Cremona da urlo al PalaSerradimigni: Sassari cade ancora

Cremona da urlo al PalaSerradimigni: Sassari cade ancora

Nell’anticipo della nona giornata di regular season la Vanoli Cremona espugna con una prova maiuscola il PalaSerradimigni di Sassari per 82-83.

Commenta per primo!

Nell’anticipo della nona giornata di regular season la Vanoli Cremona espugna con una prova maiuscola il PalaSerradimigni di Sassari per 82-83. Holloway protagonista assoluto del match, con 31 punti, si inventa un canestro allo scadere che manda in visibilio i lombardi condannando Sassari alla sesta sconfitta di fila tra campionato e coppa. Un’altra beffa per i sardi che perdono la quarta partita al fotofinish dopo quelle contro Avellino, Besiktas e Riesen. Se non è crisi di gioco, lo è almeno per i risultati, con Sassari ora condannata a vincere a Belgrado per ritrovare il sorriso in coppa. Per Cremona invece una partita da incorniciare, con carattere, difesa e attributi gli uomini di Pancotto non hanno mai mollato e nonostante un passivo di -10 nel primo tempo hanno saputo reagire trascinati non solo da Holloway, ma da un Biligha in gran spolvero nell’ultimo periodo (13pt) e un Thomas protagonista. A Sassari anche stasera non sono servite le prove di J.Odom (19pt), Lacey (17pt) e Savanovic. Ora per Sassari due trasferte difficilissime (Belgrado e Brindisi) nelle quali bisognerà ritrovare compattezza e morale, mentre Cremona, alla sua seconda vittoria in campionato il morale sarà certamente alle stelle quando domenica prossima arriverà in lombardia la Consultivest Pesaro.

1° QUARTO:

Primi punti del match affidati alle mani di Johnson Odom, artefice con Savanovic del primo parziale tutto sassarese (7-2), Cremona reagisce con Holloway, ma la bomba di Johnson Odom rimette le cose apposto per i sardi. La Dinamo macina punti e gioco ritrovando i meccanismi di gioco visti a inizio stagione: Carter, Savanovic e Olaseni piazzano il nuovo parziale isolano che vale il primo vantaggio in doppia cifra sul +10 (19-9). La Vanoli però è tutt’altro che spettatrice e chiude il quarto riavvicinandosi prepotentemente ai padroni di casa grazie alle giocate di Mian e Thomas che chiudono il tempo sul 25-19.

2° QUARTO:

Il secondo periodo si apre come si era concluso il primo con Cremona padrona del campo e capace con Thomas, Gaspardo e Biligha di rimettere tutto in gioco riavvicinandosi fino al -1 (31-30). Una Sassari non pervenuta subisce inerme le giocate di Mian e Biligha che firmano il sorpasso lombardo dalla lunetta (33-34). Thomas piazza la bomba del +4, Devecchi indomito dall’angolo segna il canestro del nuovo -2, ma il finale è ancora di marca Vanoli con la splendida schiacciata di Biligha che vale il 35-39 finale.

3° QUARTO:

Biligha apre il terzo periodo con 3 punti personali che valgono il +7 cremonese, Sassari però si scrolla di dosso la paura abbassando il quintetto e ritrovando in Johnson Odom e Lydeka i punti del nuovo -4 (38-42). Holloway e Lydeka con due giochi da tre punti tengono il punteggio inchiodato, ma Lacey e Savanovic con una bomba ribaltano tutto portando Sassari al nuovo vantaggio sul 48-47. Pancotto chiama timeout e al rientro sul parquet la partita si gioca punto a punto fino alla fine, con Sassari che prova a scappare con le bombe di Lacey e Carter, ma Carlino e Holloway non perdonano. IL quarto si chiude con il canestro allo scadere di Stipcevic che permette a Sassari di tenere il naso avanti di una sola lunghezza sul 61-60.

4° QUARTO:

Holloway apre le danze dell’ultimo periodo con una bomba, ma Lacey risponde ancora dai 6.75 mantenendo invariate le distanze. Sassari prova a scappare via ancora fuori dal pitturato con Sacchetti bravo a insaccare la tripla del nuovo +4. Nel finale succede di tutto, prima Sassari vola sul +8, poi subisce un controparziale di 8-0 che vale il pareggio lombardo (78-78). Gli ultimi istanti sono ancora una volta palpitanti, ma a Sassari non riesce di cambiare la tendenza delle sconfitte allo scadere: Holloway assoluto protagonista con 31 punti chiude il match con una penetrazione allo scadere che fa cadere nello sconforto i sassaresi. Finisce 82-83 per Cremona.

Dinamo Sassari. Johnson Odom 19, Lacey 17, Devecchi 2, D’Ercole, Sacchetti 3, Lydeka 4, Savanovic 17, Carter 5, Stipcevic 9, Olaseni 6, Ebeling n.e., Monaldi n.e.
Coach Federico Pasquini.

Vanoli Cremona. Amato, Mian 7, Gaspardo 6, Harris 2, Carlino 3, Wojciechowski 3, Biligha 13, Turner 6,  Thomas 16, Holloway 31.
Coach Cesare Pancotto

Fotogallery a cura di Claudio Atzori

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy