa e cattura rimbalzi, per Cremona il 4/4 di Cusin da 2 spinge gli ospiti nuovamente sul +5, 14-19 e Luca Bechi al timeout a 2’ da fine quarto; ad un minuto torna a calcare il parquet del Ruffini Stefano Mancinelli sostituendo Ebi; il quarto si chiude sul 14-23 con la Manital che spreca troppo sul finale e Cremona che ne approfitta allungando fino al +9. Cusin 8 punti, Ebi 6.

SECONDO QUARTO: McGee apre il quarto con una bomba replicata da 2 punti più libero del Mancio; Torino soffre sotto le plance (0/4 da 2 di Ivanov finora e 15 rimbalzi a 8 a favore di Cremona) e Bechi rimette in campo Ebi per Mancinelli a metà quarto; il terzo fallo di Cusin rimanda in campo Biligha a 4’ dall’intervallo lungo e mentre Miller sbaglia da 3, Southerland no, riportando gli ospiti a +12 sul 26-38; un buon gioco corale dell’Auxilium la riavvicina a -8 a 2:30 da fine quarto e fa chiamare il primo timeout a Pancotto; la grinta di Rosselli ed un buon Mancio ricuciono parzialmente il gap riportando la Manital a -5, 34-39 e costringendo Pancotto ad un nuovo timeout a 30” dalla fine; a metà gara squadre a riposo sul 36-41. McGee 12 punti, Robinson 9.

TERZO QUARTO: 0-7 per la Vanoli e gli ospiti ritornano al massimo vantaggio, 36-48 in 3:30 di gioco; per Torino solo Ebi dimostra voglia di lottare, mentre il resto della squadra fatica a contrastare le incursioni di Cusin, Washington e Turner; a 2 minuti dal termine Washington si esibisce in due schiacciate da All Star Game portando la Vanoli sul 43-59, Bechi chiama timeout ma il pubblico di casa non gradisce l’andamento della partita ed inizia ad inveire contro la propria squadra; una bomba di Mian ed una schiacciata di Biligha aggiornano il massimo vantaggio ospite a +20, 44-64 ad un minuto da fine quarto; terzo quarto che si chiude sul 48-66. Ebi 16 punti, McGee 14.

ULTIMO QUARTO: in due secondi di gioco Giachetti esce per il suo quinto fallo e l’errore in sottomano in 1 contro zero di Mancinelli fa esasperare ulteriormente il pubblico di casa che smette di tifare, cosa mai accaduta negli ultimi 4 anni; la buona notizia per Torino è che Cusin esce per falli con 6 minuti da giocare; Cremona rifiata e Robinson la punisce riportando la Manital a -13 a metà quarto; un parziale di 7-2 riavvicina ulteriormente la Manital sul 63-74, fa chiamare timeout a Pancotto e fa tornare la voglia di cantare alla curva dei Rude Boys, ma è un fuoco di paglia, Cremona rialza la testa e segna 4 punti di fila che la riportano a +15; inspiegabilmente Bechi lascia in panca Ebi per tutto il quarto, l’unico che finora aveva dato segni di speranza alla squadra; -10 per Torino ad un minuto dal termine in un clima da giorno dei morti anticipato al PalaRuffini; si chiude sull’80-93 a favore di una buona Vanoli che rimanda la speranza di prima vittoria casalinga per i ragazzi di Bechi.

 

PARZIALI:  (14-23 / 36-41 / 48-66 / 80-93)

MVP Basketinside: Tyrus McGee, autore di 12 punti cruciali nel secondo quarto che hanno impedito a Torino di riaprire la partita. (23 punti, 7/8 da 2, 1/3 da 3, 6/6 ai liberi, 32 di valutazione)

TABELLINO:

TORINO: Ivanov 16, Giachetti, Mancinelli 16, Rosselli 4, Fantoni, Robinson 19, Mascolo, Blotto ne, Crespi ne, Dawkins 5, Miller 4, Ebi 16. – All. Luca Bechi

CREMONA: Southerland 7, Adegboye 12, Mian 8, Gaspardo, Cusin 15, Cazzolato, Washington 9, Biligha 6, McGee 23, Turner 13. – All. Pancotto

Fotogallery a cura di Marco Magosso

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy